IQOS e innovazione ai piedi del Vesuvio

Napoli è innovazione con IQOS

Quando si parla di innovazione la mente va subito alla Silicon Valley e ai giganti del web. IQOS, invece, evento dopo evento, è la prova che l’innovazione è più un modo di pensare e agire. L’innovazione che abbraccia ogni campo della nostra vita sociale e culturale. Lo ha dimostrato anche durante la Summer Night presso l’Embassy di Napoli.

La sera del 11 luglio sulla bellissima terrazza del ristorante stellato Palazzo Petrucci, un’elegante location del quartiere Posillipo, che si affaccia sul golfo di Napoli. 300 ospiti, tra attori, imprenditori e professionisti del settore, si sono incontrati per vivere un’esperienza insolita e coinvolgente. Per l’occasione, infatti, IQOS ha pensato a un modo originale e divertente per fare sperimentare ai suoi invitati l’innovazione a 360°. Un viaggio originale che dal mondo della fotografia li ha portati a quello dei social engagement, del food e della musica.

La serata, tappa dopo tappa

Il viaggio nel fantastico mondo della tecnologia e dell’innovazione è iniziato al tramonto. Il cocktail di benvenuto, ha dato infatti il via alla serata, per poi proseguire con la prima tappa di questo affascinante percorso, la fotografia. Più di 40 ospiti hanno avuto modo di testare per la prima volta l’OrcaVue.  La fotocamera, di ultima generazione, grazie a una tecnologia brevettata, permette di registrare straordinari video-selfie a 360°. La location si è magicamente trasformata in un set cinematografico, dove registi in erba si sono divertiti a scoprire tutti gli effetti speciali di questo modello all’avanguardia.

La seconda tappa del percorso ha portato gli invitati nel mondo del food, con un momento di tasting experience. Per l’occasione, lo chef del ristorante Lino Scarallo (stella Michelin e IQOS user) ha realizzato un interessante show cooking.  L’evento ha stupito gli invitati con prelibati finger cotti a bassa temperatura.
La temperatura è, infatti, uno dei temi più cari a IQOS, dal momento che il dispositivo elettronico utilizza il rivoluzionario sistema Heat Control Technology.  La tecnologia sviluppata da Philip Morris International, scalda il tabacco fino a 350 °C senza bruciarlo. Il sistema permette così di non produrre fumo, né cenere e di rilasciare un odore meno persistente rispetto al fumo della sigaretta.

La terza tappa è stata quella dedicata alla musica con l’incredibile esibizione della Relight Orchestra.  Una performance fuori dal comune, dal sapore futurista, in cui singolari strumenti acustici ed elettronici hanno dato vita a un mix di suoni stupefacente. Fulcro della serata è stato Mark Lanzetta, che ha suonato una particolare arpa elettronica sfiorando i raggi laser che emetteva.

La conclusione del tour

Il tour si è concluso con la quarta tappa portando i partecipanti nell’universo del social engagement. Qui gli ospiti hanno scoperto le meraviglie del backdrop interattivo, sul quale ognuno ha provato a scrivere pensieri, stati d’animo o semplici messaggi. La serata è poi proseguita con la musica di Tommy Vee che si è esibito in uno spettacolare DJ set.

IQOS celebra a Napoli il talento musicale

IQOS Napoli, talento e innovazione

Quando due talenti si uniscono, sicuramente nasce qualcosa di unico. E quando questi talenti si incontrano come è successo a Sun Hee You, stella nascente del pianoforte, e a Marton-m, dagli anni Novanta pioniere della musica elettrica italiana, sicuramente è merito di IQOS.

Grande emozione e attesa hanno contraddistinto l’incontro dei due artisti Sun Hee You e Marton-M, protagonisti, a inizio marzo, dell’happening promosso da IQOS e da Otoro81, sushi restaurant di Napoli. Un evento esclusivo  il cui filo conduttore è stato il cambiamento, tema chiave di tutta la filosofia Philip Morris.

Proprio la ricerca di un cambiamento positivo, infatti, ha portato alla creazione dell’innovativo sistema IQOS, capace di scaldare il tabacco senza bruciarlo, eliminando così sia il fumo che la cenere e rivoluzionando la vita di 5 milioni di fumatori adulti, almeno fino ad oggi.

Per chi non conoscesse i due artisti, è d’obbligo una breve presentazione.

Sun Hee You e MARTUX_m, la storia di due talenti.

Sun Hee You, nata a Seoul, ha iniziato i suoi studi alla prestigiosa Yewon School, per poi trasferirsi in Italia. Qui ha conseguito il diploma presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, perfezionandosi all’Accademia musicale di Firenze e all’Accademia di Santa Cecilia in Musica da Camera. Ha già lavorato con numerosi artisti e orchestre e ha vinto diversi concorsi nazionali con un repertorio che spazia dal Barocco al contemporaneo. Considerata dalla critica “tra i più interessanti talenti emergenti”, la pianista Sun Hee You sta raccogliendo successi e consensi “per la sua passionalità alla tastiera fondata su una profonda serietà artistica e professionale.”

MARTUX_m, ovvero Maurizio Martusciello, è dal canto suo musicista, compositore, performer, sound artist e produttore. La sua carriera è iniziata negli anni Novanta quando ha fondato dei gruppi sperimentali a Roma. Da allora, sono innumerevoli i suoi progetti e le sue partecipazioni ai maggiori festival di tutto il mondo. Tra questi: Sonar, Mutek, Dissonanze, Sensoralia e Festa del Cinema di Roma.

I due, nella serata IQOS di Napoli, si sono esibiti insieme a Marco Piccolo, dj molto apprezzato. Elementi classici della musica si sono fusi con l’ innovazione tecnologica contemporanea per dar vita a sonorità nuove che hanno conquistato gli ospiti del party. Tra questi, tanti i nomi italiani e partenopei della musica, del teatro e della cultura, intervenuti all’esclusivo evento. Il filo conduttore della serata è stato proprio il concetto di cambiamento rappresentato dal talento musicale dei due guest. Ma anche da IQOS e dalla sua visione di un futuro senza fumo.

La serata è stata quindi senza dubbio molto coinvolgente, con un’atmosfera ricca di divertimento, ma anche di riflessione sulle molteplici strade che l’innovazione sa percorrere.

Di Grado in Grado, il percorso sensoriale alla giusta temperatura ispirato all’Heat Control Technology

Di Grado in Grado. L'esperienza alla giusta temperatura ispirata all'HeatControl Technology

IQOS, l’ Heat Control Technology e l’esperienza della temperatura ideale al centro dell’evento Di Grado in Grado, all’IQOS Embassy di Roma. Una serata all’insegna dei sensi, con la firma stellata di Riccardo Di Giacinto e la colonna sonora di Benny Bettane, pioniere delle performance musicali con l’handpan.

Di grado in grado, tutto alla giusta temperatura è il nome dell’evento che si è tenuto a Roma il 15 marzo presso la IQOS Embassy di Via Margutta. Una performance per tutti gli ospiti che hanno sperimentato l’importanza dei gradi giusti nell’ambito culinario, del wine tasting, della musica, e, ovviamente, del tabacco.

COSA NON SAPPIAMO DELLA TEMPERATURA

L’acqua bolle a 100° e ghiaccia a 0° e solo l’esperienza quotidiana ci insegna che alcuni corpi sono più caldi e altri più freddi. Probabilmente, però, alcune curiosità ancora ci sfuggono. Pochi sanno, infatti, che la combustione di una sigaretta può arrivare a 900° C, mentre IQOS scalda il tabacco fino a 350°C senza bruciarlo, consentendogli così di non produrre fumo,né cenere, né odore persistente. Questo grazie alla Heat Control Technology, il rivoluzionario sistema sviluppato da Philip Morris International.

I gradi ai quali si vive un’esperienza possono perciò renderla unica, piacevole e in qualche caso perfettibile. Ecco perché il calore è un tema molto sentito per IQOS. Per sottolinearlo in modo creativo è nato un evento capace di comunicare l’importanza della giusta temperatura, se non in tutti, in molti dei suoi ambiti, quelli più vicini ai sensi.

TUTTO ALLA GIUSTA TEMPERATURA

Enogastronomia, musica e tabacco: cos’hanno in comune questi tre mondi?

Quali esperienze possono creare quando si trovano insieme, nello stesso luogo e nello stesso momento? Lo abbiamo scoperto all’evento Di grado in grado.

Con noi,  oltre 100 ospiti presenti alla serata hanno sperimentato un percorso multisensoriale sorprendente e inatteso.

“La temperatura è il mezzo fondamentale per esaltare gusti e sapori. Trovare quella perfetta e mantenerla, vuol dire regalare ai nostri sensi il massimo”.

Così, lo chef stellato Di Giacinto, creatore del ristorante All’Oro di Roma e chef-guida della serata, ha introdotto il tema per poi accompagnare ognuno dei 7 piatti in menù con la narrazione della relativa temperatura ideale.

Il momento della degustazione si è così elevato a momento di apprendimento. Un’esperienza che ha coinvolto e appassionato il pubblico di foodies, esperti professionisti o semplici appassionati.

I 7 PIATTI IN MENU

Abbiamo così scoperto i 36° del piatto d’apertura, il Marshmallow parmigiano e tartufo, i 32° del Macaron ceci e sesamo, i 18° della Panzanella Liquida Siamo poi risaliti ai 36° del Maritozz’Oro melanzane al fumo e pomodorini semi dry, fino agli 82° del Riassunto di Carbonara. Per concludere con i 44° del Tiramisù di baccalà e patate e i 26° del Cioccolato e guanciale affumicato.

Ogni piatto è stato accompagnato dai vini dell’azienda Cantine di Figaro, anche questi raccontati nelle loro gradazioni e serviti alla temperatura ideale. Tema importantissimo e a volte sottovalutato.

HANDPAN. MUSICA DA SCOPRIRE

Non immaginatevi una di quelle serate dedicate solo al palato e alla vista. All’IQOS Embassy, infatti, è stato invitato uno tra i dieci migliori artisti di Hang a livello mondiale: l’australiano Benny Bettane. Un vero pioniere della composizione e delle performance musicali con l’handpan. Esplorando gradazioni di tono attraverso 9 scale, Bettane ha perciò interpretato il tema “di grado in grado”.

Ogni piatto ha avuto una diversa colonna sonora, composta con tonalità differenti, in un crescendo culminato nel momento dell’ultimo piatto, il dolce, coinciso proprio con il passaggio dai vini bianchi ai rossi. Un momento coinvolgente, in cui si è percepita la reale emozione degli ospiti nel sentirsi parte di un crescendo sensoriale.

La serata è stata esattamente questo: uno spettacolo ricco, sorprendente e unico che ha trasformato l’Embassy in un luogo di esplorazione. Uno spazio dove gli ospiti hanno potuto navigare tra un grado e l’altro fino a raggiungere i 350 di IQOS.

Di grado in grado, tutto alla giusta temperatura si va così ad aggiungere all’elenco di appuntamenti che stanno consacrando questo luogo come punto di riferimento della Capitale e IQOS come sinonimo di innovazione e cultura.