IQOS e la fotografia artistica di Paolo Pellegrin insieme al MIA Photo Fair

fotografia artistica paolo pellegrin

Cosa hanno in comune un progetto di fotografia artistica firmato Paolo Pellegrin e un prodotto come IQOS? Verrebbe da dire ‘nulla’. Cosa può, infatti, legare la fotografia artistica, un’espressione pura del pensiero e della creatività umana, con un riscaldatore di tabacco come IQOS? La risposta è unicità e cambiamento. Ma andiamo con ordine per capire dove i due elementi trovano un contatto.

Dal 22 al 25 marzo 2019 a Milano, al The Mall, nel quartiere di Porta Nuova, si terrà la IX edizione di MIA Photo Fair. Si tratta di una delle più importanti fiere internazionali dedicate alla fotografia artistica. Curatori e direttori della mostra, Fabio e Lorenza Castelli.

IQOS ospita l’arte

Per la terza volta consecutiva IQOS sarà presente alla manifestazione. Nella propria lounge accoglierà il progetto fotografico dal titolo ‘Everyday Uniqueness’ ideato e realizzato proprio da Paolo Pellegrin esclusivamente per IQOS.

Gli appassionati potranno ammirare i 13 scatti realizzati dall’artista romano di fama internazionale. In più, nella lounge i fumatori adulti avranno modo di conoscere ed eventualmente acquistare il dispositivo IQOS, il sistema rivoluzionario sviluppato da Philip Morris International per scaldare il tabacco senza bruciarlo.

Mia Photo Fair lounge iqos

Alcune IQOS Lounge, temporary store dedicati alla presentazione e alla vendita del dispositivo IQOS. Sono ospitate da fiere, congressi e manifestazioni di eccellenza, ognuna nel proprio ambito di interesse, dall’arte in tutte le sue forme, alla cultura, alla moda, al food.

Gli scatti realizzati da Pellegrin saranno presentati in anteprima, alla presenza dello stesso artista, durante l’evento di apertura – su invito – il 22 marzo alle ore 19 presso l’IQOS Embassy di Milano, Foro Buonaparte n. 50.

IQOS Ambassador

Per rendere ancora più allettante il vernissage, IQOS ha proposto un contest fotografico su Instagram dedicato alla fotografia d’autore. Il contest, attivo dal 14 al 19 marzo sulla pagina Instagram di IQOS, ha dato la possibilità agli IQOS lover di inviare una foto artistica del proprio IQOS. Chi fosse riuscito a scattare col proprio smartphone le cinque migliori ‘foto d’autore’, in linea con lo spirito della mostra di Pellegrin, avrebbe vinto un premio speciale: diventare uno degli IQOS Ambassador presenti all’esclusivo party inaugurale di MIA Photo Fair che ha scelto proprio la IQOS Embassy di Milano come location esclusiva.

Agli Ambassador è stato dato l’incarico di realizzare materiali fotografici e video per raccontare l’esclusivo evento. Una possibilità, pertanto, di vivere appieno il mondo IQOS,  conoscerlo meglio e essere protagonista di un’esperienza unica.

Fotografia artistica e IQOS: unicità e cambiamento

Protagonisti di ‘Everyday Uniqueness’ sono cinque volti molto conosciuti del mondo dell’arte, della moda e del cibo, immortalati nei luoghi che più li caratterizzano.

Flavio Del Monte, direttore delle relazioni istituzionali della Galleria Massimo De Carlo, una delle più note gallerie d’arte contemporanea al mondo.

Mariuccia Casadio, Art Consultant di Vogue Italia e personalità di spicco nel mondo dell’arte e della moda.

Carolina Sansoni, co-founder di Denoise Design, una piattaforma che connette le giovani menti creative del mondo della moda.

Riccardo Di Giacinto, chef stellato Michelin, proprietario, insieme alla moglie, del ristorante All’Oro di Roma.

Fulvietto Pierangelini, proprietario del celebre ristorante Bucaniere e figlio del famoso chef Fulvio Pierangelini.

Il concetto di unicità quotidiana ritratta da Pellegrin è paragonabile, se vogliamo, all’esperienza degli oltre 6 milioni e mezzo di utilizzatori IQOS nel mondo. Un prodotto unico che scalda stick di tabacco appositamente progettati chiamati Heets. Non generando combustione, IQOS non produce fumo, né cenere e rilascia un odore meno persistente. Offrendo, pertanto, ai fumatori adulti una scelta migliore rispetto alle sigarette tradizionali.

Oltre all’unicità, c’è anche il cambiamento a unire la fotografia e il mondo IQOS.

E lo spiega bene proprio Paolo Pellegrin. “Attraverso la fotografia cerco sempre di creare un rapporto con l’altro. Un altro dal quale spesso mi dividono delle distanze geografiche, linguistiche, culturali. Cerco costantemente di dare valore alla specificità delle persone portandola al centro del mio universo al momento dello scatto. In questa opera di valorizzazione della specificità dell’altro trovo una consonanza con IQOS, che è stato capace di cogliere il desiderio di cambiamento delle persone”.

Obiettivo principale  di Philip Morris International infatti è proprio offrire la possibilità di cambiare consentendo a un numero sempre maggiore di fumatori adulti di passare ai dispositivi senza fumo come IQOS.

“Il nostro sogno – afferma spesso André Calantzopoulos, CEO di Philip Morris International – è creare un’alternativa valida per i fumatori, e IQOS ha trasformato questo sogno in realtà. IQOS 3 e IQOS 3 MULTI rappresentano un miglioramento e un’innovazione importanti. Segnano un altro passo avanti verso l’obiettivo di convincere le fumatrici e i fumatori, che altrimenti continuerebbero a fumare sigarette tradizionali, a passare alle alternative senza fumo”.

Il progetto con Paolo Pellegrin dimostra ancora di più la propensione di IQOS a sostenere progetti originali e avanguardisti.

La stretta relazione con artisti e fotografi contemporanei dallo stile originale, veri e propri game-changer del mondo dell’arte. In particolare della fotografia artistica, quindi in grado di segnare dei significativi U-Turn nell’ambito della propria disciplina.

La mostra fotografica che ha messo insieme IQOS e Paolo Pellegrin trae origine proprio dal desiderio di Philip Morris International di instaurare un dialogo con artisti e fotografi contemporanei, con i quali immaginare nuove sfide e creare progetti innovativi in ogni campo.

In tema di fotografi contemporanei, con IQOS erano state già coinvolte personalità del calibro di Carlo Benvenuto, Harri Peccinotti e Antoine Le Grand. Ma non finisce qui. Oltre all’arte e alla fotografia artistica, perché non pensare anche a botanica, letteratura, design, musica?

Paolo Pellegrin iqos mia photo fair

Ma chi è Paolo Pellegrin?

Paolo Pellegrin, conosciuto anche come antropologo con la macchina fotografica, nasce a Roma nel 1964. Si tratta di uno dei più prestigiosi fotografi contemporanei mondiali.

Cresciuto in una famiglia di architetti, inizia a frequentare proprio la facoltà di architettura per interrompere dopo tre anni. Così intraprende la strada che gli avrebbe permesso di sfruttare pienamente le sue doti ed esternare la sua sensibilità creativa: la fotografia.

Tra i numerosi riconoscimenti ricevuti nella sua carriera ricordiamo nel 1995 il suo primo World Press Photo per il suo lavoro sull’AIDS in Uganda. Nel 2001 il premio Leica Medal of Excellence;  l’Olivier Rebbot for Best Feature Photography nel 2004. Nel 2006 l’Eugene Smith Grant in Humanistic Photography. E, infine, nel 2007, il prestigioso Robert Capa Gold Metal per il coraggio dimostrato durante gli scontri in Libano.

Oggi Paolo Pellegrin vive tra Roma e New York. Collabora regolarmente con Newsweek e con il New York Times magazine. Dal 2005 è membro dell’agenzia Magnum.

MIA Photo Fair

Ora è tempo di scoprire però cosa troveremo alla IX edizione di MIA Photo Fair.

L’edizione 2019 è realizzata col patrocinio del Comune di Milano, della Regione Lombardia, della Città Metropolitana di Milano e il contributo del Main Sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e degli Sponsor Eberhard & Co. e Olympus. La kermesse artistica presenta tante novità, a cominciare dalla veste esteriore, ossia l’immagine coordinata, che quest’anno cambia dopo tanti anni.

La nuova è firmata dal fotografo norvegese Rune Guneriussen. Le sue produzioni sono state esposte in diverse mostre personali e collettive negli USA, in Cina, in Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera, Olanda e Norvegia, oltre che in fiere internazionali.

L’autore sarà presente alla tavola rotonda, in programma domenica 24 marzo alle ore 16.00, organizzata nell’ambito della XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, dal titolo Broken Nature.

Confermato, invece, il comitato scientifico, composto da Fabio Castelli, Gigliola Foschi, Roberto Mutti, Enrica Viganò. Hanno selezionato 85 gallerie, per quasi un terzo (27) provenienti dall’estero: da 12 Paesi europei (Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Montenegro, Olanda, Romania, Spagna, Svizzera, Ungheria) e da 4 nazioni extraeuropee (Cina, Giappone, Israele, USA). Il resto (58) giunge dall’Italia. A queste si aggiungono poi 50 espositori suddivisi tra progetti speciali, editoria e progetti a quattro mani portando il numero totale degli espositori a 135.

Forse una delle novità più importanti di questa edizione è la nuova sezione “Beyond Photography”. Una piattaforma all’interno della quale si cercherà di capire che significato oggi abbia assunto la ‘fotografia’, artistica e non.

Un’altra novità di rilievo è la collaborazione con “Photo Independent”.
La fiera di fotografia di Los Angeles, che esplora le nuove generazioni di fotografi contemporanei indipendenti.

Fotografi contemporanei

Tra gli appuntamenti, compresi quelli del vasto programma culturale correlato, da non perdere:

La conferenza Fotografia e architettura. Venerdì 22 marzo alle ore 16.00, ci saranno Tiziana Bonomo, direttore Artphotò, l’artista Elena Franco, Angelo Maggi, professore in Storia dell’architettura all’Università di Venezia, Subhash Mukerjee, architetto e vicepresidente Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino.

Progetto performativo di Settimio Benedusi. Edizione speciale di RICORDI?, format creato per riportare in auge il privilegio del ritratto fotografico stampato. Il pubblico sarà direttamente coinvolto perché saranno 100 le persone che potranno avere il privilegio di avere un foto-ritratto.

La VI edizione di CODICE MIA. Evento dedicato agli artisti mid-career che vogliono confrontarsi direttamente con esperti del collezionismo a livello internazionale. Durante gli incontri un selezionato gruppo di trenta fotografi avrà l’onore d’incontrarsi a tu per tu con personaggi di spicco nel mondo della fotografia. Anche collezionisti e curatori di collezioni corporate.

Uno degli appuntamenti più attesi è Proposta MIA. La sezione è dedicata a fotografi indipendenti selezionati dal comitato scientifico. Si presentano al mondo delle gallerie e al pubblico con il sogno di poter varcare la soglia delle più famose gallerie.

Format Arte e Scienza, volto a indagare i rapporti tra la fotografia d’arte e le diverse branche della scienza. Al centro ci sarà il tema delle neuroscienze e verrà sviluppato in collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, nuovo partner scientifico del format. Gli incontri vedranno la partecipazione di figure accademiche dell’area umanistica e scientifica che dibatteranno di arte, neuroscienze e filosofia.

Il focus sulla nuova collezione di fotografia contemporanea dei Musei Vaticani. Ospiterà Barbara Jatta, direttore Musei Vaticani e Micol Forti, curatrice della Collezione d’Arte Contemporanea dei Musei Vaticani.

Il focus tecnologie sull’attualissima questione Blockchain declinati nel mondo dell’arte.

Per saperne di più su tutte le altre iniziative, consultate il sito ufficiale.

Diventa un IQOS Ambassador al MIA Photo Fair con la fotografia d’autore

mia photo fair

Manca poco più di una settimana al 22 marzo, giorno di apertura della fiera internazionale d’arte dedicata alla fotografia MIA Photo Fair. Un’occasione da non perdere, soprattutto per tutti gli IQOS Lover, che potranno vivere un’esperienza davvero unica. Diventare IQOS Ambassador e seguire lo special party inaugurale dedicato alla fotografia d’autore proprio nell’Embassy di Foro Bonaparte. Non resta che… dare sfogo al proprio talento fotografico!

News importante per tutti gli appassionati di fotografia d’autore: il prossimo 22 marzo a Milano apre la IX edizione di MIA Photo Fair, la mostra internazionale ideata e diretta da Fabio e Lorenza Castelli. Anche quest’anno IQOS è presente all’appuntamento, con un progetto artistico dedicato a tutti gli IQOS Lover.

Per il terzo anno consecutivo, infatti, IQOS avrà all’interno del MIA Photo Fair una lounge che ospiterà il progetto fotografico Everyday Uniqueness, ideato e realizzato appositamente per IQOS da Paolo Pellegrin, fotoreporter italiano di fama internazionale.

Il contest dedicato alla fotografia d’autore

Per rendere ancora più coinvolgente l’attesa, IQOS propone un contest fotografico su Instagram dedicato proprio al tema della fotografia d’autore. Il contest sarà attivo dal 14 al 19 marzo sulla pagina Instagram di IQOS. Il premio? Essere uno degli IQOS Ambassador presenti all’esclusivo party inaugurale di MIA Photo Fair che ha scelto proprio la IQOS Embassy di Milano come location esclusiva.

Diventa uno dei 5 IQOS Ambassador all’inaugurazione di MIA Photo Fair

Partecipare è molto semplice. Basta andare sulla pagina Instagram di IQOS Italia e inviare una foto artistica del proprio IQOS. Come suggerisce col proprio lavoro Paolo Pellegrin in Everyday Uniqueness, è fondamentale rendere l’innovazione di IQOS evidente e preziosa nel suo utilizzo, in un momento unico, in un’esperienza memorabile per quanto legati alla mera quotidianità. Insomma, anche con il proprio smartphone si può scattare una semplice ma coinvolgente “foto d’autore“.

Stiamo cercando te

Amanti di tutto ciò che è innovazione, dotati di una sensibilità estetica distintiva, molti degli IQOS lover sono sicuramente appassionati anche di fotografia, d’autore e non. Conoscono perfettamente i vantaggi che IQOS ha creato per tutti i fumatori adulti che hanno deciso di lasciarsi il fumo alle spalle in modo definitivo. Sono in sintesi queste le caratteristiche dei potenziali candidati, cui si aggiunge l’età minima di 25 anni e la passione per il “social-reportage” tramite foto e video.

I cinque utenti verranno scelti da una giuria appositamente predisposta e riceveranno  un invito alla festa di apertura della fiera MIA Photo Fair alla IQOS Embassy di Foro Bonaparte, fungendo anche da reporter speciali IQOS per una notte.

Cosa farà un IQOS Ambassador?

I cinque Ambassador parteciperanno all’iniziativa e avranno l’incarico di realizzare materiali fotografici e video per raccontare l’evento. Un’occasione, quindi, per entrare nel vivo del mondo IQOS, per conoscerlo meglio e giocare da protagonista per un’esperienza senza dubbio irripetibile.

Info e regolamento qui.

IQOS MASTER STYLE: La serata della premiazione all’Embassy di Milano

AIl’IQOS Embassy di Milano la premiazione di IQOS MASTER STYLE

Una grande festa all’ IQOS Embassy di Milano giovedì 26 ottobre per celebrare i vincitori dello scouting ideato da IQOS e Vogue Talents.

Philip Morris Italia e Vogue Italia hanno presentato in anteprima con un evento all’ IQOS Embassy di Milano, i progetti vincitori dello scouting IQOS MASTER STYLE. Presenti all’evento i talenti più promettenti nell’ambito della moda. Arthur Arbesser, Daniele Carlotta e Marco Rambaldi sono stati i vincitori della categoria designer, Antonio D’Addio e Marika Russo per la sezione studenti.

IQOS conferma il suo legame con le realtà più innovative e visionarie del mondo della moda, dell’arte e del design. I veri ‘Game Changers’ sono capaci di segnare una svolta radicale” – afferma Natasa Milosevic, Direttore Marketing Philip Morris Italia.

Il mondo della moda e del lifestyle sono stati protagonisti della serata per una vera e propria festa del talento. Presenti anche Emanuele Farneti, Direttore di Vogue Italia, Sara Sozzani Maino, Vice Direttore di Vogue Italia e Head of Vogue Talents. Per Philip Morris presente Natasa Milosevic, Direttore Marketing Philip Morris Italia.

IQOS ha dato un’occasione concreta ai talenti dedicando ai designer vincitori un premio pari a 20.000 euro per il primo classificatoArthur Arbesser – e di 10.000 per gli altri due – Daniele Carlotta e Marco Rambaldi –, secondi ex aequo, mentre agli studenti è stata riservato un premio pari a 2.000 euro. Arthur Arbesser è stato scelto anche dall’IQOS community come del premio Audience Award.

Le cover IQOS Master Style, ideate dai cinque vincitori e realizzate in edizione limitata, saranno disponibili a dicembre insieme all’acquisto del kit IQOS. L’offerta è limitata alle IQOS Embassy di tutta in Italia fino ad esaurimento scorte.

IQOS Master Style: la Portfolio Review

IQOS MASTER STYLE la Portfolio Review

Il 26 giugno negli spazi dell’IQOS Embassy di Milano Sara Sozzani Maino ha presieduto la Portfolio Review di IQOS Master Style.

Si è svolto nell’IQOS Embassy di Milano, in Foro Buonaparte 50, l’evento di presentazione del progetto IQOS Master Style, ideato in collaborazione con Vogue Talents.

Presente il Direttore Marketing di Philip Morris Italia, Natasa Milosevic, che ha raccontato del rivoluzionario impegno di Philip Morris per un mondo senza fumo.

Inoltre, Sara Sozzani Maino, Head di Vogue Talents e Vice Direttore di Vogue Italia, ha introdotto lo scouting ai designer e studenti present.

Un’opportunità unica per designer e studenti della Portfolio Review, che hanno potuto presentare una selezione di propri lavori a Sara Sozzani Maino. Ma anche un’occasione per ricevere consigli e suggerimenti sulla propria ricerca e sul progetto pensato per lo scouting. I vincitori di IQOS Master Style saranno presentati a ottobre.

Lo scouting richiede ai designer/studenti di creare una special edition di accessori IQOS, una grafica per la cover, insieme a due bag che hanno lo scopo di contenere il dispositivo e le ricariche.

La premiazione si svolgerà presso l’IQOS Embassy di Milano ad ottobre, davanti alla presenza della giuria. Inoltre, ricordiamo che è possibile inviare il proprio progetto fino al 21 luglio e ottenere maggiori informazioni sul sito Vogue.it.

Heat up your talent!

IQOS Embassy e gli artisti: Benvenuto e Ledé

Le IQOS Embassy di Torino e Milano accolgono Benvenuto e Ledè

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle IQOS Embassy d’Italia e degli artisti ispirati da IQOS.

Oggi vi presentiamo due grandi nomi del panorama contemporaneo: Carlo Benvenuto e Thierry Ledé.

Carlo Benvenuto è uno dei più importanti artisti contemporanei del nostro Paese; le sue opere sono state esposte in gallerie e musei di tutto il mondo. Per IQOS ha creato una serie di still life dal grande valore iconico, che lo celebrano come oggetti quotidiano di desiderio e sono esposti nella suggestiva IQOS Embassy di Torino.

Thierry Ledé, artista e fotografo francese, ha iniziato la sua carriera come Direttore Creativo a Parigi. Negli anni ’90 si è trovato a documentare il mondo della moda in giro per il mondo. Le foto di backstage delle celebrità della moda sono divenute la sua ‘firma’. Dal 1993 al 2003, da Parigi a Milano, da Londra a Tokyo a New York, ha collezionato una galleria di affascinanti ritratti che ha tenuto chiusi in delle scatole per anni. 20 anni dopo, armato di forbici, Thierry ha deciso di reinventare quella realtà in forma di collage. In occasione dell’esposizione, ha creato dei ritratti di IQOS di talenti creativi legati al territorio, che l’IQOS Embassy di Milano ha esposto in esclusiva.