Oltre il dispositivo elettronico: la tecnologia IQOS all’interno degli stick

stick di tabacco heets e filtro

Pensate che la tecnologia all’avanguardia di IQOS sia racchiusa solo nel dispositivo elettronico? Non è così. Anche gli stick di tabacco progettati per essere scaldati con IQOS sono il prodotto di un approccio tecnologico altrettanto sofisticato. La speciale progettazione e la differenza in termini di esperienza di gusto offrono ai fumatori un vero concentrato di innovazione.

È stato necessario qualche un decennio di ricerca e sviluppo, supportato da investimenti di miliardi di dollari, per arrivare alla nascita del dispositivo IQOS. L’obiettivo da raggiungere era chiaro. Creare un nuovo modo di consumare tabacco senza combustione e senza fumo, offrendo ai fumatori adulti un’alternativa alla sigaretta per un futuro senza fumo.

Come per molti altri aspetti delle nostre vite, per giungere a questo traguardo la tecnologia è stata essenziale. Così come ha cambiato il nostro modo di lavorare e di vivere nel corso degli anni, oggi arriva a cambiare radicalmente il modo di consumare il tabacco. A supporto della tecnologia si è mossa fianco a fianco la ricerca scientifica. È stata proprio la loro unione a consentire la nascita di qualcosa di completamente nuovo. E’ il consumo del tabacco scaldato e non bruciato tramite un dispositivo elettronico grazie al brevetto HeatControl Technology, destinato ai milioni di fumatori adulti che scelgono di utilizzarlo. In poche parole è questa la chiave della rivoluzione creata da Philip Morris con IQOS.

Alla base del sistema IQOS è quindi la HeatControl Technology. Racchiusa in un software dedicato alla gestione del ciclo di riscaldamento e mantenimento di una temperatura controllata, è collocata nell’involucro denominato ‘holder’. Al suo interno si inserisce lo stick di tabacco, scaldato attraverso una lamina di platino e ceramica fino a una temperatura massima di 350°C, senza mai attivare il processo di combustione.

Il dispositivo elettronico viene utilizzato solo con stick di tabacco appositamente progettati per essere scaldati con IQOS.

Si chiamano Heets e sono in vendita in tabaccheria in 5 varianti, con una serie di differenze in termini di gusto. Un vero e proprio concentrato di innovazione, che sta rivoluzionando l’approccio al consumo del tabacco, consentendo di assaporarne l’aroma autentico.

Una alternativa migliore per i fumatori che desiderano abbandonare definitivamente le sigarette, continuando a utilizzare tabacco, perché senza combustione, e quindi senza fumo, cenere e odore.

Gli stick, prodotti nell’imponente impianto industriale di Crespellano (nei pressi di Bologna), sono una testimonianza concreta della rivoluzione in atto, in quanto prodotti seguendo un processo di lavorazione assolutamente peculiare. Questo consente un funzionamento ottimale della HeatControl Technology che consenta il riscaldamento del tabacco all’interno dello stick in modo omogeneo ad una temperatura costante. Tutti i materiali utilizzati nella loro produzione vengono selezionati in modo accurato e testati in laboratorio con metodi rigorosi.

Stick scaldati con IQOS per un nuovo modo di gustare il tabacco

Scopriamo allora qualche dettaglio in più sulla struttura interna dello stick di tabacco Heets. Composto da due parti fondamentali, ovvero il filtro e il tabacco, lo stick progettato per IQOS al suo interno rivela invece un grado di tecnologia che lo rende del tutto unico.

Cominciamo dal filtro, che contiene ben 4 elementi distinti al suo interno. Il primo, posto sull’estremità dello stick che si pone sulle labbra, è un filtro di origine vegetale molto simile a quello della sigaretta convenzionale.

A contatto con questo primo filtro, ne troviamo un secondo, detto ‘filtro cavo’, che mantiene il tabacco compatto quando lo stick viene inserito nell’holder. Al suo interno è collocata una pellicola di origine naturale, denominata PLA, ottenuta da una resina derivata dall’amido di mais, lavorata in fogli sottili e poi piegata. Questo secondo filtro serve a raffreddare il vapore emesso durante il riscaldamento dello stick all’interno dell’holder in maniera costante ad ogni utilizzo.

Il cambiamento nel colore e nella consistenza del filtro dopo l’uso è un cambiamento naturale, dal momento che le molecole di resina di mais reagiscono al vapore caldo che le attraversa, raffreddandolo e rimuovendo l’acqua in eccesso. Il filtro PLA non rilascia sostanze nocive durante l’utilizzo e può essere usato con sicurezza all’interno degli stick di tabacco.

Vi è poi un quarto ed ultimo elemento del filtro, ovvero la copertura esterna-in carta, che mantiene uniti i 3 componenti al suo interno.

Giungiamo al cuore di ogni stick

La sezione contiene il tabacco da scaldare, rivestita da una pellicola di alluminio che trattiene il calore all’interno dello stick, senza rilasciare sostanze nocive durante l’utilizzo. Esternamente lo stick è coperto da una cartina bianca di protezione, che preserva l’intera struttura.

Per facilitare l’inserimento della lamina di platino e ceramica e la conduzione del calore nello stick, il tabacco subisce una lavorazione specifica. Polverizzato e ricostituito, viene trasformato in un foglio omogeneo e compatta, e quindi sottoposto al processo brevettato denominato ‘crimping’. In sostanza, i macchinari comprimono i sottili fogli con una lavorazione molto simile a quella utilizzata per la carta goffrata. Grazie a questa struttura, la durata di ogni stick è simile a quella della sigaretta: 14 tiri o 6 minuti.

 

IQOS e sigaretta elettronica: un nuovo mondo?

iqos problemi e cig alternativa alla sigaretta prodotti alternativi iqos garanzia

I fumatori attenti lo sanno. Quelli un po’ meno informati forse non si sono posti la domanda: IQOS e la sigaretta elettronica funzionano allo stesso modo? E poi, quali affinità o quali differenze esistono fra IQOS e le ecig sul mercato? Parliamo di tecnica, filosofia costruttiva, esperienza d’uso, punti vendita. Scopriamo insieme come due diverse tecnologie possano rispondere ad un unico comune bisogno dei fumatori: trovare una migliore alternativa alle sigarette e al fumo tradizionale.

Sono ancora molti i fumatori che si chiedono se IQOS funzioni allo stesso modo di una sigaretta elettronica. La domanda è assolutamente legittima, soprattutto tra coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo del tabacco scaldato nella ricerca di una valida alternativa al modo tradizionale di concepire il fumo.

Diciamolo subito: la risposta è no. IQOS non è come una sigaretta elettronica e le differenze tra le due tecnologie sono diverse, a cominciare dall’utilizzo di tabacco con IQOS e di liquidi con la sigaretta elettronica fino alla diversa gestualità.

iqos vs ecig tabacco

C’è però un elemento essenziale che accomuna IQOS e le sigarette elettroniche (dette anche e cigarette o e cig): il tentativo di rispondere al bisogno, sempre più diffuso tra i fumatori adulti a livello globale, di lasciarsi il fumo alle spalle.

La risposta al fumo è arrivata in un primo tempo dalle sigarette elettroniche e, più recentemente, dai riscaldatori di tabacco.

A contraddistinguere queste due alternative al fumo è la tecnologia utilizzata. Nel caso delle sigarette elettroniche, l’elettronica viene utilizzata per generare un vapore attraverso il riscaldamento di liquidi. Nel caso dei riscaldatori di tabacco, d’altra parte, la tecnologia viene utilizzata per scaldare dispositivo elettronico  stick di tabacco appositamente progettati senza bruciarli.

Le tecnologie alla base del funzionamento delle sigarette elettroniche o dei riscaldatori di tabacco nascono, dunque, da un’esigenza unica e condivisa. Permettono ai fumatori di poter scegliere un prodotto differente dalle sigarette tradizionali, mantenendo alcune caratteristiche fondamentali nell’esperienza, come una certa gestualità o il gusto del tabacco (nel caso dei riscaldatori), oppure introducendone altre, come l’aromatizzazione del vapore (nel caso delle e cig).

Vale la pena analizzare più a fondo le relative caratteristiche che le contraddistinguono e possono far propendere il singolo fumatore verso l’una o l’altra proposta in base alle proprie esigenze.

1. Il vademecum per conoscere IQOS e le sigarette elettroniche
1.1. Materie prime
1.2. Tecnologia
1.3. Esperienza
1.4. Pulizia
1.5. Gestualità
1.6. Design
2. Dove acquistare?
3. Cina e Svizzera: due mondi diversi per rispondere allo stesso bisogno
3.2. L’anno della svolta
3.3. Cube, il centro di ricerca di Neuchâtel

Il vademecum per conoscere IQOS e le ecig

IQOS dunque non è come una sigaretta elettronica perché non scalda liquidi ma tabacco, senza attivare il processo di combustione. Entrambi sono però prodotti elettronici che utilizzano una nuova tecnologia.

Analizziamo quindi nel dettaglio le rispettive caratteristiche.

1. Materie prime

La prima differenza fra IQOS e le e cigarette è nella scelta delle materie prime da scaldare e vaporizzare. Per le e cig si tratta di liquidi ottenuti mescolando varie componenti, fra cui la nicotina, con differenti tonalità di gusto. Tali liquidi sono ottenuti tramite mix di aromi.

La sigaretta elettronica è, dunque, un dispositivo elettronico che scalda un liquido, nella maggior parte dei casi contenente nicotina, per generare un aerosol comunemente chiamato “vapore”. L’uso delle e cigarette è comunemente noto come vaping.

Questo funzionamento è sostanzialmente identico in qualsiasi sigaretta elettronica sul mercato. La differenziazione dell’esperienza si ottiene attraverso le diverse tonalità di gusto da vaporizzare. Si stima che solo nel mercato statunitense siano in vendita oltre 7.000 liquidi per le sigarette elettroniche.

IQOS, d’altra parte, scalda e non brucia vero tabacco, contenuto in stick appositamente progettati disponibili esclusivamente in tabaccheria in 5 diverse varianti di gusto.

iqos ecig materie prime

2. Tecnologia

La sigaretta elettronica sfrutta un atomizzatore, ovvero un meccanismo elettronico che scalda e vaporizza un liquido aromatizzato. I modelli di sigaretta elettronica attualmente disponibili sul mercato sono moltissimi. È quindi difficile stilare una classifica in termini di affidabilità ed efficienza.

Il sistema IQOS si basa invece sul brevetto Philip Morris International, denominato HeatControl Technology, che grazie a un software di gestione e un riscaldatore miniaturizzato scalda e non brucia il tabacco a temperatura controllata (fino a 350°C) senza mai attivare il processo di combustione . Una tecnologia che nasce nei laboratori svizzeri di Neuchâtel, dove nel cosiddetto CUBE opera da oltre un decennio un centro di ricerca e sviluppo di eccellenza che si avvale della collaborazione di oltre 430 scienziati e ingegneri di fama internazionale.

iqos vs e cig tecnologia

 

3. Esperienza

Questo punto è fondamentale. Quando un fumatore decide di usare una sigaretta elettronica, aspira un vapore più o meno aromatizzato per un intervallo di tempo indefinito. A contatto con le labbra percepisce solitamente un bocchino in plastica di forma variabile secondo il modello.

Il consumo di uno stick di tabacco scaldato con IQOS ha invece un inizio e una fine e a contatto con le labbra si ha un filtro che si avvicina a quello di una sigaretta.

ecig vs iqos esperienza

 

4. Pulizia

A differenza delle normali sigarette, che sono sostanzialmente ‘usa e getta’, sia le sigarette elettroniche che l’holder IQOS necessitano di operazioni di pulizia.

Nel caso delle e cig, la manutenzione dipende dai modelli, da quelli a sistema chiuso, che si ricaricano con le cartucce, a quelle a sistema aperto, che si ricaricano manualmente inserendo il liquido direttamente nel serbatoio. A prescindere dal modello, tuttavia, è sempre importante provvedere frequentemente alla pulizia del beccuccio da cui “si svapa”, del serbatoio dove risiede il liquido o la cartuccia e, soprattutto, della testina riscaldante. Quest’ultima serve a portare ad evaporazione il liquido. In breve tempo però possono formarsi dei depositi che, se non rimossi, offrono all’utilizzatore uno sgradevole sentore di bruciato.

Nel caso di IQOS, occorre far attenzione invece ai piccoli residui di tabacco che possono accumularsi all’interno dell’holder durante il riscaldamento dello stick. Se non rimossi periodicamente,  potrebbero ostacolare il corretto inserimento dello stick di tabacco e generare cattivo odore.

L’operazione di pulizia è semplice, in poche mosse è possibile garantire una cura efficace e completa utilizzando gli accessori dedicati. Si raccomanda di pulire l’holder ogni 20 stick di tabacco utilizzati, o comunque una volta al giorno. In tal modo è possibile preservare nel tempo sia l’efficienza del dispositivo elettronico sia il sapore del tabacco, scaldato e non combusto.

iqos vs ecig pulizia

5. Gestualità

L’utilizzo di una sigaretta elettronica varia, di poco, secondo il modello. Ad esempio, se si utilizza una di tipo ricaricabile (refillable), il consumatore deve caricare la batteria, verificare lo stato della testina riscaldante, caricare una cartuccia, accendere il sistema e attendere che si generi il vapore.

Un’esperienza – priva di un inizio e una fine predeterminati – che consente di assorbire nicotina, ma con gestualità e modalità di utilizzo abbastanza diversi rispetto ad una sigaretta tradizionale. Nel caso delle sigarette elettroniche in cui è previsto un serbatoio separato nel quale viene versato il liquido da vaporizzare, questo liquido va composto miscelando due ingredienti: una base priva di gusto contenente nicotina in diverse percentuali, più una componente aromatica da aggiungere a piacere, secondo la concentrazione scelta dal fumatore.

La gestualità legata ad IQOS include l’utilizzo di tabacco.

Una volta estratto l’holder dal caricatore tascabile, basta inserire al suo interno lo stick di tabacco nella variante prescelta, premere il pulsante dell’accensione e attendere che il segnale luminoso avverta della possibilità di iniziare l’esperienza. L’utilizzo dello stick termina dopo circa 6 minuti o circa 14 tiri, garantendo una durata dell’esperienza molto simile a quella di una sigaretta tradizionale.

L’holder IQOS viene tenuto in carica dal caricatore tascabile, a sua volta da ricaricare come uno smartphone ogni 20 stick utilizzati. Fa eccezione IQOS 3 Multi, che è un sistema integrato all-in-one capace di offrire ben 10 utilizzi consecutivi di stick di tabacco.

iqos vs ecig gestualità

6. Design

Sono ormai moltissimi i modelli di sigaretta elettronica disponibili in commercio, dai più piccoli ai più grandi, con caratteristiche diverse in termini di design. Esistono, inoltre, molti accessori universali dedicati alle e cigarette.

ecig vs iqos

Da sempre IQOS presta grande attenzione alla componente di “design”, ulteriormente affinata nelle versioni IQOS 3 e IQOS 3 Multi. Le forme ergonomiche e intuitivamente sofisticate vengono valorizzate dalle cromie distintive.

Possono, inoltre, essere personalizzate attraverso un’ampia gamma di accessori dedicati al riscaldatore di tabacco firmato Philip Morris: dalle cover in pregiata pelle italiana ai colored cap, dagli accessori per la pulizia ai tool per un uso più pratico e sicuro anche in automobile. Grazie alla vasta selezione di colori disponibili, gli accessori IQOS consentono oltre 570 diverse combinazioni.

Dove acquistare IQOS? E la sigaretta elettronica?

I punti vendita di riferimento per le sigarette elettroniche e per i liquidi dedicati sono molteplici. Le e cig possono essere acquistate su diversi siti online, in alcuni negozi fisici specializzati, spesso multibrand, e in molte tabaccherie.

Anche IQOS è disponibile in diverse tipologie di punti vendita. A partire dalle IQOS Embassy e Boutique, passando per Temporary Lounge  ed IQOS Store, fino ad arrivare allo shop online, sempre attivo per acquistare IQOS in ogni luogo e momento.

Cina e Svizzera: due mondi diversi per rispondere allo stesso bisogno

Due alternative al fumo dalla storia differente

Il variegato mondo delle sigarette elettroniche oggi è popolato da molti produttori e ancor più numerosi prodotti dedicati agli “svapatori” di liquidi con differenti concentrazioni di nicotina e una proposta notevole di accessori dedicati. Tuttavia, il concetto alla base di qualunque prodotto che sfrutti la vaporizzazione di un liquido, anche delle più nuove e cigarette, è sempre lo stesso e risale a un’idea concepita e sviluppata in Cina qualche tempo fa.

Da 50 anni …

La storia della sigaretta elettronica inizia nel 1963, quando l’inventore americano Herbert A. Gilbert, oggi ottantenne, depositò il primo brevetto della e cig. Gilbert parlava di “a smokeless non-tobacco cigarette”, ovvero una “sigaretta” che implicasse “la sostituzione di tabacco e carta bruciati con aria riscaldata, umida e aromatizzata”. Il dispositivo avrebbe dovuto produrre vapore aromatizzato senza nicotina. Il brevetto fu concesso nel 1965, ma l’invenzione di Gilbert era in anticipo sui tempi.

ecig story 1963

I pochi prototipi realizzati ricevettero scarsa attenzione e la e cig di Gilbert non fu mai commercializzata, anche perché il fumo tradizionale era ancora di moda in quel momento. Gilbert ha dichiarato nel 2013 che le sigarette elettroniche di oggi seguono il design di base presentato nel suo brevetto originale.

È tuttavia un farmacista cinese, Hon Lik, il vero “papà” della sigaretta elettronica. Inventore e uomo geniale, Lik ha lavorato come ricercatore per un’azienda che produceva prodotti a base di ginseng. Nel 2001 pensò di usare un elemento a ultrasuoni ad alta frequenza per vaporizzare un getto di liquido contenente nicotina sotto pressione. Questo design creò un vapore simile al fumo.

ecig story 2001

 

L’invenzione di Hon Lik doveva essere un’alternativa al fumo.

Hon Lik registrò il brevetto della sua e cigarette nel 2003. Nel 2004 le sigarette elettroniche furono immesse nel mercato per la prima volta attraverso la compagnia cinese Ruyan, che nel 2005 iniziò ad esportare sigarette elettroniche fuori dai confini cinesi e nel 2007 entrò nel mercato statunitense. “Sapevo già che sarebbe stato un prodotto rivoluzionario” ha dichiarato Hon Lik in un’intervista del 2015. “Alcuni in Cina l’hanno chiamata la quinta invenzione – dopo la navigazione, la polvere da sparo, la stampa e la carta. Ma è un po’ eccessivo” ha ammesso. In realtà il farmacista cinese è ben consapevole della sua notorietà, come ha fatto intendere in una recente intervista al Guardian. “La mia vera passione, come molti altri inventori, è di lasciare un segno nella storia”.

ecig story 2003-2004

Nato in Svizzera

Correva l’anno 1998, invece, quando la svizzera Philip Morris International lanciava sul mercato, con il nome di Accord, una sigaretta che andava posta all’interno di un dispositivo a riscaldamento elettronico, un apparecchio a batteria dalle dimensioni di un cercapersone.

iqos story 1998

Da quel momento la ricerca non si è più arrestata. Quasi un decennio più tardi, nel 2007, Philip Morris International lancia una nuova versione del riscaldatore di tabacco. Cambia il nome. Ora si chiama Heatbar. La strada è ormai tracciata. L’Heatbar ha le dimensioni all’incirca di un telefonino cellulare e, così come l’Accord, scalda esclusivamente sigarette progettate per essere utilizzate con quel particolare dispositivo. Un sensore riconosceva infatti le dimensioni delle sigarette inserite e, in caso di mancata corrispondenza, non faceva partire il sistema di riscaldamento.

iqos story 2007

Nel corso dell’evoluzione che ha condotto allo sviluppo di IQOS, è risultato fondamentale il passaggio dal riscaldamento dello stick di tabacco dall’esterno all’interno. Quando si inserisce lo stick di tabacco Heets nell’holder, la lamina di ceramica diffonde in modo omogeneo il calore controllato al suo interno (fino ad una temperatura massima di 350°C, in modo tale da non attivare il processo di combustione). Il processo di riscaldamento si concentra, quindi, sul tabacco appositamente lavorato per consentire la veicolazione ottimale del calore all’interno, senza scaldare la carta, come avviene invece quando si scalda lo stick dall’esterno.

Grazie a questo approccio, IQOS offre il sapore autentico del tabacco, riscaldato e non bruciato.

L’anno della svolta

È tuttavia il 2014 l’anno della svolta. Il 20 novembre Philip Morris International lancia IQOS in anteprima mondiale a Milano e Nagoya (Giappone). Qualcuno lo ha definito “sigaretta ibrida”, altri semplicemente “un nuovo modo di fumare”, altri ancora “sigaretta senza combustione”.

A noi piace dire piuttosto che IQOS rappresenta una delle tappe più importanti per la realizzazione di un futuro senza fumo. “Puntiamo a un mondo smoke-free” – ha ripetuto più volte Eugenio Sidoli, Presidente di Philip Morris Italia. “Grazie ai nostri nuovi prodotti alternativi alle sigarette tradizionali come IQOS, che scalda il tabacco, non lo brucia e non crea combustione, cenere e, soprattutto, fumo. È un progetto, vero, ambizioso e giusto. E soprattutto è fatto spontaneamente, senza che ce l’abbia chiesto nessuno”.

L’obiettivo di un mondo senza fumo è un progetto globale rivoluzionario, che Sidoli non esita a definire: “La più grande campagna antifumo che il mondo abbia mai visto”.

iqos story 2014

Cube, il centro di ricerca di Neuchâtel

L’innovazione tecnologica è stata da sempre una sfida per Philip Morris International. Oggi l’obiettivo prioritario è quello di convertire entro il 2025 40 milioni di fumatori adulti nel mondo ai riscaldatori di tabacco smoke-free.

“Stiamo ancora imparando, ma abbiamo capito qual è la strada”, ha sottolineato Angelos Kolyris, vice presidente Product & Process Development. Ovvero, colui che segue lo sviluppo di IQOS e lavora a stretto contatto con gli scienziati all’interno del centro di ricerca svizzero Cube.

Proprio a Neuchâtel, come detto, vengono infatti concepite e sviluppate le soluzioni alternative alla sigaretta tradizionale firmate Philip Morris.

“Tutto è iniziato con l’idea e il sogno di sostituire le sigarette. Abbiamo selezionato i migliori scienziati, investito più di 4 miliardi di dollari, passato quasi 10 anni a perfezionare il design, la scienza e la tecnologia di IQOS così come lo conoscete oggi… Crediamo che questa sia la migliore alternativa alla sigaretta nel mondo” – ha dichiarato André Calantzopoulos, CEO di Philip Morris International.

In un contesto così competitivo, IQOS è stata una scommessa, una sfida al mercato. “Quando abbiamo posato la prima pietra della fabbrica di Bologna dove produciamo gli stick di tabacco, che vengono scaldati dal device elettronico, non avevamo consumatori” illustra Sidoli. “Volevamo solo che IQOS assomigliasse dal punto di vista dell’esperienza a una sigaretta tradizionale, così da facilitare la transizione dal mondo ‘con fumo’ ad una realtà priva di esso”.

IQOS al Salone dell’Auto di Torino: il futuro senza fumo in edizione limitata

Il connubio fra IQOS e il Salone dell’Auto di Torino giunge al suo terzo sigillo per l’edizione 2019 dell’appuntamento dedicato al mondo delle quattro ruote, al design e al racing. Occasione perfetta dunque per continuare a diffondere il progetto di un futuro senza fumo. E per lanciare la serie limitata Motor Edition IQOS 3 e IQOS Multi, la versione Motorsport del “dispositivo senza combustione”.

C’è tanta voglia di futuro nel settore dell’automotive. L’edizione 2019 del Salone dell’Auto al Parco Valentino di Torino si rinnova grazie ad una nuova sezione dedicata al mondo della mobilità alternativa e l’estensione dell’evento, nella sua declinazione dedicata al Motorsport e al design dell’auto, anche in centro città.

Con la stessa voglia di innovazione per un futuro senza fumo, IQOS parteciperà alla manifestazione, presentando a fumatori adulti e IQOS lover il “dispositivo senza combustione” in versione Motor Edition.

Parco del Valentino. La IQOS Lounge vi aspetta dal 19 al 23 giugno

Perfetto per chi vuole smettere di fumare le sigarette tradizionali e ricerca un’alternativa senza fumo e cenere. IQOS sarà presente al Parco Valentino con la sua Lounge. L’esposizione – aperta fino alla mezzanotte e gratuita al pubblico – si terrà dal 19 al 23 di giugno e partirà – come si suol dire – “full gas”.

La sera del giorno inaugurale infatti una parata di Formula 1 del recente passato sfilerà nel centro di Torino. Destinazione via Roma, il cosiddetto salotto torinese, una delle vie più glamour della città. Il tipico stile sobrio e posato della città sarà risvegliato dal carattere racing delle auto in parata, a cominciare dalla mitica Ferrari F1 che fu del compianto Michele Alboreto e di tutte le splendide auto da gara messe a disposizione dalla prestigiosa Scuderia Minardi in collaborazione con ACI.

La sfilata dedicata alla storia recente del Motorsport italiano passerà anche in Piazza Castello, dove invertirà la marcia per tornare al Parco Valentino. A pochi passi da questo tornante estemporaneo e da questo spettacolare “circuito cittadino” creato ad hoc, si trova anche la IQOS Embassy di Torino. In via di Porta Palatina 23 è ormai un punto di riferimento in città per i fumatori adulti che desiderano entrare nel mondo IQOS e vogliono provare a smettere di fumare sigarette tradizionali pur continuando a consumare tabacco con il dispositivo senza combustione.

Super Night Parade

L’evento dedicato alle auto da Formula racing non è l’unico pensato per la giornata inaugurale del Salone di Torino. In contemporanea sfileranno per la città anche alcune auto di assoluto prestigio guidate per l’occasione dai manager delle Case costruttrici presenti al Parco Valentino, da alcuni giornalisti e dai collezionisti che hanno voluto esporre al pubblico qualche gioiello su quattro ruote, solitamente tenuto nascosto, seppur con estremo riguardo, in un garage. Tutte insieme queste auto spettacolari animeranno la Supercar Night Parade, prevista dalle 20 alle 22.

Non solo racing, ma anche auto elettriche e mobilità alternativa

Come IQOS, anche il mondo dell’auto non si ferma mai e trova linfa vitale nella continua innovazione, nella ricerca di valide alternative. Nel caso dell’auto alla mobilità tradizionale, nel caso di IQOS alla sigaretta tradizionale.

Se di alternativa si parla, dunque, l’industria dell’auto punta su elettrico e ibrido. IQOS invece mette in campo la propria HeatControl Technology per sviluppare il dispositivo “che scalda il tabacco a temperatura controllata”, una valida alternativa dedicata a tutti coloro che desiderano continuare a utilizzare tabacco, abbandonando le sigarette tradizionali.

Nuovo focus del Salone dell’Auto al Parco Valentino di Torino è dunque la nicchia di valore dell’auto elettrica o a trazione mista, termica abbinata all’elettrico. Per sottolineare questo nuovo focus sarà proprio un’auto elettrica a tagliare il tradizionale nastro inaugurale della kermesse torinese. L’esposizione di tutti i progetti legati all’auto elettrica, ibrida e a guida autonoma saranno invece raccolte in un’area di valore del Parco.

Molto vicina a quest’area è la IQOS Lounge all’interno della quale gli IQOS lover e i fumatori adulti appassionati di Motorsport e di nuove tecnologie per cambiare il proprio stile di vita troveranno l’Edizione Limitata Motor Edition di IQOS 3 e IQOS 3 Multi.

La IQOS Lounge come sempre è il luogo dove conoscere il mondo del tabacco riscaldato con IQOS e tutti i suoi benefici. Senza fumo, senza cenere e meno odore persistente. Disponibili nella Lounge tutti i prodotti IQOS e i loro accessori con le relative offerte speciali. Non mancheranno inoltre addetti IQOS a disposizione dei fumatori adulti interessati a provare il riscaldatore di tabacco o a ricevere assistenza se già lo utilizzano.

Innovazione e mondo racing dialogano

Punta di diamante del Salone sul tema delle alternative alla mobilità tradizionale saranno i prototipi di auto a guida remota con tecnologia 5G. Probabilmente non siamo ancora pronti per un cambiamento così radicale delle nostre abitudini.

Ma non si può non rimanere affascinati dalle possibilità di evoluzione delle auto che oggi sono visibili solo nel mondo racing, o a livello sperimentale, ma che presto saranno alla portata di tutti. D’altronde, anche IQOS ha saputo rompere gli schemi con la sua vision per un futuro senza fumo, innescando un cambiamento radicale nel consumo del tabacco. Scaldando il tabacco fino a 350 gradi, IQOS non genera combustione. Non ci sono, quindi, fumo, cenere e permanenza di odori sgradevoli su abiti, mani o capelli.

Innovare con stile

Come seduti in un autosalone di pregio, poi, anche nella IQOS Lounge sarà possibile dedicare del tempo per accessoriare il proprio IQOS “fuoriserie”. Nella esclusiva livrea Motor Edition saranno infatti disponibili anche alcuni accessori sia per personalizzare il proprio stile nell’uso quotidiano oppure per mantenere il proprio IQOS grazie ad una pulizia adeguata. Tutti questi accessori – custodia in pelle, kit di pulizia, holder , ad esempio – mantengono la livrea Motor Edition, giocata sui toni del nero opaco e del rosso corsa, anch’essi in edizione limitata.

Il futuro senza fumo vi aspetta! Anche al Salone dell’Auto di Torino.

Scopri l’offerta di giugno potrai acquistare IQOS a un prezzo speciale: non sarà solo un amore estivo

Grazie all’offerta speciale su IQOS con 20 euro di sconto immediato sui kit IQOS 3 e 2.4 plus, se siete fumatori potrete acquistarlo ad un prezzo speciale. Lasciatevi conquistare dal design sofisticato e dai colori unici del dispositivo elettronico concepito per sostituire la sigaretta; capace di eliminare molti dei suoi svantaggi, a partire da fumo, cenere e odori persistenti.

IQOS ha pensato così ad un’offerta speciale, che permetta a tutti i fumatori adulti di scoprire un nuovo mondo quello del tabacco scaldato e non bruciato. Una offerta che prevede un sconto di 20€ sul prezzo di IQOS nelle versioni kit IQOS 3 e 2.4 plus.

È arrivato il momento di pensare ad un cambiamento: sostituire la sigaretta e passare al modo tutto innovativo di gustare il sapore del tabacco, scaldato e non bruciato. L’offerta speciale è valida fino al 30 giugno nello shop online e in tutte le IQOS Embassy e Boutique italiane aderenti all’iniziativa.

Perché passare ad IQOS?

Ci sono tanti buoni motivi per passare ad IQOS. Solo per citarne alcuni: l’assenza di fumo, cenere e odori persistenti, un migliore alito e un retrogusto meno forte rispetto a quando si usano sigarette. Poi, andando incontro all’estate, la stagione della vivacità e dei colori, non bisogna dimenticare che tra le caratteristiche che rendono unica l’esperienza con IQOS c’è sicuramente la capacità di stupire in fatto di stile grazie alle oltre 570 combinazioni di accessori. Grazie alla vasta gamma di colori disponibili, infatti, IQOS può abbinarsi a qualunque look dell’estate. Un device, che può accompagnarvi anche in seguito con continue novità, cromie dedicate e nuovi accessori giusti per ogni momento dell’anno.

Coaching per scoprire l’alternativa al tabacco tradizionale

Se state tentando di sostituire la sigaretta con un’alternativa al tabacco tradizionale, perché non provare IQOS? L’offerta speciale durerà fino alla fine di giugno. Se siete nuovi del mondo IQOS, poi, avete tutto il tempo per prenotare una settimana di prova senza impegno con l’assistenza costante di un IQOS Coach dedicato.

Il servizio di coaching offerto da IQOS è una buona idea per testare IQOS senza alcun impegno. Un Coach sarà infatti a vostra disposizione ogni giorno, fisicamente o via telefono. Vi svelerà tutti i segreti dell’alternativa al tabacco tradizionale; illustrandovi la gestualità, le varianti di gusto e l’importanza delle operazioni di pulizia.

Tutti i fumatori adulti potranno testare quindi con il supporto di un esperto i kit 3 o 2.4 Plus e, in caso di esito positivo, utilizzare l’offerta speciale estiva per acquistare il kit IQOS prescelto nel colore preferito con uno sconto di 20 euro su iqos.com e nelle IQOS Embassy e Boutique aderenti all’iniziativa .

Doppio kit per gli IQOS lover

Se invece sei già un IQOS lover, potresti approfittare dell’offerta speciale sul prezzo di IQOS per acquistare un secondo kit da portare sempre con te. Potrebbero infatti verificarsi alcuni imprevisti che potrebbero essere uno ostacolo al cambiamento con IQOS come alternativa al tabacco tradizionale. Può accadere infatti di dimenticare, perdere o rompere accidentalmente il proprio IQOS e averne uno di scorta può rivelarsi utile. C’è poi anche chi non vuole condividere il proprio holder con altri, o non vuole aspettare il tempo della pausa tra una ricarica e l’altra.

Per gli IQOS lover dotati del 2.4 Plus, l’offerta speciale sul prezzo potrebbe essere l’occasione giusta per passare alla versione più avanzata IQOS 3.

L’ultima generazione di riscaldatori di tabacco firmati Philip Morris unisce stile, funzionalità e design compatto; grazie al caricatore tascabile dalle forme smussate e all’holder più piccolo di sempre.

Ancora, potreste usare sempre l’offerta speciale estiva per fare un regalo a un amico che già condivide con voi la passione per IQOS; o ad un fumatore che sta cercando di sostituire la sigaretta con un’alternativa al tabacco tradizionale senza fumo, cenere e odori persistenti.

Ogni IQOS lover merita di entrare nell’IQOS Club

Ricapitolando, tutti gli IQOS lover e i fumatori adulti che vogliono provare un’alternativa al tabacco tradizionale hanno tempo fino al 30 giugno per beneficiare dell’offerta speciale sui kit IQOS 3 o 2.4 Plus: 20 euro di sconto immediato sul prezzo di IQOS su iqos.com e nelle IQOS Embassy e Boutique aderenti all’iniziativa.

Diventare IQOS lover poi garantisce moltissime opportunità grazie al programma  IQOS CLUB, il programma fedeltà che ogni giorno propone news, e offerte speciali legati al mondo dell’innovativo riscaldatore di tabacco alternativo alle sigarette tradizionali.

Un altro modo per lasciarsi il fumo alle spalle, insomma. Potresti pensare all’offerta speciale di giugno.

Nasce IQOS Club, il programma fedeltà che va oltre la semplice raccolta punti

IQOS Club, il programma loyalty di IQOS

IQOS da sempre intende offrire un’esperienza unica e innovativa a tutti i fumatori adulti che desiderano un’alternativa alla sigaretta tradizionale. Ora nasce IQOS Club, un programma fedeltà che, come IQOS, non ha nulla di tradizionale. Propone l’ingresso in una community esclusiva, lontana anni luce dalle classiche carte fedeltà o dalle semplici raccolte punti. In un mondo che sempre più esprime la volontà di allontanarsi dal fumo tradizionale, IQOS mantiene e rafforza la propria proposta esperienziale. Non è uno strumento per smettere di fumare ma un modo nuovo di consumare il tabacco, più autentico e vicino alle esigenze dei fumatori adulti che vogliono continuare a farlo. IQOS Club è quindi un luogo virtuale che ha l’ambizione di riunire gli utilizzatori e i fumatori curiosi desiderosi di abbandonare la sigaretta tradizionale per vivere un’esperienza diversa.

IQOS, dal suo lancio in Italia, ha partecipato ai più importanti eventi d’arte e cultura rendendo possibile l’incontro fra IQOS user – attraverso le sue Embassy e Boutique o l’impegno di IQOS Ambassador e Coach – e fumatori adulti interessati ad una valida alternativa alla sigaretta.

Ora però è finalmente arrivato il momento di IQOS Clubuna community, e non un semplice programma fedeltà con tanti strumenti di interazione creati per far vivere agli IQOS lover un’esperienza a tutto tondo.

Tutto quello che c’è da sapere su IQOS Club:

1. Come si accede ad IQOS Club
2. Parliamo con i creatori dell’IQOS Club
3. Ci sono dei limiti di accesso all’IQOS Club?
4. Come si ottengono i punti?
5. Come si svolge l’esperienza all’interno di IQOS Club?
6. Cosa fare una volta entrati nell’IQOS Club?
7. Come è strutturato il profilo di un utente IQOS Club?

Come si accede ad IQOS Club

L’accesso alla community di IQOS Club è molto semplice. Se avete acquistato IQOS e siete correttamente registrati su iqos.com, siete automaticamente membri del club. Per rendere unica la vostra partecipazione avrete la possibilità di iniziare a confrontarvi con altri utenti o partecipare alle esperienze del club; per cogliere appieno tutti i benefici di essere iscritti.

Parlando, infatti, di vantaggi e opportunità, essere un membro attivo di IQOS Club permette di usufruire velocemente di tanti vantaggi tutti da scoprire.

Il Club ha uno spazio riservato accessibile dal sito ufficiale IQOS. Dotato di contenuti ancora più utili e coinvolgenti e caratterizzato da un look&feel speciale, IQOS Club è uno strumento perfetto per essere sempre coinvolti nelle attività firmate IQOS, ottenere tanti benefici, realizzare in anteprima acquisti esclusivi. Consente in questo modo agli IQOS user di scoprire e vivere in tutta la sua pienezza IQOS, il riscaldatore elettronico di tabacco  che elimina fumo, cenere e con odore meno persistente.

IQOS Club - leggi, condividi, invita i tuoi amici fumatori adulti

La piattaforma offre pagine di aggiornamento, pagine di approfondimento e offerte esclusive per tutti gli IQOS user che accedono al Club.

Una proposta che vuole accrescere il livello di soddisfazione degli IQOS lover non solo in termini di informazione sul prodotto, ma anche dal punto di vista puramente pratico ed esperienziale. E per finire,  IQOS Club offre anche una sezione ‘Quiz’ con sfide coinvolgenti per misurare il proprio livello di conoscenza del mondo dell’innovativo riscaldatore di tabacco alternativo alle sigarette tradizionali.

IQOS Club permette inoltre di approfondire costantemente i temi più interessanti legati alla visione di Philip Morris di un futuro senza fumo con un’area dedicata agli argomenti più discussi della community, dove leggere gli articoli più interessanti sul mondo IQOS, guardare video, scoprire i nuovi device, gli accessori inediti e le cromie più trendy.
IQOS Club, il programma esclusivo IQOS

Parliamo con i creatori dell’IQOS Club

Un’esperienza così ricca e interattiva va raccontata bene. Abbiamo perciò chiesto a Claudia Mayer, Manager Retention & Advocacy, di Philip Morris Italia e responsabile di IQOS Club, di illustrare in dettaglio questo progetto volto a coinvolgere tutti gli IQOS lover italiani che cercano in IQOS uno strumento per cambiare ed abbandonare il fumo tradizionale.

Ma quali sono le novità di questo Club esclusivo?

“Iniziamo dal look & feel. L’estetica della piattaforma IQOS Club punta all’interazione e allo scambio tra i membri. Diffondere l’innovazione per un futuro senza fumo significa infatti condivisione. Passando poi alle funzionalità, troviamo il nuovo profilo personalizzabile con le informazioni di ciascun utente e il nuovo sistema di badge assegnati individualmente”.

IQOS Club in due parole: come lo descriveresti?

“Difficile in sole due parole raccontare l’esperienza alla base di IQOS Club. Potremmo definirla una community esclusiva che, grazie a tutti gli innumerevoli vantaggi offerti, permette di vivere appieno l’esperienza IQOS, accumulando punti, ottenendo vantaggi e partecipando ad eventi dedicati. Tutto questo si ricollega a elementi fondamentali della filosofia Philip Morris, come il ‘be different’.  Il concetto ‘be different’, rappresenta in tutti i sensi la visione per un futuro senza fumo che vede IQOS come innovatore del mondo del tabacco e game changer. Tutti i fumatori adulti che scelgono e apprezzano IQOS lo fanno perché ne comprendono la filosofia differente e il modo propositivo di costruire una nuova accezione per il consumo del tabacco privo di combustione. Ci auguriamo che gli IQOS lover condividano queste prospettive e siano entusiasti del progetto IQOS Club”.

Come si accede ad IQOS Club?

“In realtà è semplicissimo. Chi ha acquistato un qualsiasi dispositivo IQOS è automaticamente membro del Club. All’IQOS lover non basta che iniziare a vivere tutte le esperienze offerte nella piattaforma. Ad esempio, è possibile vedere i tutorial, ottenere informazioni aggiornate sulle ultime versioni dei dispositivi e degli accessori, condividere i video più interessanti e guadagnare punti, rispondere a quiz per incrementare il proprio punteggio e quindi cambiare i punti con oggetti, vantaggi oppure offerte speciali dedicate. Interagendo con la piattaforma dell’IQOS Club si possono avere davvero anche tante opportunità: offerte combinate sugli accessori, IQOS kit, partecipazione ad eventi”.

Ci sono dei limiti di accesso all’IQOS Club?

“Diciamo che la prima regola è essere un utilizzatore IQOS. Una volta registrato il kit sul sito iqos.com, il consumatore avrà automaticamente accesso all’IQOS Club tramite il suo account”.

Cosa sono i punti del club e cosa contraddistingue i 3 status: Silver, Gold e Platinum?

“Abbiamo creato il Club come un luogo immersivo dove gli utenti potranno compiere azioni che permettono di guadagnare punti e acquisire diversi status, Silver, Gold e Platinum. Ci sono poi Reward e Benefit che dipendono dallo status raggiunto del singolo IQOS Lover e permettono di interagire con il proprio ‘monte punti’ (il cosiddetto ‘wallet’) e decidere se mantenerlo invariato oppure cederne una parte per acquistare qualcosa. Ad ognuno si accede in base ai punti guadagnati nell’interazione con il Club o con altri utenti: bastano 200 punti per il badge/status Silver, 2500 per il Gold e 7500 per il Platinum”.

Come si ottengono i punti?

“Se dovessimo fare una classifica delle azioni che un utente può compiere per acquisire punti, potremmo dire che occorre prima di tutto interagire con il Club, poi condividerne i contenuti, anche all’esterno, e infine partecipare alle sfide, ai quiz e ai sondaggi proposti regolarmente. Senza dimenticare di invitare gli amici. Anche questo infatti porta punti e vantaggi a entrambi gli utenti. Ogni attività prevede un reward differente, i punteggi maggiori sono quelli connessi con una partecipazione attiva dell’utente. Poi ci sono dei punti per gli acquisti e per il passaggio da uno stato a un altro. Non dimentichiamo poi che tutte le azioni ‘positive’ legate al proprio IQOS permettono di ottenere punti extra. Solo per fare un esempio, anche prenotare una pulizia del proprio holder in una delle IQOS Embassy o Boutique in una delle nostre famose “cleaning week” fa aumentare il proprio punteggio”.

Come si possono utilizzare i punti accumulati con le azioni?

“Niente di più semplice, una volta che sono stati accumulati abbastanza punti basterà riscattare la ricompensa desiderata. Come? Si accede ad iqos.com con le proprie credenziali (fornite in sede di registrazione). Dal sito cliccando su IQOS Club si passa alla homepage della piattaforma dedicata dove, come prima cosa, vengono indicati lo status (detto anche ‘badge’) e il saldo punti. Si può decidere se verificare il riepilogo delle azioni oppure visitare il proprio profilo utente (e magari fare delle aggiunte per ottenere ancora più punti). Infine, si può decidere di utilizzare i propri punti. Il punteggio minimo per richiedere un oggetto dal catalogo è pari a 1.200 punti. Ovviamente, si possono selezionare uno o più oggetti secondo la disponibilità del saldo punti”.

Quali sono gli oggetti e i vantaggi disponibili e come vengono suddivisi a catalogo?

“Possiamo scegliere oggetti e vantaggi in base alla struttura del catalogo e, dunque, optare ad esempio per un dispositivo IQOS e uno o più accessori. Possiamo anche dedicare i nostri punti a un servizio premium o ancora ottenere crediti da spendere nello shop online su iqos.com.IQOS Club - alcuni degli esclusivi premi

IQOS kit e accessori

  • Possibilità di acquistare accessori e dispositivi attraverso i punti accumulati
  • Possibilità di ottenere un IQOS 3 gratuitamente o con sconti speciali

Servizi premium legati allo shop online

  • Consegna gratuita degli acquisti
  • Acquisti in anteprima di kit e accessori
  • Preordine delle edizioni limitate

Sappiamo poi che ci sono delle opportunità esclusive per gli utenti del Club…

“Anche questo è vero. I membri dell’IQOS Club possono essere invitati a partecipare ad eventi esclusivi grazie alla formula ‘surprise & delight’. Ovvero, alcuni tra gli iscritti al Club verranno occasionalmente selezionati per partecipare a eventi musicali, sportivi o culturali. Tutti quegli eventi, cioè, che rendono unica la community IQOS e che vengono raccontati ogni giorno sul sito. Nei mesi scorsi, ad esempio, queste attività hanno permesso ad alcuni fortunati IQOS lover di essere al concerto dei Planet Funk o di Jamiroquai, ma anche di partecipare a Vinitaly o alla Milano Design Week.
Si può dire, dunque, che in funzione della propria presenza e interazione con IQOS Club e al numero di punti o allo status raggiunto è possibile accedere a vantaggi di diversa natura o partecipare ad appuntamenti unici. Per fare qualche altro esempio, chi ha raggiunto il badge Gold potrà accedere a quelli che definiamo ‘eventi premium’, dalle partite di calcio agli eventi speciali nelle IQOS Embassy. Per coloro che raggiungono il livello Platinum, poi, abbiamo pensato ad alcuni eventi VIP, appuntamenti davvero esclusivi e arricchiti anche dalla presenza di very special guest”.
IQOS Club: accumula punti e richiedi i premi

Come si svolge l’esperienza all’interno di IQOS Club?

“Siamo consapevoli del fatto che l’esperienza di diverse carte fedeltà o di una raccolta punti tradizionale possano essere giudicate poco attive o avvincenti. In questo la filosofia IQOS – sempre votata al cambiamento e all’innovazione – ci ha aiutato molto nel costruire un ‘luogo’ sempre stimolante e piacevole da vivere. Come detto, alla base dell’esperienza ci sono le azioni dei membri, che permettono di accumulare punti.

In questo senso IQOS Club è in tutto simile alla scelta iniziale del fumatore di passare a IQOS. La volontà di smettere di fumare la sigaretta tradizionale o quella elettronica sono le “spinte” per passare a IQOS. Rispondere alla richiesta di essere attivo all’interno del IQOS Club è quindi una conferma della scelta originaria e della volontà di viverla al meglio. Nel tempo l’accumulo di punti tramite l’interazione con le varie attività proposte dalla piattaforma dell’IQOS Club porta a una crescita in termini di status e dunque all’ampliarsi delle opportunità di reward e delle possibilità di interazione con altri IQOS lover.

I punti possono essere raccolti in molti modi diversi e possono essere spesi in modalità altrettanto numerose: la novità di questo programma fedeltà, infatti, è proprio nella sua dinamicità”.

Esistono quindi modalità di acquisizione punti diverse?

“Certamente. Andando più a fondo, l’ IQOS Club non si basa unicamente sulle azioni dei membri. La vita all’interno del Club è stata pensata per essere divertente e per ‘coccolare’ tutti gli iscritti. Per questo abbiamo creato i “Bonus”, che assegnano punti agli utenti per il solo fatto di essere attivi all’interno di IQOS Club. Non vogliamo svelarvi tutto, ma possiamo dire che sono oggetto di bonus, ad esempio, il proprio giorno del compleanno, la permanenza nel Club per periodi definiti, il passaggio da uno status a quello superiore e così via. L’idea è di rendere sempre vivace l’esperienza della community per riunire persone affini alla ricerca di un’alternativa alla sigaretta tradizionale, ma anche a quella elettronica”.

Cosa fare una volta entrati nell’IQOS Club?

Abbiamo visto, dunque, che IQOS Club si allontana molto dalle classiche esperienze di raccolta punti o da alcune carte fedeltà che tutti noi spesso dimentichiamo nel portafoglio o nella borsetta. Attenzione però: IQOS Club non nasce come un luogo – virtuale o meno – per smettere di fumare.

D’altra parte IQOS stesso non è uno strumento per raggiungere tale scopo. Questo dispositivo che scalda il tabacco e a differenza della sigaretta non lo brucia. Nasce invece per offrire ai suoi utilizzatori un’esperienza diversa, unica e completa, all’insegna del gusto autentico del tabacco scaldato e non combusto. Ecco perché ora nasce anche l’IQOS Club, le cui parole d’ordine sono: interagisci, condividi, partecipa e invita. Prendiamole una per una e vediamo cosa significano nell’universo IQOS.
IQOS Club - storico premi richiesti - smettere di fumare

Interagisci.

Interagire con gli altri membri, rispondere ai sondaggi o esprimere il proprio parere sono tutte azioni ricompensate dall’IQOS Club.
Tante sono le azioni che si possono compiere in tal senso. Guardare i video tutorial nella sezione “Articoli e Quiz” (50 punti); leggere articoli e i contenuti editoriali nella sezione “Articoli e Quiz” (50 punti); rispondere ai Quiz o ai sondaggi nella sezione “Articoli e Quiz” (150 punti). O ancora, completare il proprio profilo IQOS Club nella sezione “Profilo” (125 punti) inserendo tutte le informazioni richieste e riempiendo i campi facoltativi.

Condividi.

Essere sociali non solo è più divertente, ma garantisce anche punteggi più alti.
Condividere un contenuto su Facebook – se lo hai già sul tuo smartphone – , tramite Whatsapp o email ti permettono di aggiungere al tuo borsellino ben 80 punti.

Partecipa.

Ci sono poi azioni che permettono di rafforzare e arricchire la community, momenti in cui l’opinione del singolo è importante.
Così, partecipare a un contest sulla pagina Facebook di IQOS Italia permette di avere 500 punti, mentre partecipare a un evento IQOS o a un happening in una delle IQOS Embassy garantisce ben 600 punti.

Invita gli amici fumatori adulti nel Club.

Essere in IQOS Club è sicuramente interessante. Può diventare ancora più utile e divertente però, quando si condividono le esperienze con i propri amici fumatori adulti.

Ecco perché ci sono dei punti in palio per ogni amico che riesci a coinvolgere attivamente nella community:
– un amico fumatore vale 1000 punti;
– un secondo amico fumatore vale 1250 punti;
– 3 o più amici fumatori valgono 1500 punti;
– un gruppo di amici fumatori di cui due acquistano IQOS vale 2000 punti.

Non ci sono però solo queste azioni. Possiamo ottenere vantaggi e punti anche acquistando oppure facendo un passaggio da uno stato a un altro.

Acquista

1. Acquistare un kit aggiuntivo e registrarlo: 400 punti
2. Acquistare un pezzo singolo kit: 250 punti
3. Acquistare accessori come colored cap o cover laterali fino a 15€: 150 punti
4. Acquistare accessori con valore superiore a 15 €: 250 punti
5. Acquistare un’edizione limitata. Un oggetto unico ed esclusivo che solo in pochi potrete avere. Per un’azione così speciale anche i punti sono speciali: 600

Passaggio di Badge
1. Da silver a gold (200 punti)
2. Da gold a platinum (400 punti)

Come viene considerata la socialità del singolo?

Dato che IQOS Club vuole essere una community e un luogo di scambio e confronto, un elemento fondamentale è quello di essere sempre connessi e presenti. Ecco perché tra i vari modi per ottenere “extra punti” abbiamo anche molte azioni “social. In particolare, è importante collegare il proprio account Facebook permette di ottenere subito nuovi punti oppure completare il proprio profilo in maniera approfondita con i propri hobby per farsi conoscere meglio.

Come è strutturato il profilo di un utente IQOS Club?

L’esperienza online di IQOS Club varia un po’ in funzione dello status raggiunto. Una volta effettuato l’accesso alla piattaforma di IQOS Club, lo status (o badge) è visibile in alto a sinistra nella pagina, identificato anche da un colore specifico.

Oltre allo status, le altre informazioni subito visibili all’accesso sono i punti accumulati fino a quel momento e le attività previste per ogni status, siano esse azioni da compiere all’interno della piattaforma oppure al di fuori di essa, come un evento speciale o un invito in Embassy.
Andiamo però con ordine.

Tra le pagine interne del proprio profilo possiamo vedere la nostra “storia”. In ordine cronologico vengono indicate tutte le azioni fatte e i punti guadagnati, si può anche decidere se ordinarli per data o per attività.

C’è poi una pagina “Benefit”, che presenta tutti i benefici che si possono ottenere grazie al proprio status e che variano dal vivere un’esperienza esclusiva immersi nel mondo IQOS (la cosiddetta “surprise event premium”) all’assistenza dedicata in call center 24/7 per avere supporto in via prioritaria, o ancora qualsiasi nuova informazione sul mondo IQOS.

Tutti i membri del Club possono inoltre acquistare le limited edition prima di tutti gli altri. E infine c’è la possibilità dell’Assistenza Care Plus, il servizio premium dedicato ai clienti Gold. Un’assistenza speciale per la sostituzione del prodotto o, se si ha un dispositivo IQOS non più coperto da garanzia, per la sostituzione gratuita dell’holder o del caricatore tascabile.

Per finire, nella pagina “Quiz e Articoli” è possibile visionare tutti gli articoli esclusivi per gli iscritti al Club, ordinarli per data, salvare i preferiti e rileggerli in un secondo momento. Domande e quiz strutturati sono poi sempre disponibili per gli utenti.

Parliamo della pagina oggetti e vantaggi…

Sempre da profilo personale si può accedere al “catalogo” a disposizione per lo status di appartenenza. Ci sono le icone degli accessori, i nomi dei prodotti e sotto ognuno di essi il valore in punti. Come detto, possiamo “riscattarli” o meno grazie al nostro “wallet” con i punti accumulati.

Nuovi IQOS User e “vecchi” IQOS User come entrano nel Club?

I membri del Club sono tutti utilizzatori IQOS con un numero di dispositivo associato nel profilo di iqos.com. Alcuni pero possono aver appena acquistato IQOS, mentre altri possono averlo già da qualche tempo. Con il lancio della piattaforma di loyalty IQOS vuole offrire vantaggi a tutti. Per questo, se sei già un IQOS lover da tempo, riceverai una email per entrare nell’IQOS Club e iscriverti guadagnando subito 100 punti.

I servizi

Una volta in IQOS Club si possono attivare tutti i servizi premium riservati a chi fa parte del programma loyalty, come la consegna gratuita per ogni acquisto effettuato nello shop online.

IQOS agli Internazionali BNL d’Italia 2019 di Tennis a Roma: per il terzo anno consecutivo un match vincente

internazionali di tennis roma punti vendita iqos

Dal 6 maggio al Foro Italico di Roma si disputano gli Internazionali BNL d’Italia di tennis che ogni anno animano la Capitale, attirando oltre 350 mila visitatori. In un appuntamento così sfidante non poteva mancare il punto vendita IQOS. Una lounge speciale dove i fumatori adulti possono scoprire il mondo del riscaldamento del tabacco e tutti gli articoli per i fumatori adulti alla ricerca di una valida alternativa alla sigaretta. In più, due mostre esclusive tutte da scoprire.

Due settimane piene di pathos e agonismo, due settimane dove il gotha del tennis mondiale si ritroverà a Roma per gli Internazionali di Tennis e dove IQOS sarà, naturalmente, tra i protagonisti con il suo punto vendita. Così fino al 19 maggio i grandi nomi e tutti gli appassionati di tennis saranno a Roma per ammirare i campioni di questo sport in match avvincenti sulla terra rossa: da Novak Djokovic a Rafa Nadal passando per King Roger, da Serena Williams a Maria Sharapova, fino all’attuale numero uno della classifica WTA, Naomi Osaka.

Una Lounge davvero speciale

IQOS non poteva mancare a questo appuntamento e per il terzo anno consecutivo sarà partner degli Internazionali di tennis di Roma. Il punto vendita IQOS si trova all’interno dell’area del campo centrale su viale delle Olimpiadi dove i fumatori adulti possono conoscere il rivoluzionario dispositivo che scalda e non brucia il tabacco durante i match tennis più appassionanti.

Non basta. Oltre al punto vendita IQOS, la lounge sarà un punto di incontro per fumatori adulti e IQOS lover.

Ma anche un momento di scoperta con due mostre parallele. La prima sulla storia e sull’evoluzione della racchetta da tennis; da quelle in legno a quelle studiate con nuovissime leghe ultraleggere (grafite pura o mista, fibra di vetro, tungsteno o basalto). La seconda, dedicata ai fumatori adulti, è un’esposizione sull’evoluzione dei dispositivi IQOS. Si parte dalla prima generazione di riscaldatori del tabacco, nata addirittura nel 1990, dove il riscaldamento del tabacco avveniva dall’esterno e non dall’interno, come avviene invece ora con i nuovi IQOS 3 e IQOS 3 Multi. Qual è il vantaggio? Non trasferire calore direttamente sulla carta che avvolge lo stick, ma soltanto sul tabacco, scaldato fino a 350°C per ottenerne il sapore autentico.

Non può mancare poi un’area con tutti gli articoli dedicati ai fumatori che desiderano abbandonare il fumo e trovare una valida alternativa alle sigarette: dalle cap colorate alle nuove cover dalle cromie satinate e trendy alle eleganti custodie in pregiata pelle italiana. Senza dimenticare che si possono chiedere informazioni a proposito delle novità del prodotto, dei servizi di assistenza e dei punti vendita IQOS su tutto il territorio nazionale.

Uno sport in continua trasformazione

Nato come sport d’élite, praticato da pochi, il tennis oggi raccoglie moltissimi appassionati in Italia e nel mondo.  Non tutti sanno che il primo campo di terra rossa è stato realizzato in Liguria a Bordighera da Sir Charles Henry Lowe nel 1878.

Oggi possiamo dire con certezza che il tennis è considerato uno sport aperto ai più e legato a valori forti. Eleganza, forza, tecnica e innovazione che va dalla racchetta ai materiali per abbigliamento e calzature tecniche.

Molti grandi campioni di questo sport hanno poi dato il via a cambiamenti che hanno segnato un’epoca. Dai capelli lunghi di Björn Borg negli anni Settanta, ai completi fluo e tutto colore di Andre Agassi da metà anni Ottanta agli anni Novanta. Fino ad arrivare alla passione per la cucina di Roger Federer oggi.

E anche quest’anno ci aspettiamo grandi successi, grandi scontri e match avvincenti durante gli Internazionali di Tennis a Roma.

Gli Internazionali BNL d’Italia di Tennis di Roma

Oggi in Italia, secondo dati del Sole24Ore, i tesserati under 16 potrebbero superare quota 150 mila e negli ultimi cinque anni sono state aperte oltre 600 nuove scuole di tennis, un grande passo in avanti e se nell’edizione 2018 degli Internazionali di tennis di Roma ci sono stati oltre 350.000 i visitatori e oltre 200 mila ticket venduti per assistere ai match sia maschili sia femminili; per l’edizione del 2019 le aspettative sono altrettanto elevate, se non di più.

Al centro di questo importante parterre, tra protagonisti, spettatori e appassionati, c’è anche IQOS con il suo progetto innovativo per un futuro senza fumo. Il dispositivo creato da Philip Morris scalda il tabacco fino a 350°, senza bruciarlo, eliminando fumo, cenere e odori persistenti. Una rivoluzione rispetto al fumo di sigaretta. Se IQOS giocasse a tennis, molto probabilmente sarebbe un perfetto ace.

Tutti i fumatori adulti e gli IQOS user che parteciperanno ai 76° Internazionali di tennis di Roma potranno scoprire IQOS. Visitando infatti la IQOS Lounge chi già conosce il prodotto potrà scoprirne le ultime novità o acquistare accessori e gli articoli dedicati ai fumatori alla ricerca di un’alternativa al fumo.

Se pensate di non sapere abbastanza di questo sport, gli Internazionali di tennis di Roma sono una buona occasione per approfondire e lasciarsi prendere dai match. E per i fumatori…tra un match e l’altro, vi aspettiamo alla IQOS Lounge.

Innovazione e sostenibilità protagonisti della MDW 2019

Cambiamento, Innovazione e sostenibilità protagonisti della MDW 2019

Dalla scultura contemporanea firmata Alex Chinneck alle installazioni di Brera, dalla Statale di Milano agli spazi emergenti nel quartiere Nolo: la MDW, o meglio per esteso Milano Design Week, si è conclusa con un grandissimo successo di pubblico, con eventi esclusivi e non, con code, lunghe ma sempre ordinate, con qualche polemica ma, soprattutto, con tanto stupore e con la consapevolezza che il mondo del design sta lavorando per un futuro più sostenibile.

Chi c’è stato sicuramente non può aver visto tutto. Chi non c’è stato vorrebbe saperne di più. Allora, ecco una breve guida del best of MDW2019 secondo IQOS.

I protagonisti

Già dalle notizie pubblicate su riviste e canali di settore, si sapeva quali sarebbero stati i protagonisti indiscussi di questa edizione. Presenti su copertine, in articoli di magazine e blog, fotografati da tutti, condivisi sui social. Li abbiamo notati, amati e ne abbiamo fatto anche un po’ indigestione, ma non possiamo non dedicare a loro questa sezione.

01. Leonardo.

A lui era dedicata la 58esima edizione della MDW, a 500 anni dalla morte. Artisti e designer sono stati coinvolti in una gara commemorativa dai risultati eccellenti. A cominciare dall’installazione Aqua, ideata da Matteo Balich alla Conca dell’Incoronata che ha incantato con i suoi spettacoli luminosi e le sue proiezioni avvolgenti. I visitatori si sono ritrovati immersi in un mondo di suoni, gocce e riflessi culminanti con una rielaborazione artistica dei disegni di Leonardo.

A San Siro, invece, si sono potute ammirare le opere create per il Leonardo Horse Project da 13 artisti e designer tra cui Marcel Wanders, Philippe Starck, Serena Confalonieri e Elena Salmistraro. Ognuno ha rivisitato il Cavallo di Leonardo, statua custodita proprio all’ippodromo di San Siro.

02. Alex Chinneck.

Di lui ne abbiamo parlato già negli articoli precedenti. Ma non lo abbiamo fatto solo noi, perché la sua opera che ha trasformato lo Spazio Quattrocento di Via Tortona 31 è stata tra le più stupefacenti e ammirate della MDW.


L’artista ha parlato di innovazione e cambiamento partendo da un palazzo e stravolgendolo e usando come simbolo una zip: l’abilità di Chinneck sta proprio nell’unire arte, architettura e teatro in scala monumentale.

L’architettura stessa dell’edificio, sia esterna sia interna, si è così trasformata in opera d’arte, assumendo forme nuove e inattese. Le pareti e i pavimenti sono diventati metafora di un processo di trasformazione, che evoca, attraverso immaginifici portali, infinite vie verso un possibile futuro. Il tutto è stato possibile grazie al progetto IQOS World, giunto quest’anno alla sua seconda edizione.

03. Elena Sarmistraro.

Giovane, ironica e talentuosa. Il suo nome era presente ovunque e, con lui, le sue divertentissime opere. Allo Spazio Rossana Orlandi, con gli armadi-specchio Mata&Grifo, a San Siro, con il suo cavallo per il Leonardo Horse Project, a Palazzo Litta, con la collezione di ceramiche Bisanzio Collection. Ma poi anche in Fiera, a Euroluce, con le lampade realizzate per Torremato. E poi vetrine, copertine e molto altro…

04. Le luci.

Nell’anno di Euroluce, sono loro le vere protagoniste di ogni evento e installazione. A centinaia, per creare soffitti stellati a Palazzo Serbelloni dedicato agli Oggetti Nomadi, in tutte le loro forme e novità firmate dai brand più eccellenti nel settore che, per una settimana, hanno aperto i loro showroom in Corso Monforte, denominato “il distretto della luce d’autore” e dove Philippe Starck, con lo specchio luminoso La Plus Belle, si è mostrato in versione dog-designer, con una video installazione che ha fatto ridere chiunque passasse davanti alla vetrina di un noto brand italiano di illuminazione.

Anche da Tenoha, lo spazio giapponese per eccellenza a Milano, in via Vigevano, le luci dello studio di design Nendo hanno trasformato lo spazio con l’installazione Breeze of Light: 115 faretti sospesi sul soffitto a creare una sensazione di movimento simile a quella di una leggera brezza che attraversa un giardino.

E poi, ovviamente, a Rho Fiera, dove le aziende dell’illuminazione hanno mostrato come i bassi consumi e la sostenibilità, anche in questo settore, possano coniugarsi perfettamente con l’aspetto estetico.

05. I cortili e palazzi milanesi.

non c’è periodo migliore dell’anno di quello della MDW per accedere ai palazzi nobiliari della città e ammirarli nella loro commistione tra arte, storia e design del futuro.

innovazione e sostenibilità cambiamento

Dai cortili di Brera a quelli di Via Santa Marta, nel Distretto delle 5 Vie, dai Palazzi di Corso Magenta e Corso Venezia fino a quelli di Via Montenapoleone: anche quest’anno, hanno ospitato grandi mostre-evento ma non solo.

Hanno aperto le porte a piccoli artigiani capaci di rivoluzionare il settore con la cura e la ricerca del particolare, o a piccoli brand che hanno esposto la loro visione della sostenibilità con materiali provenienti da materie prime presenti sulla nostra tavola, come quelli realizzati dallo studio veronese Henry&Co, che crea oggetti di design con la risulta di pomodoro o con il caffè di scarto degli autogrill.

E, infine, come non citare la giungla urbana ricreata da Paola Lenti in uno degli spazi più richiesti negli ultimi due anni per gli eventi milanesi: la Fabbrica Orobia, a pochi passa da Fondazione Prada.

Gli eventi

Molti degli eventi immancabili della settimana li abbiamo citati. Qui di seguito, la nostra top list, in ordine sparso, non di priorità.

1. Aqua – installazione artistica di Matteo Balich alla Conca dell’Incoronata
2. Marni Moon Walk – installazione allo spazio Marni in Viale Umbria 42
3. Oggetti Nomadi by Luis Vuitton – Palazzo Serbelloni
4. IQOS World Revealed by Alex Chinneck – Via Tortona 31
5. Alcova Popoli Uniti – progetto tra sperimentazioni artistiche e design alla ex Fabbrica di cachemire Sassetti

6. Un mare di plastica.

La sostenibilità diventa design d’eccezione quando a selezionare i progetti è Rossana Orlandi che quest’anno si è sdoppiata tra lo storico Spazio in Via Matteo Bandello e il Ro Garage, uno spazio allestito appositamente per ospitare i progetti selezionati per il concorso Ro Plastic Prize, lanciato la scorsa primavera a caccia delle migliori creazioni in plastica riciclata provenienti da tutto il mondo, divise nelle categorie design, tessile, packaging e idee innovative.

7. Ventura Lambrate al BASE.

Il progetto Ventura Lambrate si sposta in Via Bergognone, negli spazi del BASE, mette il biglietti d’ingresso a pagamento (5 euro) che non ferma i visitatori. A conferma che, quando la qualità c’è, tutti ti restano fedeli.

8. Nel blu dipinto di blu.

Ingo Maurer e Axel Schmid hanno reinterpretato uno dei grattacieli icona di Milano, dipingendo di blu grazie alla luce, la Torre Velasca.

L’innovazione e la sostenibilità hanno dimostrato tanto in questi giorni, con idee, progetti, forma e sostanza. Il Salone si chiude. I designer tornano al lavoro. Tutti gli altri sono comunque coinvolti nell’attuare il cambiamento.

Il futuro senza fumo visto attraverso la zip di Alex Chinneck

via tortona milano

Visionario ma con la concretezza data dalla conoscenza dei materiali. Artista, scultore e anche, da un certo punto di vista, architetto. Alex Chinneck ci racconta il suo pensiero, la sua immaginazione e i segreti del suo lavoro creativo. La sua opera – sviluppata combinando arte, architettura, ingegneria e teatro – è stata protagonista del progetto culturale IQOS World per un futuro senza fumo, presentato durante la 58esima edizione del Salone del Mobile in via Tortona a Milano.

Prima di raccontare l’opera dedicata al futuro senza fumo di IQOS, iniziamo a conoscere l’artista. Classe 1984, laureato presso il Chelsea College of Art, vive e lavora nel Kent ed è membro del consiglio della Royal Society of Sculptors. I suoi lavori monumentali, sia nell’ambizione che nell’impatto, uniscono arte, architettura e teatro con l’ingegneria, per superare i confini dei materiali e il loro potenziale scultoreo.

Questo è ciò che è avvenuto in via Tortona a Milano nel corso dell’edizione 2019 del Salone del Mobile.

Quello che mi piace nel mio lavoro è trascendere le caratteristiche fisiche del materiale. Distorcerlo, reimmaginarlo e presentarlo in modi che sovvertono la logica. Annodare il legno, estrarre mattoni dai muri delle case, far fluttuare la pietra e far arricciare l’asfalto. Si tratta di presentare il mondo intorno a noi in modo nuovo.”

E certamente ogni sua opera sa interpretare in modo sempre diverso ciò che ci circonda. È grazie alla capacità di stupire, infatti, che Chinneck è diventato noto con le sue sculture surreali in scala architettonica che danno origine ad una visione distorta del mondo intorno a noi.

salone mobile via tortona milano

Tra le sue installazioni più importanti, annoveriamo lo stravolgimento di un edificio di tre piani attraverso un illusorio scorrimento della facciata in mattoni verso il basso, una casa a due piani costruita con 7.500 mattoni di cera che si sono sciolti nelle settimane successive.

Senza dimenticare una replica illusoria di un edificio in pietra a Covent Garden che, liberandosi dalle proprie fondamenta, sfidava la forza di gravità, un’installazione in cui un pilone dell’elettricità alto 37 metri è stato presentato capovolto, come una stella caduta dal cielo.

E, dopo questa edizione al Salone del Mobile e il successo riscosso sulla stampa, nei social e tra il pubblico presente in città, Chinneck ha aggiunto al suo portfolio un’altra grande opera, quella di via Tortona a Milano, che è sicuramente destinata a rimanere nella memoria.

Una zip alla Milano Design Week

IQOS World Revealed by Alex Chinneck è il progetto culturale che ha portato in Via Tortona dal 9 al 14 aprile la monumentale scultura contemporanea dell’artista.
Può una zip aprire muri e svelare mondi? Secondo Chinneck sì.

La scultura è un modo di dare nuova evidenza e ripensare il mondo fisico che ci circonda ogni giorno. Il mio modo di farlo è aggiungendo un tocco di eccentricità. Abbiamo adattato l’opera d’arte al linguaggio architettonico della città di Milano, perché ritengo che l’arte debba trasmettere la sensazione di essere nata esattamente nel luogo in cui si colloca, e di appartenervi. Così si crea sinergia tra scultura e contesto.

Grazie a enormi zip, la facciata e i muri interni dello Spazio Quattrocento in Via Tortona a Milano, sono stati “aperti” per mostrare lo spazio in una nuova luce.

zip alex chinneck futuro senza fumo

Zip come simbolo di cambiamento e innovazione, di capacità di guardare oltre, in modo diverso. Simbolo di collaborazione tra le parti per costruire nuove visioni del futuro. Zip che rappresenta quindi il pensiero e la filosofia che ha portato alla nascita di IQOS come migliore alternativa alla sigaretta per un futuro senza fumo. Cambiare un mondo antico e sempre uguale come quello del tabacco, creare un’esperienza del ‘fumo’ senza fumo, offrendo ai suoi utilizzatori il gusto autentico del tabacco, è senza dubbio una rivoluzione di grande portata. E lo è anche dal punto di vista dei numeri, dato che ha già coinvolto oltre sei milioni di fumatori adulti in tutto il mondo.

Collaborare per innovare

Progetti come questo sono possibili solo grazie alla collaborazione. Per realizzare questo progetto, hanno lavorato centinaia di persone: l’opera arriva da tre diverse fabbriche della Germania e ha raggiunto l’Italia su 15 autoarticolati. Modellata in digitale, dipinta, fusa e incisa da una macchina, incorpora una serie di materiali ibridi. Lei stessa è un ibrido tra persone, capacità e personalità. La collaborazione è fondamentale. È solo grazie a lei che la mia immaginazione creativa può esprimersi liberamente. Se limiti le tue idee e la portata della tua immaginazione a quello che puoi realizzare da solo, limiti immediatamente anche le tue possibilità.

Unire menti e braccia, quindi, per raggiungere un obiettivo che nasce dal singolo o da pochi, ma a vantaggio della collettività, che viene stimolata e coinvolta nell’attitudine al cambiamento. Pensiero di Chinneck. Pensiero di IQOS. Ma, soprattutto, pensiero alla base dell’innovazione. Per un futuro senza fumo.

La scultura contemporanea di Alex Chinneck celebrata alla Fiera del Mobile di Milano

carl craig fiera mobile milano

9-14 aprile 2019: Milano ospita l’evento più atteso, internazionale e coinvolgente della città. IQOS con il suo progetto IQOS World è stato protagonista fin dall’inaugurazione.
La scultura contemporanea firmata Alex Chinneck ha attirato su di sé gli sguardi e l’interesse delle migliaia di visitatori che ogni giorno passano per Via Tortona. Grande festa il 9 aprile con l’evento IQOS allietato dal DJ set di Carl Craig.

Essere tra i fautori del cambiamento e raccontarlo in tutte le sue molteplice forme, coinvolgendo il mondo dell’arte, della tecnologia e del design, è la missione di IQOS che, anche quest’anno, ha saputo stupire con il progetto di scultura contemporanea firmato da Alex Chinneck in occasione della fiera del Mobile di Milano.

Alex Chinneck, uno scultore contemporaneo alla Fiera del Mobile

Il progetto vede protagonista l’architettura di un intero edificio, lo Spazio Quattrocento in Via Tortona 31. Attraverso una serie di interventi scultorei, è stata trasformata in modo spettacolare sfidando la percezione del pubblico. All’esterno, infatti, l’artista ha ricreato una facciata totalmente nuova che sembra “aprirsi” attraverso una zip che lascia intravedere l’interno dell’edificio. All’interno, invece, gli spazi sono stati radicalmente trasformati attraverso “aperture” inaspettate nel pavimento in cemento e nelle pareti in pietra.

Il simbolo della zip è l’espediente simbolico che Alex Chinneck ha utilizzato nella sua imponente scultura contemporanea per trasportare il visitatore in un’esperienza inedita e coinvolgente. Una metafora di un processo di trasformazione, che evoca, attraverso immaginifici portali, infinite vie verso un possibile futuro.

Un’esperienza che ha appassionato anche utilizzatori IQOS e fumatori adulti, italiani e internazionali, presenti all’evento di inaugurazione del 9 aprile. Un pubblico che ha reso IQOS World Revealed by Alex Chinneck uno dei luoghi della fiera del mobile di Milano più presenti online.

DJ set d’autore con Carl Craig

Complice anche la musica del DJ di Detroit Carl Craig che dalla sua consolle ha animato la notte di Via Tortona 31. È stata una serata in perfetto stile IQOS: innovativa e coinvolgente.

Musica, luci e arte hanno avvicinato le persone e le hanno unite. Uno dei vantaggi nell’utilizzo di IQOS è anche questo:  avvicinare fumatori e non, grazie all’assenza di fumo e cenere e alla riduzione dell’odore rispetto al fumo da sigaretta.

I fumatori che sono passati ad IQOS dichiarano di sentirsi più a loro agio infatti nell’avvicinarsi alle persone rispetto a quando fumavano sigarette*.

carl craig dj set milano

Avete ancora pochi giorni per ammirare dal vivo la scultura contemporanea di Alex Chinneck presente alla fiera del Mobile di Milano.
IQOS World Revealed by Alex Chinneck vi aspetta fino al 14.

* Sondaggi condotti online da agenzie di ricerca esterne nel 2016 e 2017 su un campione di 3.263 utilizzatori di IQOS in Giappone, Svizzera, Italia, Romania e Spagna.

Scultura di Alex Chinneck e menu di Carlo Cracco: IQOS firma così l’apertura della MDW

carlo cracco ristorante stellato

Metti insieme uno degli chef stellati italiani più richiesti, non solo del momento ma degli ultimi anni, e uno degli artisti più visionari e acclamati in una delle location più attive del Salone del Mobile di Milano. E diventi il protagonista indiscusso di una settimana dedicata al cambiamento, al futuro e al game changing. Il tutto completato dal menu inaugurale da ristorante stellato. Di chi stiamo parlando? Di Carlo Cracco, Alex Chinneck e IQOS allo Spazio Quattrocento in Via Tortona 31.

La Milano Design Week è iniziata il 9 aprile e chiuderà le porte domenica 14. Già dalle prime ore, però, IQOS – giunto alla sua quarta edizione al Salone, la seconda con IQOS World – ha registrato un successo di visite, di presenze giornalistiche e di condivisione sui canali social grazie all’installazione artistica di Alex Chinneck.

Una serata con Victoria Cabello, Saturnino e Carlo Cracco

Un’installazione surreale che alcuni hanno potuto ammirare in anteprima già l’8 aprile.

Una serata che ha visto Victoria Cabello e Saturnino in consolle per uno speciale dj set. Gli ospiti hanno potuto godere di un menu da ristorante stellato creato appositamente per l’occasione da uno dei migliori chef stellati italiani, Carlo Cracco. Perché l’innovazione coinvolge tutti i sensi, anche quello del gusto.

Lo sa bene lo chef, che con IQOS condivide la continua ricerca di sovvertire il già visto, già fatto, già provato. E che riesce a stupire ogni volta per questo è nella top list degli chef stellati italiani.

E lo ha fatto anche l’8 aprile, con la sua tartare di Fassona, nocciole e meringa al lime, con la millefoglie al basilico con paté di faraona, la focaccia allo zafferano, il tonno, latte di cocco e lemongrass e con tutti gli altri incredibili piatti che hanno reso unico l’evento.

Una rivoluzione al Salone del Mobile di Milano

IQOS ha saputo rivoluzionare un mondo antico come quello del fumo da sigaretta e ha coinvolto oltre sei milioni di persone che hanno deciso di vivere l’esperienza di consumo del tabacco in modo radicalmente diverso grazie al dispositivo che con la HeatControl Technology scalda il tabacco senza bruciarlo. E gli effetti sono sotto gli occhi e il naso di tutti: niente combustione, e quindi niente fumo e cenere, e un odore meno persistente.

Il tema della socialità è un tema molto apprezzato da Carlo Cracco. Da sempre, si batte per un’esperienza del food all’insegna della condivisione, che sia all’interno in un ristorate stellato o in un evento come quello organizzato da IQOS.

Quella dell’8 aprile, tra cibo e scultura, è stata una serata dedicata a un futuro fatto di trasformazione, con le forme e inattese dell’installazione artistica di Chinneck. Con i sapori sorprendenti di Carlo Cracco e con l’obiettivo di una società smoke-free che IQOS vuole contribuire a raggiungere.

“Il nostro obiettivo è quello di costruire un futuro smoke – free, in cui prodotti senza fumo, come IQOS, sostituiscano le sigarette a vantaggio della società”.

Ha dichiarato Frederic de Wilde, Presidente della Regione UE di Philip Morris International.

chef stellati italiani

Anche gli ospiti presenti sono nomi simbolo di questo pensiero e questa filosofia del cambiamento.

Maurizio Cattelan, Mia Ceran, Stefano Seletti, Warly Tomei, Umberta Gnutti Beretta, Lady Tarin, Marisa Passera, Gianluca Gazzoli, Francesco Melzi D’Eril, Simone Guidarelli.