Philip Morris International: Il nostro metodo scientifico per Prodotti a Rischio Ridotto

Philip Morris International e I Prodotti a Rischio Ridotto

Come nascono e come vengono valutati tutti i nuovi Prodotti a Rischio Ridotto?

Negli ultimi decenni Philip Morris International ha delineato con chiarezza a livello globale, la propria posizione di leader nella ricerca di alternative capaci di ridurre i rischi per la salute legati al fumo di sigaretta.

L’obiettivo principale è sviluppare una gamma di Prodotti a Rischio Ridotto (Reduced Risk Products, RRP). Prodotti pensati come alternativa alle sigarette per i fumatori adulti, la cui capacità di ridurre il rischio di malattie rispetto al fumo di sigaretta sia comprovata scientificamente.

La valutazione si basa su metodi utilizzati dall’industria farmaceutica. Lo scopo principale è dimostrare che i Prodotti a Rischio Ridotto di PMI possono registrare un profilo di riduzione del rischio simile alla condizione di smettere di fumare.

I nostri Prodotti a Rischio Ridotto si trovano in diverse fasi di sviluppo. Stiamo svolgendo una serie di studi scientifici approfonditi e rigorosi, realizzati in conformità agli standard internazionali.

Ad oggi, siamo in grado di affermare che i nostri Prodotti a Rischio Ridotto non generano combustione. Tali prodotti rilasciano un aerosol con livelli di sostanze dannose o potenzialmente tali più bassi rispetto al fumo della sigaretta tradizionale. Essi mostrano, inoltre, livelli di tossicità significativamente inferiori.

Questi risultati iniziali sono promettenti, ma sono in corso e sono stati programmati ulteriori studi. L’obiettivo è quello di poter affermare che essi riducono il rischio di sviluppare malattie rispetto al fumo di sigarette a combustione.

Lo sviluppo dei prodotti alternativi alle sigarette tradizionali si basa sulle tecnologie che permettono la produzione di un aerosol contenente nicotina. Senza far ricorso alla combustione, assicurano allo stesso tempo un’esperienza soddisfacente per i fumatori.

Gli esperti concordano sul fatto che la nicotina, pur creando assuefazione, non rappresenta la causa primaria delle malattie legate al fumo. Esse sono riconducibili, invece, principalmente ai componenti nocivi e potenzialmente nocivi (Harmful And Potentially Harmful Constituents, HPHC) presenti nel fumo di sigaretta. La maggior parte di questi vengono generati dalla combustione.

Come scientificamente dimostrato, l’estremità accesa di una sigaretta può raggiungere temperature fino a 900 °C. Questa temperatura elevata provoca moltissime reazioni chimiche che scompongono il tabacco nelle migliaia di sostanze presenti nel fumo di sigaretta.

Se, invece, il tabacco è riscaldato a temperature pari a circa 300 °C o inferiori, molte delle reazioni chimiche riconducibili alla combustione non hanno luogo.

Studi scientifici hanno dimostrato che passando dalle sigarette a IQOS il livello di componenti dannose e potenzialmente dannose inalate si riduce. La riduzione è in media del 90-95% rispetto alle sigarette tradizionali.

Sei interessato a conoscere nel dettaglio le sostanze rilevate nell’aerosol di IQOS e la loro riduzione rispetto ai livelli misurati nel fumo di sigarette? Ti invitiamo a cliccare il seguente link.

Tuttavia, IQOS non è un prodotto privo di rischi. Il miglior modo per ridurre i rischi per la salute legati al tabacco è quello di smettere del tutto l’uso di tabacco.

Per avere un quadro più completo possibile sull’argomento RRP, nei prossimi post forniremo altri dettagli utili sugli studi in corso.

Continua a seguirci!

IQOS Pathfinder Project: quando l’innovazione si ispira all’arte – Panter & Tourron

IQOS Pathfinder Project presenta Panter & Tourron

IQOS Pathfinder Project presenta alla Design Week di Milano “Passages”, un’esposizione di Panter&Tourron, studio indipendente e duo creativo del momento.

Come nasce un’idea innovativa? Spingendosi oltre il confine dei luoghi comuni. È questa la filosofia che ispira il lavoro di Panter & Tourron, uno degli studi di design più all’avanguardia tra i protagonisti della Design Week, e dei loro fondatori: Stefano Panterotto e Alexis Tourron.

Con “Passages” il duo è stato The IQOS Pathfinder Project – progetto culturale orientato alla valorizzazione delle migliori energie creative internazionali

Entrambi giovanissimi, Stefano e Alexis hanno studiato “Design per il lusso e l’artigianato” presso la prestigiosa ECAL di Losanna. Si sono poi uniti per fondare il loro studio indipendente. Con un approccio multidisciplinare che supera i classici confini della progettazione, la loro ricerca indaga le potenzialità di materiali innovativi per trovare soluzioni efficaci. La loro produzione è varia e spazia dagli accessori agli interni. Non mancano i progetti speciali per aziende e brand di lusso, come Hermès, Ruinart e Vacheron Constantin. Con un filo conduttore unico: la semplicità come strumento di lusso. Ancora una volta, è un punto di vista innovativo a cambiare le regole del gioco e spingere la creatività verso territori inesplorati, facendo di Panter & Tourron una delle realtà più interessanti del design contemporaneo.

In Passages, la loro ultima esposizione realizzata in esclusiva per IQOS Pathfinder Project, lo sguardo sulla natura si traduce in una serie di oggetti scultorei che si trasformano con il calore. Grazie all’inchiostro termo-cromatico, le superfici diventano un teatro di gradienti e sfumature sempre diverse, tracce del passaggio da uno stato all’altro.

Nelle IQOS Embassy l’innovazione è anche architettura: ecco il Tetrapod

Nelle IQOS Embassy ecco il Tetrapod

Le IQOS Embassy sono la sintesi dell’aspirazione verso una migliore qualità della vita. Rappresentano design, innovazione tecnologica e sostenibilità.

Pensati per ospitare eventi esclusivi dedicati alle diverse eccellenze (dal food all’arte, passando per musica e letteratura), gli spazi delle IQOS Embassy sono luoghi di innovazione architettonica. Luoghi in linea con il nuovo prodotto che rappresentano.

Alla base di tutti gli spazi IQOS infatti, troviamo dei moduli in Plyfix Tetrapod.

Si tratta di una particolare struttura modulare, che, oltre a rappresentare una soluzione espositiva, ha un ruolo strutturale e funzionale. Fornisce, infatti, luce artificiale e purifica l’aria all’interno degli spazi.

Il creatore di questo sistema rivoluzionario e del primo mattone ecologico Tetrapod è Arthur Huang. Architetto, strutturista e specialista di soluzioni innovative, Huang, è di origine taiwanese e laureato ad Harvard.

Il suo mattone rappresenta un’intera filosofia per l’architettura moderna.  Simboleggia la possibilità di realizzare nuove applicazioni per il riciclo dei rifiuti post-consumo mirate ad accelerare il passaggio a un’economia circolare.

Ogni mattone è composto al 100% di materiale riciclato e realizzato senza alcun tipo di collante, il suo impatto è dunque pari allo zero.

Modulare, resistente, ecologico, il Tetrapod permette, con l’aiuto dei computer, di creare strutture tridimensionali. Come le celle di un alveare, come una molecola.

Ed è per questo, che si parla di “architettura biomimetica”: l’imitazione di modelli della natura per risolvere complessi problemi umani.

PMI è stata la prima in Italia ad aver dato spazio a questo straordinario progetto architettonico nelle proprie IQOS Embassy.

Un segno che rispecchia la volontà di offrire a una nuova generazione di architetti, e di artisti in generale, la possibilità di esporre e raccontare nuove forme creative per migliorare la vita di tutti.

IQOS guarda al futuro

IQOS pioniere dell’innovazione

“Fare le cose vecchie in modo nuovo – questa è innovazione”

IQOS abbraccia in pieno la visione innovativa di Schumpeter ed investe nel futuro.

Il 2016 è stato un anno prospero per le innovazioni tecnologiche, che promettono di migliorare la qualità delle nostre vite in maniera sostanziale.

Esplorando le invenzioni in campo medico, le scoperte sulla fisica dei buchi neri e la documentazione del genoma umano, abbiamo selezionato una serie di tecnologie innovative a portata di mano. Queste cambieranno a poco a poco e in meglio le nostre abitudini.

La domotica ci offre un primo interessante esempio: la visione di una casa che funziona come un organismo intelligente e indipendente.  L’attenzione allo spreco di materie prime, energia e spazio ha assunto sempre più consistenza con l’uscita di elettrodomestici smart e interconnessi fra loro.

Nelle moderne cucine frigorifero, piano cottura e lavatrice passano in modalità ecologica quando i proprietari di casa sono assenti. È possibile avviarli, settarli o monitorarli da smartphone, regolare il flusso d’acqua a seconda del carico. Sempre in cucina, una nuova generazione di frigoriferi è in grado di monitorare la scadenza degli alimenti e di allertare sulle provviste mancanti.

Domotica, intelligenza artificiale, realtà aumentata e virtuale trasformano, giorno dopo giorno, il futuro in realtà.

Un’innovazione che facilita invece la connessione tra esseri umani, è quell’applicazione dell’intelligenza artificiale che permette di rispondere alle richieste più diffuse tutti i giorni. 24 ore al giorno, senza intervento umano (se non nella programmazione). Allo stesso tempo è in grado di tradurre in pochi istanti una conversazione live da più di 50 lingue.

Questo tipo di intelligenza artificiale acquisisce gli schemi linguistici e li ripropone sotto forma di testo, così da superare ogni barriera linguistica nella comunicazione tra le persone.

Senza dubbio, qualsiasi interazione risulta più fluida dopo una serena nottata di sonno. Il riposo, nel mondo frenetico in cui viviamo, è un bene prezioso da salvaguardare. Le sveglie del futuro saranno a breve in grado di assecondare il ciclo del sonno e sveglia nel momento ottimale. Un risultato che si può raggiungere grazie a innovativi sistemi dotati di sensori di umidità, temperatura, luminosità e prossimità.

Infine, parliamo di una nuova tecnologia dedicata allo svago: la realtà aumentata e la realtà virtuale, che stanno raggiungendo nuove vette nel campo della sicurezza e dell’intrattenimento. Mentre l’immagine ha già sviluppato una qualità di resa avanzata, il suono tridimensionale sta ottenendo risultati soddisfacenti solo negli ultimi tempi.

IQOS, pioniere dell’innovazione, si compiace del progresso tecnologico in ogni ambito. Per questo  continua a investire nel proprio team di Ricerca e Sviluppo per contribuire a generare una qualità della vita sempre migliore.

Stay tuned!

IQOS Embassy: dove l’arte è di casa

IQOS Embassy di Roma ospita l’arte floreale di Azuma Makoto

Le IQOS Embassy non sono soltanto un luogo d’incontro ma una vera e propria realtà culturale.

Gli spazi contemporanei creati da IQOS sono luoghi in cui è possibile ampliare le proprie conoscenze artistiche e ammirare talenti che fanno dell’innovazioneun paradigma della loro produzione.

Azuma Makoto, flower artist giapponese classe 1976, è uno di questi. Nel 2002, insieme a Shunsuke Shiinoki, ha fondato Jardins des Fleurs, un negozio di fiori haute couture specializzato nella creazione di bouquet floreali su richiesta. Nel 2005 inizia a esplorare il potenziale espressivo dei fiori, realizzando le sue prime sculture botaniche.

In seguito a una mostra personale a New York, le sue creazioni vengono esposte in musei e gallerie di tutto il mondo. Nel 2009 fonda il laboratorio sperimentale AMKK – Azuma Makoto Botanical Research Institute. Da allora ha continuato a sperimentare e a ricercare la bellezza delle piante da un punto di vista innovativo. Nel rispetto della natura, ha portato piante e fiori al livello di vere e proprie opere d’arte.

Per l’IQOS Embassy di Roma, ha creato una sorprendente scultura botanica inedita, costituita da un pino giapponese iscritto all’interno di un telaio cubico in acciaio e dedicata ad per evocarne il piacere ecologico e naturalista.

Questa scultura di grandi dimensioni è stata esposta insieme a una serie di affascinanti fotografie del progetto Shiki.

IQOS Embassy e gli artisti: Benvenuto e Ledé

Le IQOS Embassy di Torino e Milano accolgono Benvenuto e Ledè

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle IQOS Embassy d’Italia e degli artisti ispirati da IQOS.

Oggi vi presentiamo due grandi nomi del panorama contemporaneo: Carlo Benvenuto e Thierry Ledé.

Carlo Benvenuto è uno dei più importanti artisti contemporanei del nostro Paese; le sue opere sono state esposte in gallerie e musei di tutto il mondo. Per IQOS ha creato una serie di still life dal grande valore iconico, che lo celebrano come oggetti quotidiano di desiderio e sono esposti nella suggestiva IQOS Embassy di Torino.

Thierry Ledé, artista e fotografo francese, ha iniziato la sua carriera come Direttore Creativo a Parigi. Negli anni ’90 si è trovato a documentare il mondo della moda in giro per il mondo. Le foto di backstage delle celebrità della moda sono divenute la sua ‘firma’. Dal 1993 al 2003, da Parigi a Milano, da Londra a Tokyo a New York, ha collezionato una galleria di affascinanti ritratti che ha tenuto chiusi in delle scatole per anni. 20 anni dopo, armato di forbici, Thierry ha deciso di reinventare quella realtà in forma di collage. In occasione dell’esposizione, ha creato dei ritratti di IQOS di talenti creativi legati al territorio, che l’IQOS Embassy di Milano ha esposto in esclusiva.

IQOS: Il segreto è l’HeatControl™ Technology

Temperatura perfetta per il tabacco: IQOS

Qual è la temperatura perfetta per il tabacco?

Una sigaretta tradizionale brucia a circa 800°C, ma per scoprire il gusto autentico del vero tabacco ne bastano circa 300°C.
Con IQOS nasce un nuovo modo di consumare il tabacco, alternativo alle sigarette. Grazie all’innovativa HeatControl™ Technology, IQOS scalda il tabacco alla temperatura ideale di circa 300°C invece di bruciarlo.

Attraverso un sistema di controllo costante della temperatura, IQOS permette di scoprire un gusto nuovo e diverso, il gusto autentico del vero tabacco.

Comunque, la temperatura è fondamentale anche in ambito gastronomico e soprattutto in questo periodo. L’estate, infatti, è il periodo dell’anno più adatto per solleticare le papille gustative con accoppiamenti freschi e intramontabili come il classico frittura di pesce e vino bianco.

Ma attenzione, ogni cosa ha la sua temperatura ideale e noi lo sappiamo bene. Per questo, il nostro suggerimento potrà tornarti utile per un’occasione speciale, una serata tra amici o semplicemente per aggiungere un tocco di allure al tuo aperitivo.
Se vuoi apprezzare al meglio tutto il sapore della frittura di pesce è consigliabile non superare i 180°C, mentre per la perfetta degustazione di un vino bianco la temperatura ideale è intorno ai 10°C, con piccole variazioni a seconda della tipologia di vino. Chiaramente dipende anche dall’invecchiamento della bottiglia, ma questa è un’altra storia.

Non ci resta che augurare… una buona serata in compagnia di IQOS!

La tecnologia IQOS svela un nuovo design

Il design colibrì, per la tecnologia IQOS

Una nuova veste per la rivoluzione del tabacco senza fumo.

Non c’è modo migliore di cominciare l’anno che con un cambiamento e, nel caso di IQOS, una rivoluzione. IQOS cambia design! La tecnologia IQOS ha modificato per sempre il modo di gustare il tabacco – senza fumo – ed ora, rinnova totalmente anche il proprio volto, con un nuovo stile iconico e contemporaneo.

Come degno testimonial di tutto questo abbiamo scelto il principe della leggerezza e dell’eleganza nel mondo animale, un delicato uccello dalle straordinarie capacità: il colibrì. Forse non tutti sanno che il colibrì ha una padronanza del controllo della propria temperatura corporea fuori dal comune, che lo avvicina all’avanzata tecnologia HeatControl™.

Il velocissimo battito delle sue ali infatti creerebbe un surriscaldamento intollerabile per il corpo, surriscaldamento che viene controllato da una ridistribuzione del calore e dalla dispersione verso l’ambiente esterno. Il piccolo colibrì riesce così a volare al massimo delle possibilità, nutrirsi e vivere in armonia con l’ambiente circostante. Il piumaggio intenso e cangiante dell’uccello ha ispirato anche i nuovi colori: un verde fluorescente ed un blu intenso.

Con questa svolta IQOS torna anche al cuore della sua materia prima e della naturalità: il tabacco.

Come utilizzare IQOS al meglio?

IQOS: consigli per l’utilizzo

Una raccolta di semplici consigli. Da come pulire IQOS a come mantenerlo al meglio per godere appieno del gusto autentico del vero tabacco.

Cosa puoi fare per non essere mai deluso? Per prima cosa, esegui regolarmente una pulizia manuale approfondita del tuo IQOS, con la rimozione dei residui di tabacco. Il corretto inserimento dello stick di tabacco potrebbe, infatti, essere ostacolato proprio da questi piccoli residui. Nel normale utilizzo, infatti, tendono a depositarsi all’interno dell’holder e, a volte, sulla lama. La pulizia manuale è una procedura di manutenzione fondamentale per mantenere il gusto del tabacco integro e garantire l’efficienza del tuo dispositivo a lungo. Ma come pulire IQOS al meglio?

Per pulirlo manualmente ti sarà sufficiente rimuovere il cappuccio e tenerlo per pochi secondi sotto un getto di acqua corrente. Completato questo passaggio, usa la spazzola piccola dell’accessorio di pulizia in dotazione nel tuo IQOS Kit per rimuovere eventuali residui all’interno del cappuccio. Utilizza, invece, la spazzola grande per pulire la parte centrale del dispositivo. Questa procedura può essere affiancata alla funzione di autopulizia della lamina riscaldante, che si attiva automaticamente dopo 20 Stick di Tabacco . Puoi attivare questa funzione manualmente premendo l’apposito tasto posto sopra quello di accensione del Pocket Charger.

Nelle operazioni di pulizia puoi aiutarti anche con i cleaning stick, bastoncini imbevuti in una speciale soluzione a base di acqua ed etanolo che puoi trovare in vendita nei migliori IQOS Store, nelle Embassy e Boutique.

Se le difficoltà di inserimento persistono, però, potrebbe trattarsi di un piccolo difetto di produzione dello stick di tabacco, oppure la lamina posta all’interno del dispositivo potrebbe essere stata accidentalmente danneggiata durante l’utilizzo.

Per tutti i consigli sulla manutenzione del tuo dispositivo potrai rivolgerti agli esperti IQOS.

Trova quello più vicino a te in una Embassy, Boutique o IQOS Store. Qualora non ti fosse possibile recarti di persona presso un nostro punto vendita per incontrare un esperto IQOS ti invitiamo a contattare il nostro Servizio Clienti al numero verde gratuito 800 22 60 42, attivo tutti i giorni 24 ore su 24, per ricevere tutte le indicazioni utili a riconsegnare il prodotto difettoso e ottenerne l’adeguata sostituzione in garanzia.

Continuate a seguirci per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti sull’universo di IQOS.

IQOS conquista il Giappone

IQOS, la tecnologia scalda tabacco, che conquista il Giappone

La tecnologia del tabacco senza fumo di IQOS conquista il Paese del Sol Levante. Ed è solo l’inizio.

Oltre 1 milione di dispositivi venduti, più di 400 punti vendita IQOS che includono caffè, ristoranti, uffici e hotel venue, 5% di quota di mercato conquistata. Questi i risultati ottenuti in Giappone in meno di un anno di attività. Possiamo dire di avere tutti i numeri per essere soddisfatti. A sottolineare questi dati è il CEO di PMI, André Calantzopoulos, che in un’intervista dichiara: “IQOS ha guadagnato popolarità molto più rapidamente di quanto abbiamo immaginato al momento del lancio. Un vero boom, insomma.

Ma come si spiega questo incredibile risultato di IQOS in Giappone?

Certamente, il fattore principale sta nella tipica mentalità del popolo giapponese, abituato – quasi fisiologicamente – a tutto ciò che è innovazione. Basti ricordare che il Giappone è tra i primi posti nel campo della ricerca scientifica. In particolare nella tecnologia, nella produzione di macchinari e nella ricerca biomedica.

In questo scenario, IQOS ha sicuramente trovato terreno fertile grazie al suo DNA pioneristico diventando molto popolare in pochissimo tempo. Esistono però altri motivi che spiegano questo enorme successo come, per esempio, l’esigente personalità del fumatore medio giapponese. Pochi anni fa, infatti, le prime sigarette elettroniche non furono accolte con soddisfazione e molti si lamentarono di aver perso così la possibilità di godersi il vero sapore del tabacco. Con l’arrivo di IQOS, invece, i giapponesi hanno ritrovato quel gusto che avevano perso con le sigarette elettroniche scoprendo, inoltre, un prodotto ad alto tasso di tecnologia e a potenziale basso rischio per la salute. Senza fumo. 

Insomma un nuovo modo per godere appieno del gusto autentico del vero tabacco.

A queste evidenze c’è da aggiungere che in Giappone la filosofia della riduzione del danno è sicuramente qualcosa che suscita interesse. È un popolo pratico, quello giapponese. Ed è forse anche per questo che IQOS, sta diventando un prodotto di culto. Tuttavia un altro dato che, a questo punto, non dovrebbe stupire più di tanto è la rapida diffusione di questa filosofia anche in Europa e negli Stati Uniti. Tra non molto, infatti, si stima che IQOS possa raddoppiare o triplicare il suo successo anche in altri grandi Paesi come la Russia, per esempio.

Vi terremo aggiornati!