Il Giappone apre le porte ad IQOS 3, il nuovo modello del dispositivo che scalda il tabacco

IQOS 3 - per un futuro senza fumo

Il nuovo IQOS 3 debutta a Tokyo. La terza generazione di IQOS è stata presentata a Tokyo con un evento di portata internazionale. Il sistema per scaldare il tabacco senza bruciarlo è ancora più vicino agli utilizzatori e fumatori adulti verso un mondo senza fumo, come “sogna” anche André Calantzopoulos, CEO di Philip Morris International. Il traguardo: un 2025 smoke-free.

L’innovazione tecnologica è una sfida per Philip Morris International, una delle società leader del settore del tabacco. Oggi l’obiettivo prioritario è quello di convertire entro il 2025 40 milioni di fumatori adulti nel mondo ai device smoke-free. “Stiamo ancora imparando, ma abbiamo capito qual è la strada” ha sottolineato alcuni giorni fa Angelos Kolyris, vice presidente Product & Process Development. Ovvero, colui che segue lo sviluppo di IQOS e lavora a stretto contatto con gli scienziati, presso il cenntro di ricerca il Cube. È proprio a Neuchâtel (in Svizzera) dove vengono concepite e sviluppate le soluzioni alternative alla sigaretta.

Verso Tokyo

Parte dalla capitale nipponica il lancio mondiale della terza generazione di device smoke-free, avvenuto lo scorso 23 ottobre. Il nuovo IQOS 3, che non sostituirà il modello 2.4 plus ma lo affiancherà, vuole venire incontro alle esigenze dei consumatori emerse finora.  L’obiettivo è quello di migliorare il design e l’esperienza con il dispositivo, mantenendo, nel contempo, il gusto autentico del tabacco, scaldato e non bruciato. L’auspicio è che sempre più fumatori adulti passino ai dispositivi senza fumo. Quasi 6 milioni di utilizzatori – molti dei quali proprio nel Paese del Sol Levante – hanno già abbandonato completamente le sigarette tradizionali.

Il sogno di un mondo smoke-free

“Il nostro sogno” – ha affermato André Calantzopoulos, CEO di Philip Morris International, presente a questo importante traguardo – “era creare un’alternativa valida per i fumatori adulti. IQOS ha trasformato questo sogno in realtà. IQOS 3 rappresenta un miglioramento e un’innovazione importanti, segnando un altro passo avanti verso l’obiettivo di  un futuro senza fumo. Gli utilizzatori di IQOS sanno che questo prodotto ha cambiato molto la loro vita; desideriamo ringraziarli e ringraziare il Giappone per aver guidato questo cambiamento”.

Italia e Giappone, le basi della svolta

Non è un caso che il primo lancio di IQOS avvenne nel 2014 in contemporanea a Milano e Nagoya. Da sempre Italia e Giappone hanno avuto un ruolo-chiave nel processo di trasformazione dell’Azienda leader nel settore tabacco. La terza generazione dei device IQOS, per ora in vendita solo in Giappone, sarà disponibile in Italia a metà novembre e si presenterà ancora più “user-friendly”.

I consumatori giapponesi hanno già accolto favorevolmente la nuova estetica e le nuove caratteristiche di IQOS 3. E anche il nostro Paese è al centro di questa continua trasformazione: “Abbiamo fatto grandi investimenti nel Bolognese – continua Kolyris – perché noi crediamo fortemente nell’Italia: è un Paese davvero importante per noi”.

Sol Levante: un mercato di IQOS lover

Il mercato giapponese è stato il più recettivo, anche per via della cultura nipponica, basata sul rispetto per gli altri. È stata accolta con entusiasmo, quindi, una soluzione alternativa alla sigaretta che non produce fumo né cenere e riduce l’odore persistente

I giapponesi scelgono IQOS

La tecnologia IQOS conquista il Giappone

IQOS, i nuovi dispositivi creati da Philip Morris, stanno riscuotendo sempre più successo nella popolazione nipponica.

È la nazione tra i primi posti al mondo per innovazione tecnologica. Il Giappone, che quotidianamente assiste a numerosissime novità nei campi dell’elettronica e della robotica, non poteva che accogliere con grande interesse il nuovo dispositivo d’avanguardia creato da Philip Morris International. I nipponici hanno scelto IQOS: la tecnologia firmata Philip Morris in poco tempo ha conquistato il 10% del mercato. D’altra parte, saper individuare dove c’è vera innovazione è quanto i giapponesi sanno fare meglio di qualsiasi altra popolazione. IQOS non solo ha superato il giudizio dei più esperti nel campo della ricerca ma in pochi mesi è stato acquistato da oltre un milione di persone in Giappone.

La popolarità del nuovo e unico dispositivo Philip Morris International è sicuramente dovuta a un design ricercato e in linea con il gusto minimal orientale. La possibilità di usare tabacco minimizzando il fastidio al prossimo è un valore talvolta ancora debole in Occidente e sempre più forte nella cultura giapponese. Il dispositivo di Philip Morris non è soltanto il risultato di una geniale intuizione ma rappresenta il culmine di un accurato percorso di studio.

Il processo di studio ha visto impiegati circa 400 scienziati in un lungo periodo durato più di dieci anni e per il quale sono stati investiti oltre tre miliardi di dollari.

Non sorprende, dunque, che lQOS abbia ricevuto un’accoglienza calorosa sia dalla popolazione che da personalità di spicco. Molti artisti in Giappone si stanno ispirando ad IQOS realizzando personalizzazioni dedicate. Spicca il successo di Hiromi Iuchi, che per IQOS ha creato una collezione esclusiva di sleeves. Le due opere intitolate “Utopia Island: Five Minutes Holiday” e “Utopia Island: Gardenia Garden”, sono state esposte presso l’IQOS Embassy di Milano durante la Milano Design Week. L’artista è stata fortemente ispirata dai valori di IQOS e dalla ricerca costante per il miglioramento della vita attraverso l’elaborazione degli stimoli esterni.

In Giappone i punti vendita IQOS sono circa 400. Si presentano come moderni negozi di tecnologia posti nella stessa area di caffè, ristoranti, uffici e hotel.

Al loro interno, indossando occhiali 3d, si può intraprendere un viaggio in un mondo virtuale. Si possono scoprire tutte le caratteristiche del prodotto fino a entrare nello stesso dispositivo e comprenderne il funzionamento. Non solo virtuale ma anche reale: i clienti, accompagnati dallo staff, possono provare l’esperienza con IQOS.

Da quando IQOS è sbarcato in Giappone, davanti al punto vendita sulla strada principale di Harajuku, uno dei quartieri più popolari di Tokyo, ci sono file lunghissime. Il boom di vendite è stato confermato fino ad oggi ed è in aumento. Del resto, i giapponesi amano il comfort, il benessere, l’educazione e IQOS ben si associa con la moderna mentalità nipponica.

IQOS conquista il Giappone

IQOS, la tecnologia scalda tabacco, che conquista il Giappone

La tecnologia del tabacco senza fumo di IQOS conquista il Paese del Sol Levante. Ed è solo l’inizio.

Oltre 1 milione di dispositivi venduti, più di 400 punti vendita IQOS che includono caffè, ristoranti, uffici e hotel venue, 5% di quota di mercato conquistata. Questi i risultati ottenuti in Giappone in meno di un anno di attività. Possiamo dire di avere tutti i numeri per essere soddisfatti. A sottolineare questi dati è il CEO di PMI, André Calantzopoulos, che in un’intervista dichiara: “IQOS ha guadagnato popolarità molto più rapidamente di quanto abbiamo immaginato al momento del lancio. Un vero boom, insomma.

Ma come si spiega questo incredibile risultato di IQOS in Giappone?

Certamente, il fattore principale sta nella tipica mentalità del popolo giapponese, abituato – quasi fisiologicamente – a tutto ciò che è innovazione. Basti ricordare che il Giappone è tra i primi posti nel campo della ricerca scientifica. In particolare nella tecnologia, nella produzione di macchinari e nella ricerca biomedica.

In questo scenario, IQOS ha sicuramente trovato terreno fertile grazie al suo DNA pioneristico diventando molto popolare in pochissimo tempo. Esistono però altri motivi che spiegano questo enorme successo come, per esempio, l’esigente personalità del fumatore medio giapponese. Pochi anni fa, infatti, le prime sigarette elettroniche non furono accolte con soddisfazione e molti si lamentarono di aver perso così la possibilità di godersi il vero sapore del tabacco. Con l’arrivo di IQOS, invece, i giapponesi hanno ritrovato quel gusto che avevano perso con le sigarette elettroniche scoprendo, inoltre, un prodotto ad alto tasso di tecnologia e a potenziale basso rischio per la salute. Senza fumo. 

Insomma un nuovo modo per godere appieno del gusto autentico del vero tabacco.

A queste evidenze c’è da aggiungere che in Giappone la filosofia della riduzione del danno è sicuramente qualcosa che suscita interesse. È un popolo pratico, quello giapponese. Ed è forse anche per questo che IQOS, sta diventando un prodotto di culto. Tuttavia un altro dato che, a questo punto, non dovrebbe stupire più di tanto è la rapida diffusione di questa filosofia anche in Europa e negli Stati Uniti. Tra non molto, infatti, si stima che IQOS possa raddoppiare o triplicare il suo successo anche in altri grandi Paesi come la Russia, per esempio.

Vi terremo aggiornati!