Diventa un IQOS Ambassador al MIA Photo Fair con la fotografia d’autore

mia photo fair

Manca poco più di una settimana al 22 marzo, giorno di apertura della fiera internazionale d’arte dedicata alla fotografia MIA Photo Fair. Un’occasione da non perdere, soprattutto per tutti gli IQOS Lover, che potranno vivere un’esperienza davvero unica. Diventare IQOS Ambassador e seguire lo special party inaugurale dedicato alla fotografia d’autore proprio nell’Embassy di Foro Bonaparte. Non resta che… dare sfogo al proprio talento fotografico!

News importante per tutti gli appassionati di fotografia d’autore: il prossimo 22 marzo a Milano apre la IX edizione di MIA Photo Fair, la mostra internazionale ideata e diretta da Fabio e Lorenza Castelli. Anche quest’anno IQOS è presente all’appuntamento, con un progetto artistico dedicato a tutti gli IQOS Lover.

Per il terzo anno consecutivo, infatti, IQOS avrà all’interno del MIA Photo Fair una lounge che ospiterà il progetto fotografico Everyday Uniqueness, ideato e realizzato appositamente per IQOS da Paolo Pellegrin, fotoreporter italiano di fama internazionale.

Il contest dedicato alla fotografia d’autore

Per rendere ancora più coinvolgente l’attesa, IQOS propone un contest fotografico su Instagram dedicato proprio al tema della fotografia d’autore. Il contest sarà attivo dal 14 al 19 marzo sulla pagina Instagram di IQOS. Il premio? Essere uno degli IQOS Ambassador presenti all’esclusivo party inaugurale di MIA Photo Fair che ha scelto proprio la IQOS Embassy di Milano come location esclusiva.

Diventa uno dei 5 IQOS Ambassador all’inaugurazione di MIA Photo Fair

Partecipare è molto semplice. Basta andare sulla pagina Instagram di IQOS Italia e inviare una foto artistica del proprio IQOS. Come suggerisce col proprio lavoro Paolo Pellegrin in Everyday Uniqueness, è fondamentale rendere l’innovazione di IQOS evidente e preziosa nel suo utilizzo, in un momento unico, in un’esperienza memorabile per quanto legati alla mera quotidianità. Insomma, anche con il proprio smartphone si può scattare una semplice ma coinvolgente “foto d’autore“.

Stiamo cercando te

Amanti di tutto ciò che è innovazione, dotati di una sensibilità estetica distintiva, molti degli IQOS lover sono sicuramente appassionati anche di fotografia, d’autore e non. Conoscono perfettamente i vantaggi che IQOS ha creato per tutti i fumatori adulti che hanno deciso di lasciarsi il fumo alle spalle in modo definitivo. Sono in sintesi queste le caratteristiche dei potenziali candidati, cui si aggiunge l’età minima di 25 anni e la passione per il “social-reportage” tramite foto e video.

I cinque utenti verranno scelti da una giuria appositamente predisposta e riceveranno  un invito alla festa di apertura della fiera MIA Photo Fair alla IQOS Embassy di Foro Bonaparte, fungendo anche da reporter speciali IQOS per una notte.

Cosa farà un IQOS Ambassador?

I cinque Ambassador parteciperanno all’iniziativa e avranno l’incarico di realizzare materiali fotografici e video per raccontare l’evento. Un’occasione, quindi, per entrare nel vivo del mondo IQOS, per conoscerlo meglio e giocare da protagonista per un’esperienza senza dubbio irripetibile.

Info e regolamento qui.

IQOS e innovazione ai piedi del Vesuvio

Napoli è innovazione con IQOS

Quando si parla di innovazione la mente va subito alla Silicon Valley e ai giganti del web. IQOS, invece, evento dopo evento, è la prova che l’innovazione è più un modo di pensare e agire. L’innovazione che abbraccia ogni campo della nostra vita sociale e culturale. Lo ha dimostrato anche durante la Summer Night presso l’Embassy di Napoli.

La sera del 11 luglio sulla bellissima terrazza del ristorante stellato Palazzo Petrucci, un’elegante location del quartiere Posillipo, che si affaccia sul golfo di Napoli. 300 ospiti, tra attori, imprenditori e professionisti del settore, si sono incontrati per vivere un’esperienza insolita e coinvolgente. Per l’occasione, infatti, IQOS ha pensato a un modo originale e divertente per fare sperimentare ai suoi invitati l’innovazione a 360°. Un viaggio originale che dal mondo della fotografia li ha portati a quello dei social engagement, del food e della musica.

La serata, tappa dopo tappa

Il viaggio nel fantastico mondo della tecnologia e dell’innovazione è iniziato al tramonto. Il cocktail di benvenuto, ha dato infatti il via alla serata, per poi proseguire con la prima tappa di questo affascinante percorso, la fotografia. Più di 40 ospiti hanno avuto modo di testare per la prima volta l’OrcaVue.  La fotocamera, di ultima generazione, grazie a una tecnologia brevettata, permette di registrare straordinari video-selfie a 360°. La location si è magicamente trasformata in un set cinematografico, dove registi in erba si sono divertiti a scoprire tutti gli effetti speciali di questo modello all’avanguardia.

La seconda tappa del percorso ha portato gli invitati nel mondo del food, con un momento di tasting experience. Per l’occasione, lo chef del ristorante Lino Scarallo (stella Michelin e IQOS user) ha realizzato un interessante show cooking.  L’evento ha stupito gli invitati con prelibati finger cotti a bassa temperatura.
La temperatura è, infatti, uno dei temi più cari a IQOS, dal momento che il dispositivo elettronico utilizza il rivoluzionario sistema Heat Control Technology.  La tecnologia sviluppata da Philip Morris International, scalda il tabacco fino a 350 °C senza bruciarlo. Il sistema permette così di non produrre fumo, né cenere e di rilasciare un odore meno persistente rispetto al fumo della sigaretta.

La terza tappa è stata quella dedicata alla musica con l’incredibile esibizione della Relight Orchestra.  Una performance fuori dal comune, dal sapore futurista, in cui singolari strumenti acustici ed elettronici hanno dato vita a un mix di suoni stupefacente. Fulcro della serata è stato Mark Lanzetta, che ha suonato una particolare arpa elettronica sfiorando i raggi laser che emetteva.

La conclusione del tour

Il tour si è concluso con la quarta tappa portando i partecipanti nell’universo del social engagement. Qui gli ospiti hanno scoperto le meraviglie del backdrop interattivo, sul quale ognuno ha provato a scrivere pensieri, stati d’animo o semplici messaggi. La serata è poi proseguita con la musica di Tommy Vee che si è esibito in uno spettacolare DJ set.