Faces and Lights di Antoine Le Grand per IQOS. Scopriamo i volti che hanno ispirato l’artista.

Faces and Lights - i volti che hanno ispirato Le Grand

Faces and Lights è il progetto fotografico innovativo, originale e suggestivo con il quale Antoine Le Grand ha voluto omaggiare IQOS e la sua visione pionieristica di un futuro senza fumo, ospite al MIA Photo Fair con una lounge dedicata.

Piccoli capolavori che traggono ispirazione dalla passione, l’estro e l’espressività di personalità del mondo della musica, dell’arte, della moda e dello spettacolo.  Persone che hanno fatto del cambiamento un vero e proprio stile di vita.  Sono i volti che hanno ispirato Face and Lights, il progetto di Antoine Le Grand, dedicato alla visione di un futuro senza fumo firmata IQOS.

In mostra dal 9 al 12 marzo al MIA Photo Fair di Milano, in una lounge dedicata.

Partiamo da Davide Di Leo, in arte Boosta, dj, scrittore, produttore, nonché tastierista e co-fondatore dei Subsonica, band che ha rivoluzionato il sound del panorama italiano. Di Le Grand dice “Quando qualcuno maneggia l’espressione con un occhio molto personale, l’esperienza si trasforma in una lezione”.

Ancora uno spirito creativo con Sabato De Sarno, fashion designer per uno dei più importanti marchi del Made in Italy e interprete delle ultime tendenze. Le sue creazioni rappresentano uno stile contemporaneo, sempre nuovo. Ha scelto di collaborare con il fotografo perché crede in IQOS, grazie al quale ha scoperto il gusto autentico del tabacco senza fumo.

Un altro volto noto è Tomaso Cavanna, milanese DOC e AD di Punk For Business. Riguardo la sua partecipazione a Faces and Lights dice: “Mi sono divertito e sono molto orgoglioso di essermi fatto fotografare da chi ha lavorato con i Sex Pistols.”

A dare lustro all’universo femminile invece c’è Linda Santaguida, modella, attrice, conduttrice e fondatrice di Exit17, piattaforma d’arte con sede a Londra. Sempre attratta dall’evoluzione, per lei IQOS “è stato come il primo amore, non ci siamo più lasciati.”

I volti ritratti da Antoine Le Grand in Faces and Lights sono quelli di personaggi della musica, dell’arte e dello spettacolo la cui cifra distintiva è il cambiamento.

Ancora un volto femminile tra i personaggi di successo legati ad IQOS: il fiore all’occhiello dell’imprenditoria Caterina Mocenni. PR e proprietaria dell’azienda vinicola “Donna Olimpia 1898”, da quando ha provato IQOS non l’ha più lasciato. Per questo è fiera si è fatta immortalare, in onore della sua “trasformazione”.

Lo stesso vale per Paolo Orlando, fiorentino, milanese di adozione,  che lavora da anni per una grande multinazionale. Descrive quella con Le Grand emozione pura e, quando gli chiediamo cos’ha cambiato IQOS per lui, risponde semplicemente: tutto.

Il famoso artista Ivan Bert, trombettista con un’intensa attività di composizione dedicata alla danza contemporanea, ha sposato da subito la visione di IQOS per un futuro senza fumo. Così descrive la sua esperienza: “Le Grand non scatta una foto, è un artista che ti guarda.”

Un’altra donna dal forte carisma, Greta Costarelli, project manager, digital media producer, modella e felice d’aver posato per un artista di questo calibro, di IQOS ama l’opportunità di far parte di un nuovo mondo.

Ultima ma non ultima, Siena Hicks, studentessa della John Cabott University, art lover e socialite. Il suo occhio tende sempre al futuro, per questo il passaggio ad IQOS le è stato del tutto naturale.

Questi i volti in mostra presso le IQOS Embassy di Roma e Torino,che attendono l’occhio dello spettatore per celebrare insieme a un grande maestro internazionale la bellezza del cambiamento. Senza dimenticare Vibrations & Silences, la nuova serie inedita di scatti realizzati da Le Grand per IQOS, presentata all’Embassy di Milano proprio in occasione dell’esclusivo MIA Photo Fair Opening Party.

Ma questa è ancora un’altra storia…

IQOS mette in mostra i Game Changer con la collezione “Faces and Lights” del fotografo Antoine Le Grand

Alle IQOS Embassy di Roma e Torino in mostra Antoine Le Grand

L’artista ha ritratto una serie di celebri IQOS user, cimentandosi anche con lo still life: la mostra nelle IQOS Embassy di Roma e Torino.

L’attitudine di IQOS a circondarsi di game changer ormai è un dato di fatto. Questa volta si tratta di un rivoluzionario della fotografia, Antoine Le Grand, che ha celebrato IQOS con il progetto intitolato “Faces and Lights”. Si tratta di una serie di fotografie realizzate appositamente per i concept store di IQOS.

Le immagini sono state scattate dall’artista, che è stato capace, come ogni game changer che si rispetti, di segnare una svolta nella sua disciplina, nel corso di un soggiorno a Roma. Grazie al suo lavoro Le Grand, classe 1956, si conferma un ritrattista dalle grandi capacità – nella sua carriera ha immortalato molti grandi artisti, da Iggy Pop a David Lynch, da Al Pacino ad Harrison Ford: “Il ritratto è un punto interrogativo posto su una persona. Per questo motivo, non provo mai a penetrare il mistero, ma a metterlo in evidenza. Mi piace rivelare una certa assenza nella presenza, un silenzio divertito ed elegante” ha raccontato.

Il fotografo ha ritratto una serie di IQOS user che hanno abbracciato la visione di un futuro senza fumo.

Per l’occasione, l’artista si è cimentato anche con la fotografia still life, dopo aver ammirato sia la tecnologia che la linea di design del prodotto, che descrive con approccio poetico. “IQOS è iconico ed elegante. Galleggia come uno shuttle nello spazio, lasciando forze e vibrazioni luminose. Essendo un ritrattista, fotografare immagini di nature morte è un esercizio eccitante e meticoloso. IQOS appartiene a me solo per un breve istante, e devo giocarci. Arte, scienza e tecnologia creano la fotografia”, ha detto Le Grand che ha pubblicato sulle più importanti testate internazionali, da Libération e Le Monde fino ai magazine Vogue, Vogue Hommes, Glamour, Vanity Fair, The New Yorker, G.Q, Elle e molti altri.

La sua visione, resa materia attraverso gli scatti, è stata presentata in anteprima con due vernissage il 28 e il 30 novembre 2017 rispettivamente nelle Embassy di Roma e Torino. Qui le opere restano esposte per il pubblico in modo permanente nella cornice dei prestigiosi spazi IQOS. Nelle Embassy innovazione ed eccellenza emergono in ogni dettaglio e in cui qualità della vita e ricerca artistica di alto livello convivono simbioticamente.