Diego Dalla Palma racconta IQOS e il suo concetto di “qualità della vita” nei talk Beauty Trends

Diego Dalla Palma e IQOS Beauty - smettere di fumare

Applausi scroscianti e la partecipazione di tantissime persone, soprattutto donne. Sono questi i due elementi che hanno reso un successo i talk Beauty Trends di Roma, Catania e Napoli. Agli eventi IQOS dedicati alla bellezza, Diego Dalla Palma, assieme alla platea e a esperti del sorriso, si è confrontato con i tanti temi legati al mondo del make-up e delle ultime tendenze dell’estetica tout court. I talk hanno affrontato problematiche comuni legate al fumo, quali la cenere, l’odore di fumo, la formazione di macchie sui denti, e hanno raccontato i benefici per la pelle e per il sorriso derivanti dallo smettere di fumare sigarette.

L’Embassy di Roma, la Boutique di Catania e Villa Diamante a Napoli hanno accolto Dalla Palma e i suoi talk Beauty Trends su bellezza e qualità della vita.

La platea è rimasta affascinata dalle parole del make-up artist e dal tema degli incontri. Diego ha, infatti, ripercorso l’evoluzione del make-up dagli anni Ottanta fino a oggi e gli effetti che lo smettere di fumare sigarette ha sulla pelle.

Un incontro con un vero esperto per raccontare tutto il valore culturale e sociale dell’arte del make-up: la capacità di dettare nuovi trend e l’influenza esercitata sui consumi quotidiani fino all’avvento di nuove soluzioni sempre più green ed eco-friendly.

Ad arricchire la serie di incontri incentrati sui temi della bellezza e della consapevolezza femminili, il contributo di uno smile designer. L’esperto del sorriso ha condiviso la sua esperienza alla ricerca di soluzioni per eliminare o rallentare la formazione di macchie sui denti dovute al fumo.

Una conversazione per e con le donne

Il talk ha evidenziato come molte tematiche fondamentali per le donne – come l’invecchiamento della pelle o le macchie sui denti – siano correlate al fumo di sigaretta.

Oltre alle creme e alle altre spese “pazze” per cosmetici e trattamenti di bellezza, modificare le proprie abitudini nei confronti del fumo è un passo fondamentale per imprimere un cambiamento alla qualità della propria vita in generale e all’aspetto esteriore in particolare. A partire appunto dagli effetti benefici sulla pelle e sul sorriso.

Diego Dalla Palma

Successo annunciato con Dalla Palma

L’oratoria di Diego Dalla Palma ha coinvolto il pubblico, soprattutto femminile, intervenuto agli eventi di Roma, Catania e Napoli. A stretto giro le tappe successive di Bologna e Bari.

“Il motivo che mi ha spinto ad accogliere l’invito di IQOS è la convinzione che anche nel mondo della cosmetica l’innovazione sia un tema importante e condiviso. Innovare significa accettare la sfida di cambiare. La mia esperienza professionale mi ha portato spesso di fronte alla scelta di nuovi prodotti. A cambiamenti dettati dai beauty trend, all’evoluzione delle tecniche adottate per rendere le donne sempre più belle”.  Così ha commentato Dalla Palma.

Al centro dei talk quindi i danni estetici causati dal fumo. Dall’invecchiamento precoce alla perdita di lucentezza della pelle, dalle macchie sui denti all’ingiallimento delle dita. Senza dimenticare la persistenza dell’odore di fumo, che può diminuire notevolmente la propria gradevolezza in pubblico. E si somma agli altri segni estetici che spesso accompagnano la presenza di una fumatrice o di un fumatore.

I talk degli eventi Beauty Trends offrono quindi uno sguardo verso il futuro. Costruire il futuro significa scegliere l’innovazione, spiega Dalla Palma. “Sono dell’avviso che molto spesso, soprattutto in Italia e in questo momento, non si guardi alla storia della creatività, a quei grandi creativi e innovatori che hanno rischiato in tempi in cui era difficile farlo. Oggi mi aspetto che la cosmetica faccia gli stessi passi della moda, verso l’arte anche con irruenza per creare qualcosa di davvero innovativo in futuro”.

Roma: curare il sorriso di un fumatore è difficile

Oltre a Diego Dalla Palma, l’evento all’IQOS Embassy di via Margutta è stato animato da Andrea Chiantini, odontoiatra e master di medicina estetica presso la clinica Absolute Health di Roma.

“Nella mia professione mi confronto ogni giorno con pazienti che hanno problemi generati dal fumo di sigaretta. Presentano macchie sui denti, indotte principalmente dalla combustione delle sigarette, che incidono significativamente sull’aspetto del sorriso” afferma il dott. Chiantini. “Purtroppo il fumatore di sigaretta è subito riconoscibile, la cura della sua igiene orale ed estetica è spesso difficile”.

Uno studio di laboratorio, pubblicato nel dicembre 2018*, ha confrontato gli effetti del fumo di sigaretta rispetto a quelli del vapore generato attraverso il riscaldamento del tabacco. I risultati hanno dimostrato come i denti e le resine dentali più utilizzate, esposti al vapore prodotto scaldando stick di tabacco con IQOS per tre settimane, presentino significativamente meno macchie rispetto allo stesso periodo di esposizione al fumo generato dalla combustione di una sigaretta tradizionale. (*In uno studio non clinico di laboratorio condotto in Svizzera, i denti umani e i composti dentali più utilizzati, esposti al vapore di IQOS per 3 settimane, mostrano significativamente meno macchie rispetto a denti esposti ad una sigaretta standard di riferimento, denominata 3R4F. Contrariamente a condizioni di vita reali, i denti non erano esposti ad altre sostanze che generano macchie quali caffè, te o vino, che avrebbero potuto influenzare i risultati).

 

Diego Dalla Palma racconta IQOS

Catania: l’intelligenza femminile ha sostituito la tendenza

In occasione dell’incontro di Catania, Dalla Palma ha risposto alle numerose domande dei giornalisti presenti. Ha sottolineato come: “La cosmetica oggi si fa nei laboratori e le aziende stanno cercando di trovare dei prodotti sempre più moderni e attuali. Tutto quello che è stato fatto nel passato, comunque, non va buttato alle ortiche” – precisa Dalla Palma. “Oggi però la ricerca cosmetica fa passi da gigante e la parola tendenza non esiste più, esiste invece l’intelligenza femminile”.

Anche l’appuntamento siciliano ha visto la partecipazione di un esperto, il dott. Antonio Pacino, odontoiatra: “È importante, se proprio non si riesce a smettere, almeno cambiare e scegliere un’alternativa come questi device privi di combustione. È proprio quest’ultima, infatti, una delle principali responsabili della formazione del tartaro. Al punto che, nel caso di forti fumatori, può rendere necessario un intervento di pulizia anche dopo soli quattro mesi dal precedente. Al contrario, eliminando combustione e catrame, si ottiene un’enorme riduzione di queste problematiche”.

A Napoli nella giornata mondiale del bacio

Il 3 luglio è stata celebrata la giornata mondiale del bacio, l’International Kissing Day 2019. IQOS ha partecipato attivamente a Napoli nella suggestiva sede di Villa Diamante insieme a Diego Dalla Palma e alla dott.ssa Giovanna Nardi, ricercatrice dell’Università Sapienza di Roma, laureata in igiene dentale e direttore di un master sulle Tecnologie Avanzate nelle Scienze di Igiene Orale e un Corso di Alta Formazione su Medicina di Stili di vita e cavo orale.

Insieme hanno illustrato diffusamente al pubblico cosa significa per la qualità della vita continuare a fumare o fare scelte alternative. “Per noi professionisti  di salute del cavo orale avere  una tecnologia che permetta di eliminare la combustione della sigaretta è un vantaggio. Il volto umano è il distretto più rappresentativo della persona. Quindi problematiche quali le pigmentazioni e l’ingiallimento dei denti, inficiano la vita di relazione”.

“Proprio oggi nella Giornata Mondiale del Bacio è importante sottolineare come il fumo possa avere un impatto negativo anche nella vita di coppia. Così come l’alitosi e il fastidioso odore delle sigarette sulle mani, sui capelli e nell’ambiente circostante” afferma la Prof.ssa Nardi.

 

IQOS al Salone dell’Auto di Torino: il futuro senza fumo in edizione limitata

Il connubio fra IQOS e il Salone dell’Auto di Torino giunge al suo terzo sigillo per l’edizione 2019 dell’appuntamento dedicato al mondo delle quattro ruote, al design e al racing. Occasione perfetta dunque per continuare a diffondere il progetto di un futuro senza fumo. E per lanciare la serie limitata Motor Edition IQOS 3 e IQOS Multi, la versione Motorsport del “dispositivo senza combustione”.

C’è tanta voglia di futuro nel settore dell’automotive. L’edizione 2019 del Salone dell’Auto al Parco Valentino di Torino si rinnova grazie ad una nuova sezione dedicata al mondo della mobilità alternativa e l’estensione dell’evento, nella sua declinazione dedicata al Motorsport e al design dell’auto, anche in centro città.

Con la stessa voglia di innovazione per un futuro senza fumo, IQOS parteciperà alla manifestazione, presentando a fumatori adulti e IQOS lover il “dispositivo senza combustione” in versione Motor Edition.

Parco del Valentino. La IQOS Lounge vi aspetta dal 19 al 23 giugno

Perfetto per chi vuole smettere di fumare le sigarette tradizionali e ricerca un’alternativa senza fumo e cenere. IQOS sarà presente al Parco Valentino con la sua Lounge. L’esposizione – aperta fino alla mezzanotte e gratuita al pubblico – si terrà dal 19 al 23 di giugno e partirà – come si suol dire – “full gas”.

La sera del giorno inaugurale infatti una parata di Formula 1 del recente passato sfilerà nel centro di Torino. Destinazione via Roma, il cosiddetto salotto torinese, una delle vie più glamour della città. Il tipico stile sobrio e posato della città sarà risvegliato dal carattere racing delle auto in parata, a cominciare dalla mitica Ferrari F1 che fu del compianto Michele Alboreto e di tutte le splendide auto da gara messe a disposizione dalla prestigiosa Scuderia Minardi in collaborazione con ACI.

La sfilata dedicata alla storia recente del Motorsport italiano passerà anche in Piazza Castello, dove invertirà la marcia per tornare al Parco Valentino. A pochi passi da questo tornante estemporaneo e da questo spettacolare “circuito cittadino” creato ad hoc, si trova anche la IQOS Embassy di Torino. In via di Porta Palatina 23 è ormai un punto di riferimento in città per i fumatori adulti che desiderano entrare nel mondo IQOS e vogliono provare a smettere di fumare sigarette tradizionali pur continuando a consumare tabacco con il dispositivo senza combustione.

Super Night Parade

L’evento dedicato alle auto da Formula racing non è l’unico pensato per la giornata inaugurale del Salone di Torino. In contemporanea sfileranno per la città anche alcune auto di assoluto prestigio guidate per l’occasione dai manager delle Case costruttrici presenti al Parco Valentino, da alcuni giornalisti e dai collezionisti che hanno voluto esporre al pubblico qualche gioiello su quattro ruote, solitamente tenuto nascosto, seppur con estremo riguardo, in un garage. Tutte insieme queste auto spettacolari animeranno la Supercar Night Parade, prevista dalle 20 alle 22.

Non solo racing, ma anche auto elettriche e mobilità alternativa

Come IQOS, anche il mondo dell’auto non si ferma mai e trova linfa vitale nella continua innovazione, nella ricerca di valide alternative. Nel caso dell’auto alla mobilità tradizionale, nel caso di IQOS alla sigaretta tradizionale.

Se di alternativa si parla, dunque, l’industria dell’auto punta su elettrico e ibrido. IQOS invece mette in campo la propria HeatControl Technology per sviluppare il dispositivo “che scalda il tabacco a temperatura controllata”, una valida alternativa dedicata a tutti coloro che desiderano continuare a utilizzare tabacco, abbandonando le sigarette tradizionali.

Nuovo focus del Salone dell’Auto al Parco Valentino di Torino è dunque la nicchia di valore dell’auto elettrica o a trazione mista, termica abbinata all’elettrico. Per sottolineare questo nuovo focus sarà proprio un’auto elettrica a tagliare il tradizionale nastro inaugurale della kermesse torinese. L’esposizione di tutti i progetti legati all’auto elettrica, ibrida e a guida autonoma saranno invece raccolte in un’area di valore del Parco.

Molto vicina a quest’area è la IQOS Lounge all’interno della quale gli IQOS lover e i fumatori adulti appassionati di Motorsport e di nuove tecnologie per cambiare il proprio stile di vita troveranno l’Edizione Limitata Motor Edition di IQOS 3 e IQOS 3 Multi.

La IQOS Lounge come sempre è il luogo dove conoscere il mondo del tabacco riscaldato con IQOS e tutti i suoi benefici. Senza fumo, senza cenere e meno odore persistente. Disponibili nella Lounge tutti i prodotti IQOS e i loro accessori con le relative offerte speciali. Non mancheranno inoltre addetti IQOS a disposizione dei fumatori adulti interessati a provare il riscaldatore di tabacco o a ricevere assistenza se già lo utilizzano.

Innovazione e mondo racing dialogano

Punta di diamante del Salone sul tema delle alternative alla mobilità tradizionale saranno i prototipi di auto a guida remota con tecnologia 5G. Probabilmente non siamo ancora pronti per un cambiamento così radicale delle nostre abitudini.

Ma non si può non rimanere affascinati dalle possibilità di evoluzione delle auto che oggi sono visibili solo nel mondo racing, o a livello sperimentale, ma che presto saranno alla portata di tutti. D’altronde, anche IQOS ha saputo rompere gli schemi con la sua vision per un futuro senza fumo, innescando un cambiamento radicale nel consumo del tabacco. Scaldando il tabacco fino a 350 gradi, IQOS non genera combustione. Non ci sono, quindi, fumo, cenere e permanenza di odori sgradevoli su abiti, mani o capelli.

Innovare con stile

Come seduti in un autosalone di pregio, poi, anche nella IQOS Lounge sarà possibile dedicare del tempo per accessoriare il proprio IQOS “fuoriserie”. Nella esclusiva livrea Motor Edition saranno infatti disponibili anche alcuni accessori sia per personalizzare il proprio stile nell’uso quotidiano oppure per mantenere il proprio IQOS grazie ad una pulizia adeguata. Tutti questi accessori – custodia in pelle, kit di pulizia, holder , ad esempio – mantengono la livrea Motor Edition, giocata sui toni del nero opaco e del rosso corsa, anch’essi in edizione limitata.

Il futuro senza fumo vi aspetta! Anche al Salone dell’Auto di Torino.

Nasce IQOS Club, il programma fedeltà che va oltre la semplice raccolta punti

IQOS Club, il programma loyalty di IQOS

IQOS da sempre intende offrire un’esperienza unica e innovativa a tutti i fumatori adulti che desiderano un’alternativa alla sigaretta tradizionale. Ora nasce IQOS Club, un programma fedeltà che, come IQOS, non ha nulla di tradizionale. Propone l’ingresso in una community esclusiva, lontana anni luce dalle classiche carte fedeltà o dalle semplici raccolte punti. In un mondo che sempre più esprime la volontà di allontanarsi dal fumo tradizionale, IQOS mantiene e rafforza la propria proposta esperienziale. Non è uno strumento per smettere di fumare ma un modo nuovo di consumare il tabacco, più autentico e vicino alle esigenze dei fumatori adulti che vogliono continuare a farlo. IQOS Club è quindi un luogo virtuale che ha l’ambizione di riunire gli utilizzatori e i fumatori curiosi desiderosi di abbandonare la sigaretta tradizionale per vivere un’esperienza diversa.

IQOS, dal suo lancio in Italia, ha partecipato ai più importanti eventi d’arte e cultura rendendo possibile l’incontro fra IQOS user – attraverso le sue Embassy e Boutique o l’impegno di IQOS Ambassador e Coach – e fumatori adulti interessati ad una valida alternativa alla sigaretta.

Ora però è finalmente arrivato il momento di IQOS Clubuna community, e non un semplice programma fedeltà con tanti strumenti di interazione creati per far vivere agli IQOS lover un’esperienza a tutto tondo.

Tutto quello che c’è da sapere su IQOS Club:

1. Come si accede ad IQOS Club
2. Parliamo con i creatori dell’IQOS Club
3. Ci sono dei limiti di accesso all’IQOS Club?
4. Come si ottengono i punti?
5. Come si svolge l’esperienza all’interno di IQOS Club?
6. Cosa fare una volta entrati nell’IQOS Club?
7. Come è strutturato il profilo di un utente IQOS Club?

Come si accede ad IQOS Club

L’accesso alla community di IQOS Club è molto semplice. Se avete acquistato IQOS e siete correttamente registrati su iqos.com, siete automaticamente membri del club. Per rendere unica la vostra partecipazione avrete la possibilità di iniziare a confrontarvi con altri utenti o partecipare alle esperienze del club; per cogliere appieno tutti i benefici di essere iscritti.

Parlando, infatti, di vantaggi e opportunità, essere un membro attivo di IQOS Club permette di usufruire velocemente di tanti vantaggi tutti da scoprire.

Il Club ha uno spazio riservato accessibile dal sito ufficiale IQOS. Dotato di contenuti ancora più utili e coinvolgenti e caratterizzato da un look&feel speciale, IQOS Club è uno strumento perfetto per essere sempre coinvolti nelle attività firmate IQOS, ottenere tanti benefici, realizzare in anteprima acquisti esclusivi. Consente in questo modo agli IQOS user di scoprire e vivere in tutta la sua pienezza IQOS, il riscaldatore elettronico di tabacco  che elimina fumo, cenere e con odore meno persistente.

IQOS Club - leggi, condividi, invita i tuoi amici fumatori adulti

La piattaforma offre pagine di aggiornamento, pagine di approfondimento e offerte esclusive per tutti gli IQOS user che accedono al Club.

Una proposta che vuole accrescere il livello di soddisfazione degli IQOS lover non solo in termini di informazione sul prodotto, ma anche dal punto di vista puramente pratico ed esperienziale. E per finire,  IQOS Club offre anche una sezione ‘Quiz’ con sfide coinvolgenti per misurare il proprio livello di conoscenza del mondo dell’innovativo riscaldatore di tabacco alternativo alle sigarette tradizionali.

IQOS Club permette inoltre di approfondire costantemente i temi più interessanti legati alla visione di Philip Morris di un futuro senza fumo con un’area dedicata agli argomenti più discussi della community, dove leggere gli articoli più interessanti sul mondo IQOS, guardare video, scoprire i nuovi device, gli accessori inediti e le cromie più trendy.
IQOS Club, il programma esclusivo IQOS

Parliamo con i creatori dell’IQOS Club

Un’esperienza così ricca e interattiva va raccontata bene. Abbiamo perciò chiesto a Claudia Mayer, Manager Retention & Advocacy, di Philip Morris Italia e responsabile di IQOS Club, di illustrare in dettaglio questo progetto volto a coinvolgere tutti gli IQOS lover italiani che cercano in IQOS uno strumento per cambiare ed abbandonare il fumo tradizionale.

Ma quali sono le novità di questo Club esclusivo?

“Iniziamo dal look & feel. L’estetica della piattaforma IQOS Club punta all’interazione e allo scambio tra i membri. Diffondere l’innovazione per un futuro senza fumo significa infatti condivisione. Passando poi alle funzionalità, troviamo il nuovo profilo personalizzabile con le informazioni di ciascun utente e il nuovo sistema di badge assegnati individualmente”.

IQOS Club in due parole: come lo descriveresti?

“Difficile in sole due parole raccontare l’esperienza alla base di IQOS Club. Potremmo definirla una community esclusiva che, grazie a tutti gli innumerevoli vantaggi offerti, permette di vivere appieno l’esperienza IQOS, accumulando punti, ottenendo vantaggi e partecipando ad eventi dedicati. Tutto questo si ricollega a elementi fondamentali della filosofia Philip Morris, come il ‘be different’.  Il concetto ‘be different’, rappresenta in tutti i sensi la visione per un futuro senza fumo che vede IQOS come innovatore del mondo del tabacco e game changer. Tutti i fumatori adulti che scelgono e apprezzano IQOS lo fanno perché ne comprendono la filosofia differente e il modo propositivo di costruire una nuova accezione per il consumo del tabacco privo di combustione. Ci auguriamo che gli IQOS lover condividano queste prospettive e siano entusiasti del progetto IQOS Club”.

Come si accede ad IQOS Club?

“In realtà è semplicissimo. Chi ha acquistato un qualsiasi dispositivo IQOS è automaticamente membro del Club. All’IQOS lover non basta che iniziare a vivere tutte le esperienze offerte nella piattaforma. Ad esempio, è possibile vedere i tutorial, ottenere informazioni aggiornate sulle ultime versioni dei dispositivi e degli accessori, condividere i video più interessanti e guadagnare punti, rispondere a quiz per incrementare il proprio punteggio e quindi cambiare i punti con premi oppure offerte speciali dedicate. Interagendo con la piattaforma dell’IQOS Club si possono avere davvero anche tante opportunità: offerte combinate sugli accessori, IQOS kit gratuiti, partecipazione ad eventi”.

Ci sono dei limiti di accesso all’IQOS Club?

“Diciamo che la prima regola è essere un utilizzatore IQOS. Una volta registrato il kit sul sito iqos.com, il consumatore avrà automaticamente accesso all’IQOS Club tramite il suo account”.

Cosa sono i punti del club e cosa contraddistingue i 3 status: Silver, Gold e Platinum?

“Abbiamo creato il Club come un luogo immersivo dove gli utenti potranno compiere azioni che permettono di guadagnare punti e acquisire diversi status, Silver, Gold e Platinum. Ci sono poi Reward e Benefit che dipendono dallo status raggiunto del singolo IQOS Lover e permettono di interagire con il proprio ‘monte punti’ (il cosiddetto ‘wallet’) e decidere se mantenerlo invariato oppure cederne una parte per acquistare qualcosa. Ad ognuno si accede in base ai punti guadagnati nell’interazione con il Club o con altri utenti: bastano 200 punti per il badge/status Silver, 2500 per il Gold e 7500 per il Platinum”.

Come si ottengono i punti?

“Se dovessimo fare una classifica delle azioni che un utente può compiere per acquisire punti, potremmo dire che occorre prima di tutto interagire con il Club, poi condividerne i contenuti, anche all’esterno, e infine partecipare alle sfide, ai quiz e ai sondaggi proposti regolarmente. Senza dimenticare di invitare gli amici. Anche questo infatti porta punti e vantaggi a entrambi gli utenti. Ogni attività prevede un reward differente, i punteggi maggiori sono quelli connessi con una partecipazione attiva dell’utente. Poi ci sono dei punti per gli acquisti e per il passaggio da uno stato a un altro. Non dimentichiamo poi che tutte le azioni ‘positive’ legate al proprio IQOS permettono di ottenere punti extra. Solo per fare un esempio, anche prenotare una pulizia del proprio holder in una delle IQOS Embassy o Boutique in una delle nostre famose “cleaning week” fa aumentare il proprio punteggio”.

Come si possono utilizzare i punti accumulati con le azioni?

“Niente di più semplice, una volta che sono stati accumulati abbastanza punti basterà riscattare la ricompensa desiderata. Come? Si accede ad iqos.com con le proprie credenziali (fornite in sede di registrazione). Dal sito cliccando su IQOS Club si passa alla homepage della piattaforma dedicata dove, come prima cosa, vengono indicati lo status (detto anche ‘badge’) e il saldo punti. Si può decidere se verificare il riepilogo delle azioni oppure visitare il proprio profilo utente (e magari fare delle aggiunte per ottenere ancora più punti). Infine, si può decidere di utilizzare i propri punti. Il punteggio minimo per richiedere un premio dal catalogo è pari a 1.200 punti. Ovviamente, si possono selezionare uno o più premi secondo la disponibilità del saldo punti”.

Quali sono i premi disponibili e come vengono suddivisi a catalogo?

“Possiamo scegliere i premi in base alla struttura del catalogo e, dunque, scegliere un dispositivo IQOS e uno o più accessori. Possiamo anche dedicare i nostri punti a un servizio premium o ancora ottenere crediti da spendere nello shop online su iqos.com.IQOS Club - alcuni degli esclusivi premi

IQOS kit e accessori

  • Possibilità di acquistare accessori e dispositivi attraverso i punti accumulati
  • Possibilità di ottenere un IQOS 3 gratuitamente o con sconti speciali

Servizi premium legati allo shop online

  • Consegna gratuita degli acquisti
  • Acquisti in anteprima di kit e accessori
  • Preordine delle edizioni limitate

Sappiamo poi che ci sono delle opportunità esclusive per gli utenti del Club…

“Anche questo è vero. I membri dell’IQOS Club possono essere invitati a partecipare ad eventi esclusivi grazie alla formula ‘surprise & delight’. Ovvero, alcuni tra gli iscritti al Club verranno occasionalmente selezionati per partecipare a eventi musicali, sportivi o culturali. Tutti quegli eventi, cioè, che rendono unica la community IQOS e che vengono raccontati ogni giorno sul sito. Nei mesi scorsi, ad esempio, queste attività hanno permesso ad alcuni fortunati IQOS lover di essere al concerto dei Planet Funk o di Jamiroquai, ma anche di partecipare a Vinitaly o alla Milano Design Week.
Si può dire, dunque, che in funzione della propria presenza e interazione con IQOS Club e al numero di punti o allo status raggiunto è possibile accedere a premi di diversa natura o partecipare ad appuntamenti unici. Per fare qualche altro esempio, chi ha raggiunto il badge Gold potrà accedere a quelli che definiamo ‘eventi premium’, dalle partite di calcio agli eventi speciali nelle IQOS Embassy. Per coloro che raggiungono il livello Platinum, poi, abbiamo pensato ad alcuni eventi VIP, appuntamenti davvero esclusivi e arricchiti anche dalla presenza di very special guest”.
IQOS Club: accumula punti e richiedi i premi

Come si svolge l’esperienza all’interno di IQOS Club?

“Siamo consapevoli del fatto che l’esperienza di diverse carte fedeltà o di una raccolta punti tradizionale possano essere giudicate poco attive o avvincenti. In questo la filosofia IQOS – sempre votata al cambiamento e all’innovazione – ci ha aiutato molto nel costruire un ‘luogo’ sempre stimolante e piacevole da vivere. Come detto, alla base dell’esperienza ci sono le azioni dei membri, che permettono di accumulare punti.

In questo senso IQOS Club è in tutto simile alla scelta iniziale del fumatore di passare a IQOS. La volontà di smettere di fumare la sigaretta tradizionale o quella elettronica sono le “spinte” per passare a IQOS. Rispondere alla richiesta di essere attivo all’interno del IQOS Club è quindi una conferma della scelta originaria e della volontà di viverla al meglio. Nel tempo l’accumulo di punti tramite l’interazione con le varie attività proposte dalla piattaforma dell’IQOS Club porta a una crescita in termini di status e dunque all’ampliarsi delle opportunità di reward e delle possibilità di interazione con altri IQOS lover.

I punti possono essere raccolti in molti modi diversi e possono essere spesi in modalità altrettanto numerose: la novità di questo programma fedeltà, infatti, è proprio nella sua dinamicità”.

Esistono quindi modalità di acquisizione punti diverse?

“Certamente. Andando più a fondo, l’ IQOS Club non si basa unicamente sulle azioni dei membri. La vita all’interno del Club è stata pensata per essere divertente e per ‘coccolare’ tutti gli iscritti. Per questo abbiamo creato i “Bonus”, che regalano punti agli utenti per il solo fatto di essere attivi all’interno di IQOS Club. Non vogliamo svelarvi tutto, ma possiamo dire che sono oggetto di bonus, ad esempio, il proprio giorno del compleanno, la permanenza nel Club per periodi definiti, il passaggio da uno status a quello superiore e così via. L’idea è di rendere sempre vivace l’esperienza della community per riunire persone affini alla ricerca di un’alternativa alla sigaretta tradizionale, ma anche a quella elettronica”.

Cosa fare una volta entrati nell’IQOS Club?

Abbiamo visto, dunque, che IQOS Club si allontana molto dalle classiche esperienze di raccolta punti o da alcune carte fedeltà che tutti noi spesso dimentichiamo nel portafoglio o nella borsetta. Attenzione però: IQOS Club non nasce come un luogo – virtuale o meno – per smettere di fumare.

D’altra parte IQOS stesso non è uno strumento per raggiungere tale scopo. Questo dispositivo che scalda il tabacco e a differenza della sigaretta non lo brucia. Nasce invece per offrire ai suoi utilizzatori un’esperienza diversa, unica e completa, all’insegna del gusto autentico del tabacco scaldato e non combusto. Ecco perché ora nasce anche l’IQOS Club, le cui parole d’ordine sono: interagisci, condividi, partecipa e invita. Prendiamole una per una e vediamo cosa significano nell’universo IQOS.
IQOS Club - storico premi richiesti - smettere di fumare

Interagisci.

Interagire con gli altri membri, rispondere ai sondaggi o esprimere il proprio parere sono tutte azioni ricompensate dall’IQOS Club.
Tante sono le azioni che si possono compiere in tal senso. Guardare i video tutorial nella sezione “Articoli e Quiz” (50 punti); leggere articoli e i contenuti editoriali nella sezione “Articoli e Quiz” (50 punti); rispondere ai Quiz o ai sondaggi nella sezione “Articoli e Quiz” (150 punti). O ancora, completare il proprio profilo IQOS Club nella sezione “Profilo” (125 punti) inserendo tutte le informazioni richieste e riempiendo i campi facoltativi.

Condividi.

Essere sociali non solo è più divertente, ma garantisce anche punteggi più alti.
Condividere un contenuto su Facebook – se lo hai già sul tuo smartphone – , tramite Whatsapp o email ti permettono di aggiungere al tuo borsellino ben 80 punti.

Partecipa.

Ci sono poi azioni che permettono di rafforzare e arricchire la community, momenti in cui l’opinione del singolo è importante e viene premiata.
Così, partecipare a un contest sulla pagina Facebook di IQOS Italia permette di avere 500 punti, mentre partecipare a un evento IQOS o a un happening in una delle IQOS Embassy garantisce ben 600 punti.

Invita gli amici nel Club.

Essere in IQOS Club è sicuramente interessante. Può diventare ancora più utile e divertente però, quando si condividono le esperienze con i propri amici. Ecco perché ci sono dei punti in palio per ogni amico che riesci a coinvolgere attivamente nella community. Invitare 1 amico a provare IQOS (1000 punti); invitare il secondo amico a provare IQOS (1250 punti), einvitare 3 o più amici a provare IQOS (1500 punti), oppure invitare un gruppo di amici di cui due acquistano IQOS (2000).

Non ci sono però solo queste azioni. Possiamo ottenere vantaggi e punti anche acquistando oppure facendo un passaggio da uno stato a un altro.

Acquista

1. Acquistare un secondo KIT (o terzo, quarto) e registralo (400 punti)
2. Acquistare una SLU (250)
3. Acquistare degli accessori dall’e-commerce: caps o cover laterali per personalizzare il proprio device. Avendo un valore inferiore a 15 € ti permettono di ottenere 150 punti
4. Acquistare accessori con un valore superiore ai 15 €, dalle cover di pelle in avanti, invece permette di ottenere immediatamente 250 punti
5. Acquistare un’edizione limitata. Un oggetto unico ed esclusivo che solo in pochi potrete avere. Per un’azione così speciale anche i punti sono speciali: 600

Passaggio di Badge
1. Da silver a gold (200 punti)
2. Da gold a platinum (400 punti)

Come viene premiata la socialità del singolo?

Dato che IQOS Club vuole essere una community e un luogo di scambio e confronto, un elemento fondamentale è quello di essere sempre connessi e presenti. Ecco perché tra i vari modi per ottenere “extra punti” abbiamo anche molte azioni “social. In particolare, è premiante collegare il proprio account Facebook permette di ottenere subito nuovi punti oppure completare il proprio profilo in maniera approfondita con i propri hobby per farsi conoscere meglio.

Come è strutturato il profilo di un utente IQOS Club?

L’esperienza online di IQOS Club varia un po’ in funzione dello status raggiunto. Una volta effettuato l’accesso alla piattaforma di IQOS Club, lo status (o badge) è visibile in alto a sinistra nella pagina, identificato anche da un colore specifico.

Oltre allo status, le altre informazioni subito visibili all’accesso sono i punti accumulati fino a quel momento e le attività previste per ogni status, siano esse azioni da compiere all’interno della piattaforma oppure al di fuori di essa, come un evento speciale o un invito in Embassy.
Andiamo però con ordine.

Tra le pagine interne del proprio profilo possiamo vedere la nostra “storia”. In ordine cronologico vengono indicate tutte le azioni fatte e i punti guadagnati, si può anche decidere se ordinarli per data o per attività.

C’è poi una pagina “Benefit”, che presenta tutti i benefici che si possono ottenere grazie al proprio status e che variano dal vivere un’esperienza esclusiva immersi nel mondo IQOS (la cosiddetta “surprise event premium”) all’assistenza dedicata in call center 24/7 per avere supporto in via prioritaria, o ancora qualsiasi nuova informazione sul mondo IQOS.

Tutti i membri del Club possono inoltre acquistare le limited edition prima di tutti gli altri. E infine c’è la possibilità dell’Assistenza Care Plus, il servizio premium dedicato ai clienti Gold. Un’assistenza speciale per la sostituzione del prodotto o, se si ha un dispositivo IQOS non più coperto da garanzia, per la sostituzione gratuita dell’holder o del caricatore tascabile.

Per finire, nella pagina “Quiz e Articoli” è possibile visionare tutti gli articoli esclusivi per gli iscritti al Club, ordinarli per data, salvare i preferiti e rileggerli in un secondo momento. Domande e quiz strutturati sono poi sempre disponibili per gli utenti.

Parliamo della pagina premi…

Sempre da profilo personale si può accedere al “catalogo” e a tutti i “premi” a disposizione per lo status di appartenenza. Ci sono le icone degli accessori, i nomi dei prodotti e sotto ognuno di essi il valore in punti. Come detto, possiamo “riscattarli” o meno grazie al nostro “wallet” con i punti accumulati.

Nuovi IQOS User e “vecchi” IQOS User come entrano nel Club?

I membri del Club sono tutti utilizzatori IQOS con un numero di dispositivo associato nel profilo di iqos.com. Alcuni pero possono aver appena acquistato IQOS, mentre altri possono averlo già da qualche tempo. Con il lancio della piattaforma di loyalty IQOS vuole offrire vantaggi a tutti. Per questo, se sei già un IQOS lover da tempo, riceverai una email per entrare nell’IQOS Club e iscriverti guadagnando subito 100 punti.

I servizi gratuiti

Una volta in IQOS Club si possono attivare tutti i servizi premium riservati a chi fa parte del programma loyalty, come la consegna gratuita per ogni acquisto effettuato nello shop online.

IQOS agli Internazionali BNL d’Italia 2019 di Tennis a Roma: per il terzo anno consecutivo un match vincente

internazionali di tennis roma punti vendita iqos

Dal 6 maggio al Foro Italico di Roma si disputano gli Internazionali BNL d’Italia di tennis che ogni anno animano la Capitale, attirando oltre 350 mila visitatori. In un appuntamento così sfidante non poteva mancare il punto vendita IQOS. Una lounge speciale dove i fumatori adulti possono scoprire il mondo del riscaldamento del tabacco e tutti gli articoli per i fumatori adulti alla ricerca di una valida alternativa alla sigaretta. In più, due mostre esclusive tutte da scoprire.

Due settimane piene di pathos e agonismo, due settimane dove il gotha del tennis mondiale si ritroverà a Roma per gli Internazionali di Tennis e dove IQOS sarà, naturalmente, tra i protagonisti con il suo punto vendita. Così fino al 19 maggio i grandi nomi e tutti gli appassionati di tennis saranno a Roma per ammirare i campioni di questo sport in match avvincenti sulla terra rossa: da Novak Djokovic a Rafa Nadal passando per King Roger, da Serena Williams a Maria Sharapova, fino all’attuale numero uno della classifica WTA, Naomi Osaka.

Una Lounge davvero speciale

IQOS non poteva mancare a questo appuntamento e per il terzo anno consecutivo sarà partner degli Internazionali di tennis di Roma. Il punto vendita IQOS si trova all’interno dell’area del campo centrale su viale delle Olimpiadi dove i fumatori adulti possono conoscere il rivoluzionario dispositivo che scalda e non brucia il tabacco durante i match tennis più appassionanti.

Non basta. Oltre al punto vendita IQOS, la lounge sarà un punto di incontro per fumatori adulti e IQOS lover.

Ma anche un momento di scoperta con due mostre parallele. La prima sulla storia e sull’evoluzione della racchetta da tennis; da quelle in legno a quelle studiate con nuovissime leghe ultraleggere (grafite pura o mista, fibra di vetro, tungsteno o basalto). La seconda, dedicata ai fumatori adulti, è un’esposizione sull’evoluzione dei dispositivi IQOS. Si parte dalla prima generazione di riscaldatori del tabacco, nata addirittura nel 1990, dove il riscaldamento del tabacco avveniva dall’esterno e non dall’interno, come avviene invece ora con i nuovi IQOS 3 e IQOS 3 Multi. Qual è il vantaggio? Non trasferire calore direttamente sulla carta che avvolge lo stick, ma soltanto sul tabacco, scaldato fino a 350°C per ottenerne il sapore autentico.

Non può mancare poi un’area con tutti gli articoli dedicati ai fumatori che desiderano abbandonare il fumo e trovare una valida alternativa alle sigarette: dalle cap colorate alle nuove cover dalle cromie satinate e trendy alle eleganti custodie in pregiata pelle italiana. Senza dimenticare che si possono chiedere informazioni a proposito delle novità del prodotto, dei servizi di assistenza e dei punti vendita IQOS su tutto il territorio nazionale.

Uno sport in continua trasformazione

Nato come sport d’élite, praticato da pochi, il tennis oggi raccoglie moltissimi appassionati in Italia e nel mondo.  Non tutti sanno che il primo campo di terra rossa è stato realizzato in Liguria a Bordighera da Sir Charles Henry Lowe nel 1878.

Oggi possiamo dire con certezza che il tennis è considerato uno sport aperto ai più e legato a valori forti. Eleganza, forza, tecnica e innovazione che va dalla racchetta ai materiali per abbigliamento e calzature tecniche.

Molti grandi campioni di questo sport hanno poi dato il via a cambiamenti che hanno segnato un’epoca. Dai capelli lunghi di Björn Borg negli anni Settanta, ai completi fluo e tutto colore di Andre Agassi da metà anni Ottanta agli anni Novanta. Fino ad arrivare alla passione per la cucina di Roger Federer oggi.

E anche quest’anno ci aspettiamo grandi successi, grandi scontri e match avvincenti durante gli Internazionali di Tennis a Roma.

Gli Internazionali BNL d’Italia di Tennis di Roma

Oggi in Italia, secondo dati del Sole24Ore, i tesserati under 16 potrebbero superare quota 150 mila e negli ultimi cinque anni sono state aperte oltre 600 nuove scuole di tennis, un grande passo in avanti e se nell’edizione 2018 degli Internazionali di tennis di Roma ci sono stati oltre 350.000 i visitatori e oltre 200 mila ticket venduti per assistere ai match sia maschili sia femminili; per l’edizione del 2019 le aspettative sono altrettanto elevate, se non di più.

Al centro di questo importante parterre, tra protagonisti, spettatori e appassionati, c’è anche IQOS con il suo progetto innovativo per un futuro senza fumo. Il dispositivo creato da Philip Morris scalda il tabacco fino a 350°, senza bruciarlo, eliminando fumo, cenere e odori persistenti. Una rivoluzione rispetto al fumo di sigaretta. Se IQOS giocasse a tennis, molto probabilmente sarebbe un perfetto ace.

Tutti i fumatori adulti e gli IQOS user che parteciperanno ai 76° Internazionali di tennis di Roma potranno scoprire IQOS. Visitando infatti la IQOS Lounge chi già conosce il prodotto potrà scoprirne le ultime novità o acquistare accessori e gli articoli dedicati ai fumatori alla ricerca di un’alternativa al fumo.

Se pensate di non sapere abbastanza di questo sport, gli Internazionali di tennis di Roma sono una buona occasione per approfondire e lasciarsi prendere dai match. E per i fumatori…tra un match e l’altro, vi aspettiamo alla IQOS Lounge.

Innovazione e sostenibilità protagonisti della MDW 2019

Cambiamento, Innovazione e sostenibilità protagonisti della MDW 2019

Dalla scultura contemporanea firmata Alex Chinneck alle installazioni di Brera, dalla Statale di Milano agli spazi emergenti nel quartiere Nolo: la MDW, o meglio per esteso Milano Design Week, si è conclusa con un grandissimo successo di pubblico, con eventi esclusivi e non, con code, lunghe ma sempre ordinate, con qualche polemica ma, soprattutto, con tanto stupore e con la consapevolezza che il mondo del design sta lavorando per un futuro più sostenibile.

Chi c’è stato sicuramente non può aver visto tutto. Chi non c’è stato vorrebbe saperne di più. Allora, ecco una breve guida del best of MDW2019 secondo IQOS.

I protagonisti

Già dalle notizie pubblicate su riviste e canali di settore, si sapeva quali sarebbero stati i protagonisti indiscussi di questa edizione. Presenti su copertine, in articoli di magazine e blog, fotografati da tutti, condivisi sui social. Li abbiamo notati, amati e ne abbiamo fatto anche un po’ indigestione, ma non possiamo non dedicare a loro questa sezione.

01. Leonardo.

A lui era dedicata la 58esima edizione della MDW, a 500 anni dalla morte. Artisti e designer sono stati coinvolti in una gara commemorativa dai risultati eccellenti. A cominciare dall’installazione Aqua, ideata da Matteo Balich alla Conca dell’Incoronata che ha incantato con i suoi spettacoli luminosi e le sue proiezioni avvolgenti. I visitatori si sono ritrovati immersi in un mondo di suoni, gocce e riflessi culminanti con una rielaborazione artistica dei disegni di Leonardo.

A San Siro, invece, si sono potute ammirare le opere create per il Leonardo Horse Project da 13 artisti e designer tra cui Marcel Wanders, Philippe Starck, Serena Confalonieri e Elena Salmistraro. Ognuno ha rivisitato il Cavallo di Leonardo, statua custodita proprio all’ippodromo di San Siro.

02. Alex Chinneck.

Di lui ne abbiamo parlato già negli articoli precedenti. Ma non lo abbiamo fatto solo noi, perché la sua opera che ha trasformato lo Spazio Quattrocento di Via Tortona 31 è stata tra le più stupefacenti e ammirate della MDW.


L’artista ha parlato di innovazione e cambiamento partendo da un palazzo e stravolgendolo e usando come simbolo una zip: l’abilità di Chinneck sta proprio nell’unire arte, architettura e teatro in scala monumentale.

L’architettura stessa dell’edificio, sia esterna sia interna, si è così trasformata in opera d’arte, assumendo forme nuove e inattese. Le pareti e i pavimenti sono diventati metafora di un processo di trasformazione, che evoca, attraverso immaginifici portali, infinite vie verso un possibile futuro. Il tutto è stato possibile grazie al progetto IQOS World, giunto quest’anno alla sua seconda edizione.

03. Elena Sarmistraro.

Giovane, ironica e talentuosa. Il suo nome era presente ovunque e, con lui, le sue divertentissime opere. Allo Spazio Rossana Orlandi, con gli armadi-specchio Mata&Grifo, a San Siro, con il suo cavallo per il Leonardo Horse Project, a Palazzo Litta, con la collezione di ceramiche Bisanzio Collection. Ma poi anche in Fiera, a Euroluce, con le lampade realizzate per Torremato. E poi vetrine, copertine e molto altro…

04. Le luci.

Nell’anno di Euroluce, sono loro le vere protagoniste di ogni evento e installazione. A centinaia, per creare soffitti stellati a Palazzo Serbelloni dedicato agli Oggetti Nomadi, in tutte le loro forme e novità firmate dai brand più eccellenti nel settore che, per una settimana, hanno aperto i loro showroom in Corso Monforte, denominato “il distretto della luce d’autore” e dove Philippe Starck, con lo specchio luminoso La Plus Belle, si è mostrato in versione dog-designer, con una video installazione che ha fatto ridere chiunque passasse davanti alla vetrina di un noto brand italiano di illuminazione.

Anche da Tenoha, lo spazio giapponese per eccellenza a Milano, in via Vigevano, le luci dello studio di design Nendo hanno trasformato lo spazio con l’installazione Breeze of Light: 115 faretti sospesi sul soffitto a creare una sensazione di movimento simile a quella di una leggera brezza che attraversa un giardino.

E poi, ovviamente, a Rho Fiera, dove le aziende dell’illuminazione hanno mostrato come i bassi consumi e la sostenibilità, anche in questo settore, possano coniugarsi perfettamente con l’aspetto estetico.

05. I cortili e palazzi milanesi.

non c’è periodo migliore dell’anno di quello della MDW per accedere ai palazzi nobiliari della città e ammirarli nella loro commistione tra arte, storia e design del futuro.

innovazione e sostenibilità cambiamento

Dai cortili di Brera a quelli di Via Santa Marta, nel Distretto delle 5 Vie, dai Palazzi di Corso Magenta e Corso Venezia fino a quelli di Via Montenapoleone: anche quest’anno, hanno ospitato grandi mostre-evento ma non solo.

Hanno aperto le porte a piccoli artigiani capaci di rivoluzionare il settore con la cura e la ricerca del particolare, o a piccoli brand che hanno esposto la loro visione della sostenibilità con materiali provenienti da materie prime presenti sulla nostra tavola, come quelli realizzati dallo studio veronese Henry&Co, che crea oggetti di design con la risulta di pomodoro o con il caffè di scarto degli autogrill.

E, infine, come non citare la giungla urbana ricreata da Paola Lenti in uno degli spazi più richiesti negli ultimi due anni per gli eventi milanesi: la Fabbrica Orobia, a pochi passa da Fondazione Prada.

Gli eventi

Molti degli eventi immancabili della settimana li abbiamo citati. Qui di seguito, la nostra top list, in ordine sparso, non di priorità.

1. Aqua – installazione artistica di Matteo Balich alla Conca dell’Incoronata
2. Marni Moon Walk – installazione allo spazio Marni in Viale Umbria 42
3. Oggetti Nomadi by Luis Vuitton – Palazzo Serbelloni
4. IQOS World Revealed by Alex Chinneck – Via Tortona 31
5. Alcova Popoli Uniti – progetto tra sperimentazioni artistiche e design alla ex Fabbrica di cachemire Sassetti

6. Un mare di plastica.

La sostenibilità diventa design d’eccezione quando a selezionare i progetti è Rossana Orlandi che quest’anno si è sdoppiata tra lo storico Spazio in Via Matteo Bandello e il Ro Garage, uno spazio allestito appositamente per ospitare i progetti selezionati per il concorso Ro Plastic Prize, lanciato la scorsa primavera a caccia delle migliori creazioni in plastica riciclata provenienti da tutto il mondo, divise nelle categorie design, tessile, packaging e idee innovative.

7. Ventura Lambrate al BASE.

Il progetto Ventura Lambrate si sposta in Via Bergognone, negli spazi del BASE, mette il biglietti d’ingresso a pagamento (5 euro) che non ferma i visitatori. A conferma che, quando la qualità c’è, tutti ti restano fedeli.

8. Nel blu dipinto di blu.

Ingo Maurer e Axel Schmid hanno reinterpretato uno dei grattacieli icona di Milano, dipingendo di blu grazie alla luce, la Torre Velasca.

L’innovazione e la sostenibilità hanno dimostrato tanto in questi giorni, con idee, progetti, forma e sostanza. Il Salone si chiude. I designer tornano al lavoro. Tutti gli altri sono comunque coinvolti nell’attuare il cambiamento.

Il futuro senza fumo visto attraverso la zip di Alex Chinneck

via tortona milano

Visionario ma con la concretezza data dalla conoscenza dei materiali. Artista, scultore e anche, da un certo punto di vista, architetto. Alex Chinneck ci racconta il suo pensiero, la sua immaginazione e i segreti del suo lavoro creativo. La sua opera – sviluppata combinando arte, architettura, ingegneria e teatro – è stata protagonista del progetto culturale IQOS World per un futuro senza fumo, presentato durante la 58esima edizione del Salone del Mobile in via Tortona a Milano.

Prima di raccontare l’opera dedicata al futuro senza fumo di IQOS, iniziamo a conoscere l’artista. Classe 1984, laureato presso il Chelsea College of Art, vive e lavora nel Kent ed è membro del consiglio della Royal Society of Sculptors. I suoi lavori monumentali, sia nell’ambizione che nell’impatto, uniscono arte, architettura e teatro con l’ingegneria, per superare i confini dei materiali e il loro potenziale scultoreo.

Questo è ciò che è avvenuto in via Tortona a Milano nel corso dell’edizione 2019 del Salone del Mobile.

Quello che mi piace nel mio lavoro è trascendere le caratteristiche fisiche del materiale. Distorcerlo, reimmaginarlo e presentarlo in modi che sovvertono la logica. Annodare il legno, estrarre mattoni dai muri delle case, far fluttuare la pietra e far arricciare l’asfalto. Si tratta di presentare il mondo intorno a noi in modo nuovo.”

E certamente ogni sua opera sa interpretare in modo sempre diverso ciò che ci circonda. È grazie alla capacità di stupire, infatti, che Chinneck è diventato noto con le sue sculture surreali in scala architettonica che danno origine ad una visione distorta del mondo intorno a noi.

salone mobile via tortona milano

Tra le sue installazioni più importanti, annoveriamo lo stravolgimento di un edificio di tre piani attraverso un illusorio scorrimento della facciata in mattoni verso il basso, una casa a due piani costruita con 7.500 mattoni di cera che si sono sciolti nelle settimane successive.

Senza dimenticare una replica illusoria di un edificio in pietra a Covent Garden che, liberandosi dalle proprie fondamenta, sfidava la forza di gravità, un’installazione in cui un pilone dell’elettricità alto 37 metri è stato presentato capovolto, come una stella caduta dal cielo.

E, dopo questa edizione al Salone del Mobile e il successo riscosso sulla stampa, nei social e tra il pubblico presente in città, Chinneck ha aggiunto al suo portfolio un’altra grande opera, quella di via Tortona a Milano, che è sicuramente destinata a rimanere nella memoria.

Una zip alla Milano Design Week

IQOS World Revealed by Alex Chinneck è il progetto culturale che ha portato in Via Tortona dal 9 al 14 aprile la monumentale scultura contemporanea dell’artista.
Può una zip aprire muri e svelare mondi? Secondo Chinneck sì.

La scultura è un modo di dare nuova evidenza e ripensare il mondo fisico che ci circonda ogni giorno. Il mio modo di farlo è aggiungendo un tocco di eccentricità. Abbiamo adattato l’opera d’arte al linguaggio architettonico della città di Milano, perché ritengo che l’arte debba trasmettere la sensazione di essere nata esattamente nel luogo in cui si colloca, e di appartenervi. Così si crea sinergia tra scultura e contesto.

Grazie a enormi zip, la facciata e i muri interni dello Spazio Quattrocento in Via Tortona a Milano, sono stati “aperti” per mostrare lo spazio in una nuova luce.

zip alex chinneck futuro senza fumo

Zip come simbolo di cambiamento e innovazione, di capacità di guardare oltre, in modo diverso. Simbolo di collaborazione tra le parti per costruire nuove visioni del futuro. Zip che rappresenta quindi il pensiero e la filosofia che ha portato alla nascita di IQOS come migliore alternativa alla sigaretta per un futuro senza fumo. Cambiare un mondo antico e sempre uguale come quello del tabacco, creare un’esperienza del ‘fumo’ senza fumo, offrendo ai suoi utilizzatori il gusto autentico del tabacco, è senza dubbio una rivoluzione di grande portata. E lo è anche dal punto di vista dei numeri, dato che ha già coinvolto oltre sei milioni di fumatori adulti in tutto il mondo.

Collaborare per innovare

Progetti come questo sono possibili solo grazie alla collaborazione. Per realizzare questo progetto, hanno lavorato centinaia di persone: l’opera arriva da tre diverse fabbriche della Germania e ha raggiunto l’Italia su 15 autoarticolati. Modellata in digitale, dipinta, fusa e incisa da una macchina, incorpora una serie di materiali ibridi. Lei stessa è un ibrido tra persone, capacità e personalità. La collaborazione è fondamentale. È solo grazie a lei che la mia immaginazione creativa può esprimersi liberamente. Se limiti le tue idee e la portata della tua immaginazione a quello che puoi realizzare da solo, limiti immediatamente anche le tue possibilità.

Unire menti e braccia, quindi, per raggiungere un obiettivo che nasce dal singolo o da pochi, ma a vantaggio della collettività, che viene stimolata e coinvolta nell’attitudine al cambiamento. Pensiero di Chinneck. Pensiero di IQOS. Ma, soprattutto, pensiero alla base dell’innovazione. Per un futuro senza fumo.

La scultura contemporanea di Alex Chinneck celebrata alla Fiera del Mobile di Milano

carl craig fiera mobile milano

9-14 aprile 2019: Milano ospita l’evento più atteso, internazionale e coinvolgente della città. IQOS con il suo progetto IQOS World è stato protagonista fin dall’inaugurazione.
La scultura contemporanea firmata Alex Chinneck ha attirato su di sé gli sguardi e l’interesse delle migliaia di visitatori che ogni giorno passano per Via Tortona. Grande festa il 9 aprile con l’evento IQOS allietato dal DJ set di Carl Craig.

Essere tra i fautori del cambiamento e raccontarlo in tutte le sue molteplice forme, coinvolgendo il mondo dell’arte, della tecnologia e del design, è la missione di IQOS che, anche quest’anno, ha saputo stupire con il progetto di scultura contemporanea firmato da Alex Chinneck in occasione della fiera del Mobile di Milano.

Alex Chinneck, uno scultore contemporaneo alla Fiera del Mobile

Il progetto vede protagonista l’architettura di un intero edificio, lo Spazio Quattrocento in Via Tortona 31. Attraverso una serie di interventi scultorei, è stata trasformata in modo spettacolare sfidando la percezione del pubblico. All’esterno, infatti, l’artista ha ricreato una facciata totalmente nuova che sembra “aprirsi” attraverso una zip che lascia intravedere l’interno dell’edificio. All’interno, invece, gli spazi sono stati radicalmente trasformati attraverso “aperture” inaspettate nel pavimento in cemento e nelle pareti in pietra.

Il simbolo della zip è l’espediente simbolico che Alex Chinneck ha utilizzato nella sua imponente scultura contemporanea per trasportare il visitatore in un’esperienza inedita e coinvolgente. Una metafora di un processo di trasformazione, che evoca, attraverso immaginifici portali, infinite vie verso un possibile futuro.

Un’esperienza che ha appassionato anche utilizzatori IQOS e fumatori adulti, italiani e internazionali, presenti all’evento di inaugurazione del 9 aprile. Un pubblico che ha reso IQOS World Revealed by Alex Chinneck uno dei luoghi della fiera del mobile di Milano più presenti online.

DJ set d’autore con Carl Craig

Complice anche la musica del DJ di Detroit Carl Craig che dalla sua consolle ha animato la notte di Via Tortona 31. È stata una serata in perfetto stile IQOS: innovativa e coinvolgente.

Musica, luci e arte hanno avvicinato le persone e le hanno unite. Uno dei vantaggi nell’utilizzo di IQOS è anche questo:  avvicinare fumatori e non, grazie all’assenza di fumo e cenere e alla riduzione dell’odore rispetto al fumo da sigaretta.

I fumatori che sono passati ad IQOS dichiarano di sentirsi più a loro agio infatti nell’avvicinarsi alle persone rispetto a quando fumavano sigarette*.

carl craig dj set milano

Avete ancora pochi giorni per ammirare dal vivo la scultura contemporanea di Alex Chinneck presente alla fiera del Mobile di Milano.
IQOS World Revealed by Alex Chinneck vi aspetta fino al 14.

* Sondaggi condotti online da agenzie di ricerca esterne nel 2016 e 2017 su un campione di 3.263 utilizzatori di IQOS in Giappone, Svizzera, Italia, Romania e Spagna.

Scultura di Alex Chinneck e menu di Carlo Cracco: IQOS firma così l’apertura della MDW

carlo cracco ristorante stellato

Metti insieme uno degli chef stellati italiani più richiesti, non solo del momento ma degli ultimi anni, e uno degli artisti più visionari e acclamati in una delle location più attive del Salone del Mobile di Milano. E diventi il protagonista indiscusso di una settimana dedicata al cambiamento, al futuro e al game changing. Il tutto completato dal menu inaugurale da ristorante stellato. Di chi stiamo parlando? Di Carlo Cracco, Alex Chinneck e IQOS allo Spazio Quattrocento in Via Tortona 31.

La Milano Design Week è iniziata il 9 aprile e chiuderà le porte domenica 14. Già dalle prime ore, però, IQOS – giunto alla sua quarta edizione al Salone, la seconda con IQOS World – ha registrato un successo di visite, di presenze giornalistiche e di condivisione sui canali social grazie all’installazione artistica di Alex Chinneck.

Una serata con Victoria Cabello, Saturnino e Carlo Cracco

Un’installazione surreale che alcuni hanno potuto ammirare in anteprima già l’8 aprile.

Una serata che ha visto Victoria Cabello e Saturnino in consolle per uno speciale dj set. Gli ospiti hanno potuto godere di un menu da ristorante stellato creato appositamente per l’occasione da uno dei migliori chef stellati italiani, Carlo Cracco. Perché l’innovazione coinvolge tutti i sensi, anche quello del gusto.

Lo sa bene lo chef, che con IQOS condivide la continua ricerca di sovvertire il già visto, già fatto, già provato. E che riesce a stupire ogni volta per questo è nella top list degli chef stellati italiani.

E lo ha fatto anche l’8 aprile, con la sua tartare di Fassona, nocciole e meringa al lime, con la millefoglie al basilico con paté di faraona, la focaccia allo zafferano, il tonno, latte di cocco e lemongrass e con tutti gli altri incredibili piatti che hanno reso unico l’evento.

Una rivoluzione al Salone del Mobile di Milano

IQOS ha saputo rivoluzionare un mondo antico come quello del fumo da sigaretta e ha coinvolto oltre sei milioni di persone che hanno deciso di vivere l’esperienza di consumo del tabacco in modo radicalmente diverso grazie al dispositivo che con la HeatControl Technology scalda il tabacco senza bruciarlo. E gli effetti sono sotto gli occhi e il naso di tutti: niente combustione, e quindi niente fumo e cenere, e un odore meno persistente.

Il tema della socialità è un tema molto apprezzato da Carlo Cracco. Da sempre, si batte per un’esperienza del food all’insegna della condivisione, che sia all’interno in un ristorate stellato o in un evento come quello organizzato da IQOS.

Quella dell’8 aprile, tra cibo e scultura, è stata una serata dedicata a un futuro fatto di trasformazione, con le forme e inattese dell’installazione artistica di Chinneck. Con i sapori sorprendenti di Carlo Cracco e con l’obiettivo di una società smoke-free che IQOS vuole contribuire a raggiungere.

“Il nostro obiettivo è quello di costruire un futuro smoke – free, in cui prodotti senza fumo, come IQOS, sostituiscano le sigarette a vantaggio della società”.

Ha dichiarato Frederic de Wilde, Presidente della Regione UE di Philip Morris International.

chef stellati italiani

Anche gli ospiti presenti sono nomi simbolo di questo pensiero e questa filosofia del cambiamento.

Maurizio Cattelan, Mia Ceran, Stefano Seletti, Warly Tomei, Umberta Gnutti Beretta, Lady Tarin, Marisa Passera, Gianluca Gazzoli, Francesco Melzi D’Eril, Simone Guidarelli.

La Settimana del Design 2019 secondo IQOS, l’alternativa alla sigaretta

settimana del design

Impossibile non saperlo, impossibile non notarla. La sorprendente creazione realizzata dall’artista britannico Alex Chinneck in via Tortona 31 è stata una tra le più visitate, fotografate e raccontate della Milano Design Week 2019. In buona compagnia con la Torre Velasca in total look blu o “La Maestà sofferente”, l’installazione di Gaetano Pesce in Piazza Duomo. E IQOS, con il suo progetto culturale IQOS World, giunto alla seconda edizione, non solo ha saputo offrire al pubblico nella settimana del design del Fuori Salone opere scultoree spettacolari, ma ha anche coinvolto e reso partecipi alcuni testimoni dell’innovazione in ambiti diversi dal design.

Day 1. Da Cracco a Saturnino fino a Victoria Cabello un percorso tra cucina, tv e musica

8 aprile 2019, le porte della settimana del design sono ancora chiuse per il grande pubblico, ma quelle di IQOS World Revealed by Alex Chinneck si aprono per la serata inaugurale con ospiti – fumatori e utilizzatori – e partecipazioni d’eccezione. Da Carlo Cracco, curatore del menu della serata, a Saturnino e Victoria Cabello. Non tre nomi a caso. Tre nomi portavoce del game changing, ovvero della capacità di sovvertire il noto e già visto, il sempre uguale, per trasformarlo e farlo evolvere.

“Considero la ripetizione la più grossa forma di rivoluzione. Gli artigiani e i tagliatori di sushi giapponesi cercano di ripetere la stessa cosa portandola verso la perfezione. Mi ispiro a loro per la mia musica”. È questo il pensiero di Saturnino sull’innovazione. Pensiero che adotta ogni giorno e che lo ha reso un protagonista del cambiamento musicale.

Proprio come protagonista del cambiamento è anche Carlo Cracco, tra i più noti chef stellati italiani. “Cambiare le regole è normale. Le regole sono fatte per essere trasgredite, cambiate, rinnovate. E a volte anche tolte”.

La contaminazione è l’anima del cambiamento in ogni settore” – afferma Victoria – “e ho sempre cercato nel mio lavoro di andare oltre, di avere uno sguardo un po’ anglosassone e alle volte involontariamente mi sono trovata a cambiare le regole del gioco”.

Il gusto autentico secondo Cracco

Riguardo al gusto autentico del tabacco che ha fatto sì che IQOS, il dispositivo elettronico nato come alternativa alla sigaretta, sia stato scelto da oltre 6 milioni di persone, Carlo Cracco ha le idee molto chiare. E, durante la serata ha raccontato: “Il gusto autentico è il vero e originale sapore di ogni prodotto che scelgo: se dico zucchina, deve sapere di zucchina. Se dico tabacco, deve sapere di tabacco. Non mi interessa quello che c’è dietro, mi interessa che quello che mi arriva sia esattamente quello che cerco di riprodurre”.

Chi già conosce IQOS sa che, grazie alla HeatControl Technology, il tabacco viene scaldato e non bruciato. Questo consente di cogliere il gusto autentico e la soddisfazione.

Day 2. La Settimana del Design inaugura ufficialmente

9 aprile 2019: la giornata dà ufficialmente il via alla 58esima edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano. Tutti i quartieri della città, o meglio, quelli che solo in questa occasione, vengono definiti District, sono pronti ad accogliere le migliaia di addetti ai lavori e non, che per una settimana hanno affollato vie, palazzi, cortili e spazi espositivi in città.

Zona Tortona è da tempo, ormai, regina in fatto di presenze, grazie alla sua capacità di creare proposte ed eventi capaci di dettare le tendenze del design. Ma anche di creare spunti di riflessione sulle tematiche che annualmente coinvolgono il design, dalla sostenibilità ai nuovi materiali, dai light designer al food design.

IQOS World Revealed by Alex Chinneck

Tema chiave della settimana del design di quest’anno è stato la sostenibilità. IQOS.

Nato con l’obiettivo di realizzare un futuro senza fumo, non poteva mancare e lo ha fatto in modo innovativo, grazie alla metafora della zip utilizzata dall’artista Alex Chinneck per le sue installazioni allo Spazio Quattrocento, in Via Tortona 31.

Combinando ingegneria e architettura, l’edificio è stato trasformato in modo spettacolare sfidando la percezione sensoriale del pubblico. Ricreando una facciata totalmente nuova, una delle sue estremità si apriva attraverso una zip che lasciava intravedere un ulteriore edificio bianco. Gli spazi interni, invece, sono stati trasformati attraverso “aperture” nel pavimento in cemento e nelle pareti in pietra.

Il simbolo della zip, tratto distintivo del progetto, è stato l’espediente attraverso cui l’artista ha dato origine a una serie di fenditure che ricordano le opere surreali da cui si propagava una luce eterea e impalpabile che invadeva lo spazio, trasportando il visitatore in un’esperienza inedita e coinvolgente.

La mia ricerca condivide con IQOS la volontà di ribaltare la percezione di ciò che è possibile”, ha raccontato Alex Chinneck. “In questo progetto materiali e forme architettoniche familiari e rassicuranti sono stati trasformati in straordinari e inattesi; attraverso l’uso ripetuto della cerniera, infatti, abbiamo ‘aperto’ un edificio dall’estetica apparentemente tradizionale immaginando con ironia cosa si potesse nascondere oltre la facciata, i pavimenti e le pareti”.

Una delle installazioni più viste al Fuori Salone di Milano

Dal 10 al 14 aprile IQOS ha continuato ad accogliere sia gli addetti ai lavori sia il grande pubblico. In molti, attirati dalle notizie e dalle immagini pubblicate sui social da chi era già stato in Via Tortona 31, si sono recati qui per scattare una delle foto simbolo del Salone di quest’anno.

Non c’è dubbio, infatti, che lo Spazio Quattrocento con la sua facciata aperta dalla zip sia stato tra i più fotografati, condivisi e taggati di questi sette giorni del Salone.

alternativa alla sigaretta

Un successo? Sicuramente la testimonianza di come il desiderio di cambiare le regole e di innovare sia condiviso da tutti. È un pensiero che, quando attuato, affascina e coinvolge in ogni sua forma; che sia una scultura contemporanea, una forma musicale, un approccio alla cucina o, come nel caso di IQOS, un nuovo modo di vivere il consumo del tabacco.
Nel corso della settimana i visitatori fumatori adulti che ancora non lo conoscevano hanno anche potuto provare il dispositivo e valutare l’alternativa alla sigaretta. Chi è già user ha potuto scoprire tutte le novità, come IQOS 3 e IQOS 3 MULTI, presso la lounge sempre aperta in Via Tortona.

Ora che i treni e gli aerei hanno riportato a casa i visitatori e la città è tornata ai suoi ritmi normali. C’è già chi pensa alla prossima settimana del design e chi pensa ad attuare il cambiamento grazie agli stimoli ricevuti.

IQOS è sicuramente tra questi.

Vogliamo un futuro senza fumo. E lo vogliamo prima possibile.

IQOS - UN FUTURO SENZA FUMO

L’impegno di Philip Morris International per la costruzione di un futuro globale senza fumo prosegue senza sosta. “Si tratta di una visione di totale trasformazione, che cambierà la società: un futuro che non include le sigarette. E vogliamo che questo avvenga il primo possibile”. Così il CEO André Calantzopoulos racconta l’ambizioso traguardo alla stampa internazionale.

Di fatto, tutti i fumatori nel mondo hanno il diritto di conoscere l’esistenza di modalità diverse per consumare il tabacco che non siano basate sul processo di combustione, la causa principale dell’inalazione di agenti tossici e cancerogeni presenti nel fumo di sigaretta.

Più di 10 autorità pubbliche di Paesi quali la Germania, il Regno Unito e il Giappone, oltre che numerosi istituti di ricerca privati, hanno già riconosciuto come il sistema IQOS sia in grado di ridurre significativamente l’emissione di sostanze tossiche rispetto alle sigarette.

Oltre 6 milioni di fumatori adulti nel mondo hanno già condiviso la scelta in favore di un futuro senza fumo, raccontata così dal CEO André Calantzopoulos.

Lettera aperta dal CEO di Philip Morris International André Calantzopoulos

All’attenzione della comunità di leader in tutto il mondo.

Come CEO di Philip Morris International, mi viene spesso chiesto perché non smettiamo di vendere sigarette. Forse questa è la domanda sbagliata. Quella giusta potrebbe essere: “Quand’è che le persone smetteranno di comprare sigarette?” Oggi, nonostante un crescente sforzo a livello mondiale per favorire la prevenzione e la cessazione dell’abitudine al fumo, i fumatori al mondo sono oltre 1 miliardo. E, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2025 saranno ancora più di 1 miliardo. Queste persone sono i vostri elettori, i vostri vicini e forse i vostri amici e familiari: dobbiamo necessariamente guardare a soluzioni alternative per ognuno di loro.

Ecco perché in PMI siamo impegnati a creare un futuro senza fumo. È una visione di totale trasformazione, che cambierà la società: un futuro che non include le sigarette. E vogliamo che questo avvenga il prima possibile.

Sì, nel passato l’industria del tabacco ha avuto un evidente problema di credibilità, ma questo non dovrebbe impedirci di offrire ai fumatori adulti che altrimenti continuerebbero a fumare la possibilità di fare scelte più informate. In un mondo ideale, tutti i fumatori dovrebbero smettere completamente di consumare tabacco e nicotina: sarebbe la soluzione migliore. Siamo consapevoli che fumare causa malattie. Sappiamo anche che il tabacco contiene nicotina che, sebbene non priva di rischio e fonte di dipendenza, non è la causa primaria nello sviluppo di patologie fumo correlate. La causa principale sono i composti chimici generati durante la combustione di una sigaretta.

Abbiamo investito più di 4,5 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo per fornire ai fumatori adulti alternative migliori rispetto al perseverare con l’abitudine al fumo. Dietro questo investimento ed ogni progresso in Philip Morris International, c’è una solida base scientifica. Ci stiamo avvalendo di straordinarie scoperte tecnologiche per sviluppare alternative senza fumo che siano potenzialmente meno dannose rispetto al continuare a fumare. E non siamo i soli. In molti paesi, tra cui USA e UK, è ormai riconosciuto che alternative innovative senza fumo hanno il potenziale di essere meno dannose rispetto alle sigarette e rappresentano strumenti importanti a complemento delle politiche di salute pubblica incentrate sulla prevenzione e la cessazione dall’abitudine al fumo.

Ma prodotti e soluzioni innovative non hanno alcun potenziale se le persone non ne sono a conoscenza e non possono informarsi correttamente. Per questo siamo pronti e desiderosi di parlarne con i rappresentanti di tutti i settori e di tutti i punti di vista, inclusi quelli in disaccordo con la nostra visione.

Chi guarda con scetticismo alle nostre intenzioni, chi blocca il progresso senza prendersi il tempo di valutare gli studi scientifici e comprendere l’importanza di questa opportunità per la salute pubblica, fa un grosso danno ai fumatori. Mentre noi puntiamo verso un futuro senza fumo, questi detrattori riducono l’impatto delle possibili soluzioni alle politiche di salute pubblica. Stanno bloccando il cambiamento, negando a molti fumatori l’accesso a queste alternative. Si pensi a come vengono risolte le altre problematiche di scala globale come il cambiamento climatico, l’uguaglianza di genere, l’obesità, la fame e l’accesso all’educazione. Un fattore comune a tutte queste problematiche è la consapevolezza della necessità di lavorare insieme per provare a risolverle. Le compagnie energetiche vengono invitate nel dibattito per le soluzioni ai cambiamenti climatici. Viene permesso alle principali aziende alimentari di sedere al tavolo per parlare delle soluzioni a problemi come la fame e l’obesità.

Tuttavia, nel nostro settore, la società è allo stesso tempo divisa e paralizzata. Abbiamo urgentemente bisogno di un confronto aperto. Cos’è più importante: aiutare i fumatori oppure disprezzarci? Francamente, non penso sia ragionevole condannare le persone a fumare unicamente sigarette quando sono disponibili delle alternative. Potete immaginare le critiche che dovrei affrontare se, tra qualche anno, si scoprisse che avevamo delle valide alternative da offrire ai fumatori, ma le abbiamo lasciate nei cassetti dei nostri laboratori?

Ecco perché sto facendo appello ad un’apertura alla collaborazione. Per far sì che vi sia la volontà da parte dei governi, dei decisori pubblici, nelle ONG e degli individui di prendere in considerazione e valutare le evidenze scientifiche sui prodotti alternativi. Per essere aperti a nuovi concetti e al cambiamento.

Nel breve periodo di tempo in cui le alternative senza fumo sono state immesse sul mercato, milioni di uomini e donne hanno smesso di fumare e sono passati a questi prodotti ma sappiamo anche che dobbiamo prestare molta attenzione: una commercializzazione responsabile di questi prodotti è essenziale per assicurarci che solo i fumatori adulti che altrimenti continuerebbero a fumare sigarette passino a queste alternative. I nostri prodotti senza fumo non sono destinati alle persone che non hanno mai fumato o a quelle che hanno smesso.

Lavorando insieme, grazie a prodotti innovativi che incontrano i diversi bisogni dei fumatori adulti, unitamente a regolatori lungimiranti ed esperti di salute pubblica, possiamo accelerare il progresso verso un futuro senza fumo. Un futuro che creerà un mondo migliore per più di un miliardo di fumatori adulti e per i loro cari.

Ecco perché basiamo tutto il nostro impegno su una scienza rigorosa e sull’innovazione che possono condurci ad un futuro migliore.

Ecco perché è nostro dovere continuare a invocare un’apertura al dialogo che includa tutti i settori e i punti di vista, anche quelli in disaccordo con noi.

Ecco perché speriamo che dopo la lettura di questa lettera, guarderete in maniera obiettiva a quello che stiamo cercando di raggiungere e vi unirete a questo dibattito per il cambiamento.

Questo è il nostro perché. Non avremo di nuovo quest’opportunità.

André Calantzopoulos
Chief Executive Officer, Philip Morris International