IQOS mette in mostra i Game Changer con la collezione “Faces and Lights” del fotografo Antoine Le Grand

Alle IQOS Embassy di Roma e Torino in mostra Antoine Le Grand

L’artista ha ritratto una serie di celebri IQOS user, cimentandosi anche con lo still life: la mostra nelle IQOS Embassy di Roma e Torino.

L’attitudine di IQOS a circondarsi di game changer ormai è un dato di fatto. Questa volta si tratta di un rivoluzionario della fotografia, Antoine Le Grand, che ha celebrato IQOS con il progetto intitolato “Faces and Lights”. Si tratta di una serie di fotografie realizzate appositamente per i concept store di IQOS.

Le immagini sono state scattate dall’artista, che è stato capace, come ogni game changer che si rispetti, di segnare una svolta nella sua disciplina, nel corso di un soggiorno a Roma. Grazie al suo lavoro Le Grand, classe 1956, si conferma un ritrattista dalle grandi capacità – nella sua carriera ha immortalato molti grandi artisti, da Iggy Pop a David Lynch, da Al Pacino ad Harrison Ford: “Il ritratto è un punto interrogativo posto su una persona. Per questo motivo, non provo mai a penetrare il mistero, ma a metterlo in evidenza. Mi piace rivelare una certa assenza nella presenza, un silenzio divertito ed elegante” ha raccontato.

Il fotografo ha ritratto una serie di IQOS user che hanno abbracciato la visione di un futuro senza fumo.

Per l’occasione, l’artista si è cimentato anche con la fotografia still life, dopo aver ammirato sia la tecnologia che la linea di design del prodotto, che descrive con approccio poetico. “IQOS è iconico ed elegante. Galleggia come uno shuttle nello spazio, lasciando forze e vibrazioni luminose. Essendo un ritrattista, fotografare immagini di nature morte è un esercizio eccitante e meticoloso. IQOS appartiene a me solo per un breve istante, e devo giocarci. Arte, scienza e tecnologia creano la fotografia”, ha detto Le Grand che ha pubblicato sulle più importanti testate internazionali, da Libération e Le Monde fino ai magazine Vogue, Vogue Hommes, Glamour, Vanity Fair, The New Yorker, G.Q, Elle e molti altri.

La sua visione, resa materia attraverso gli scatti, è stata presentata in anteprima con due vernissage il 28 e il 30 novembre 2017 rispettivamente nelle Embassy di Roma e Torino. Qui le opere restano esposte per il pubblico in modo permanente nella cornice dei prestigiosi spazi IQOS. Nelle Embassy innovazione ed eccellenza emergono in ogni dettaglio e in cui qualità della vita e ricerca artistica di alto livello convivono simbioticamente.

IQOS Embassy e gli artisti: Benvenuto e Ledé

Le IQOS Embassy di Torino e Milano accolgono Benvenuto e Ledè

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle IQOS Embassy d’Italia e degli artisti ispirati da IQOS.

Oggi vi presentiamo due grandi nomi del panorama contemporaneo: Carlo Benvenuto e Thierry Ledé.

Carlo Benvenuto è uno dei più importanti artisti contemporanei del nostro Paese; le sue opere sono state esposte in gallerie e musei di tutto il mondo. Per IQOS ha creato una serie di still life dal grande valore iconico, che lo celebrano come oggetti quotidiano di desiderio e sono esposti nella suggestiva IQOS Embassy di Torino.

Thierry Ledé, artista e fotografo francese, ha iniziato la sua carriera come Direttore Creativo a Parigi. Negli anni ’90 si è trovato a documentare il mondo della moda in giro per il mondo. Le foto di backstage delle celebrità della moda sono divenute la sua ‘firma’. Dal 1993 al 2003, da Parigi a Milano, da Londra a Tokyo a New York, ha collezionato una galleria di affascinanti ritratti che ha tenuto chiusi in delle scatole per anni. 20 anni dopo, armato di forbici, Thierry ha deciso di reinventare quella realtà in forma di collage. In occasione dell’esposizione, ha creato dei ritratti di IQOS di talenti creativi legati al territorio, che l’IQOS Embassy di Milano ha esposto in esclusiva.